Vittorio Feltri: Il calcio se ne frega dell’Afghanistan

(Vittorio Feltri – Libero quotidiano) – Avevo previsto che all’inizio del campionato di calcio nessun giocatore si sarebbe inginocchiato per rendere omaggio agli afghani schiavizzati dai talebani. Il lettore ricorderà invece che agli Europei vinti dall’Italia, prima dell’inizio di ogni partita schiere di atleti si genuflettevano in segno di protesta contro il razzismo, ciò aveva scatenato qualche polemica aspra. In effetti nel mondo del pallone i neri sono tra i più bravi a tirare pedate, vengono addirittura idolatrati, applauditi in ogni stadio del continente, inclusa l’Italia.

Un esempio. Lukaku, attaccante dell’Inter, artefice dell’ultimo scudetto conquistato dai nerazzurri milanesi, è stato venduto a una squadra inglese e tutti i tifosi si sono stracciati le vesti per il dolore. Stimavano il puntero e non volevano privarsene. Cosicché hanno protestato con veemenza contro la società che per fare denaro ha ceduto il campione amato. Le maggiori equipe di ogni Paese calcisticamente evoluto schierano nelle loro formazioni ragazzi di colore stimatissimi e applauditi dal pubblico. Segno che il razzismo non esiste se non nella testolina bacata dei conformisti che lo sfruttano ai fini di speculazioni politiche di bassa lega.

Gli inginocchiamenti cui abbiamo assistito lo scorso mese durante la competizione dominata dagli azzurri sono stati l’emblema di una mentalità che si fonda sul vuoto culturale dominante. E la dimostrazione che l’odio razziale è solo un pretesto evidente per denigrare i cittadini non di sinistra è plateale.

I giocatori, che sono abili nel colpire con i piedi la cosiddetta sfera di cuoio, stanno fornendo la prova di avere il cervello di gallina. Infatti si prostrano ai loro colleghi di colore, ma se ne infischiano degli afghani trucidati e dei loro bambini scaraventati sugli aerei in partenza da Kabul nella speranza che possano avere un futuro.

Certe scene strazianti non commuovono terzini e centrocampisti a cui non viene in mente di solidarizzare con genitori disperati che sperano, distaccandosene, di salvare i loro figli. Personalmente sono scandalizzato dal comportamento dei nostri giocatori ricchi sfondati, ai quali preme di più ricevere l’applauso degli antirazzisti immaginari che la vita e l’avvenire di tanti bimbi nati in un Paese disgraziato e reso infrequentabile anche col contributo degli occidentali.

13 replies

  1. Vittorio Felti deve essere anche simpatico al bar, ma quando si mette a scrivere di cose serie, è maglio convincerlo a desistere perchè inanella una seie di superficilità, banlità e luoghi comuni piu’ beceri che si possano sentire. Peccato ! Qualche volta ha anche ragione , contro le superficialità. banalità e luoghi comuni della sedicente sinistra .. Ma le sue affermazioni ideologiche (tali sono) poi rendono inaccettabili anche le poche ragioni buone. Gentilissimo Vittorio, un consiglio sereno senza interessi : lascia stare.

    "Mi piace"

    • Gentile Vittorio, già prima non la beccavi tanto; ora con gli anni che vanno su, le cose peggiorano. Sai, il tempo non è galantuomo. Quindi puoi ritirarti senza gettare nel pianto storme di tuoi adoratori,

      "Mi piace"

      • A proposito, ti é arrivato il post che parlava di te e dell’elicottero? Non lo trovo. Mi sento – narcisisticamente – amputato.

        "Mi piace"

      • Nessuna figura retorica. Considerando la tua anima “MacGyver” ed avvertendo un leggero pathos nel tuo racconto ti immaginavovestita da ninja con la cassetta degli attrezzi mimetica in spalla, un pide sil davanzale ed uno sulla scaletta lanciata dall’elicottero, e dici:

        “Giacomo, stai attento al caciucco in cucina, mamma, smetti di stirare finche’ non torno, e qualcuno veda di cosa ha bisogno il cane.Se mi cercano sapete cosa dire.”

        E mentre l’elicottero ti fa salire tu dici: “Si mangia all’ora solita.”

        "Mi piace"

  2. Anche “BASTA!” Ieri “l’ebreo di siniatra”, oggi “grappino” feltri con le sue solite porcate. D’accordo bisogna dare voce anche a chi pensa diversamente. Ma da qui, a diventarne megafono c’è ne passa. Cmq continuerò a seguirvi, ma, penso proprio che comincerò a fare una sana e salutare cernita.

    "Mi piace"

  3. Chiedi di non commentare “ le solite porcate” feltriane ? “ Fa pure una sana e salutare cernita,” ignorali se vuoi : ma pretendere di non esprimere post, magari di censura a te non graditi, non è forse troppo ? Lo stesso dicasi e vale anche per Te !

    "Mi piace"

  4. A dire la verità mi pare che in questi 40 anni se ne sia fregato dell’ Afghanistan il mondo intero: è più che mai evidente ora.
    Al momento interessano solo i “migranti” da “accogliere”, come ben si vede. Un grande interesse: mobilitazione ai più alti livelli, si è svegliato persimno Draghi, ora attivissimo.
    Quelli servono, gli altri no.

    "Mi piace"