Continua il mega rave party tra Lazio e Toscana

(Marco Feliziani Enzo Vitale – il Messaggero) – Stop and go: continua senza sosta il mega rave party non autorizzato a Valentano, borgo in provincia di Viterbo, a cui stanno partecipando circa 10mila giovani venuti da tutta Europa. Sembra che non si sia trovato un accordo tra gli organizzatori del rave e le forze dell’ordine per porre fine alla festa che dallo scorso venerdì impazza no-stop fino a notte fonda. Si teme che l’evento, organizzato in uno dei luoghi più affascinanti della Tuscia, dove storia e natura rappresentano il volano del turismo, porterà l’inizio di un cluster di casi di Covid senza precedenti.

Gli ingressi alla tenuta sono controllati notte e giorno da carabinieri, Guardia di finanza e reparti mobili della Polizia, anche se entrare nell’area della festa non è poi così difficile. La zona è vasta e c’è la possibilità di accedervi a piedi, tra la vegetazione. Auto, camper e mezzi pesanti sono parcheggiati alla rinfusa in un grande appezzamento di terreno privato, a pochi passi dal lago di Mezzano, lo specchio d’acqua che il giorno di Ferragosto ha inghiottito il 24enne Gianluca Santiago Camassa. Il suo corpo è stato trovato il giorno dopo dai sommozzatori dei Vigili del fuoco. Scenari per certi versi apocalittici per gli abitanti della zona: musica ad altissimo volume udibile a chilometri di distanza.

Da Pitigliano in provincia di Grosseto a Canino e Montalto di Castro sulla costa del viterbese. «Qui non si dorme più dicono alcuni residenti dei paesi limitrofi . La musica è incessante, ci sono persone anziane che hanno bisogno di riposo e tutto questo è incomprensibile». Sui social spuntano i video pubblicati dai partecipanti e fanno comprendere la mole organizzativa: un impianto audio le cui casse si allungano sul terreno per circa venti metri e battono musica in più punti.

Poi c’è la parte gastronomica con fiumi di birra e superalcolici che tra il caldo e un mix di droghe fa sballare i giovani in tutta un’altra dimensione. Tra le tende allestite per creare un po’ d’ombra, si vedono ragazzi ballare, mentre qualcuno è a terra probabilmente stremato dal sonno o da chissà cosa.

IL SINDACO. Il sindaco di Latera, Francesco Di Biagi, si è più volte sentito con la Questura di Viterbo, il prefetto e gli altri sindaci dei paesi limitrofi per avere tutte le informazioni riguardanti l’evento e con la Protezione civile locale sta offrendo assistenza alle forze dell’ordine. «Stiamo fornendo acqua al presidio fisso dei carabinieri della nostra caserma dice il primo cittadino Al momento Latera e la vicina Pitigliano sono i paesi più colpiti per quanto riguarda l’inquinamento acustico».

Nel frattempo anche i sindaci toscani di Manciano, Pitigliano e Sorano (Grosseto) si schierano contro gli organizzatori del rave: «E’ una vera e propria incursione che sta minando le attività economiche, in piena stagione turistica, la sicurezza e la tranquillità dei cittadini, anche dal punto di vista sanitario». I sindaci poi incalzano: «Lo Stato non si è dimostrato capace di prevenire, per di più durante una pandemia, tale clamorosa manifestazione di illegalità da ogni punto di vista: si deve intervenire» e quindi chiedono una maggiore attenzione e un profondo impegno anche da parte delle Prefetture interessate «per gestire una situazione che non sappiamo ancora a cosa porterà e quando finirà».

L’appuntamento a Valentano è stato organizzato sui social, canali principali attraverso i quali migliaia di giovani di nazionalità diversa sono venuti a conoscenza del raduno. Solo dopo l’installazione dell’impianto audio sono state inviate le coordinate del luogo. Informazioni non accessibili a tutti. Pare che l’evento sul lago di Mezzano sia stato scelto da una sola settimana in quanto, in un primo momento, il rave si doveva svolgere in Toscana.

Categorie:Cronaca, Eventi, Interno

Tagged as: , ,

20 replies

  1. Come è possibile che 10.000 imbecilli si diano appuntamento da tutta Europa, ammassati nonostante le restrizioni COVID, su una proprietà che non appartiene a nessuno di loro, e la polizia aspetta che finiscano da quasi una settimana?

    Piace a 2 people

    • Bella domanda, ma dubito che Dragula e la mnistressa dell’interno Lamorgese risponderanno.

      I 5S sono ovviamente assenti, il PD pure.

      a qualche atra parte in questo sito si sente come Saviano descrive i traffici di eroina e droga varia dall’Afgnanistan, onestamente il rave in questione è una risposta e una conferma alla sua teoria della totale vittoria dei delinquenti.

      E mentre loro fanno quel che gli pare, da noaltri non si può nemmeno entrare in un BAR senza green pass.

      "Mi piace"

      • Ciò non allevia la colpa di Draghi,lamorgese, ma nessuno, proprio. nessuno, muove un dito.neanche dall’opposizione. Si vede che la destra invece di correggere le assenze, tende a far cumulare al governo quanti più errori possibili. Nei tempi che furono anche il PCI era all’opposizione, e dura, ma quella era nell’interesse del paese,tutta un’altra cosa.

        "Mi piace"

      • ma cosa allevia?

        il bankster non fa altro che gli interessi di quelli grossi, la ministressa è impegnata nell’accoglienza delle risorse e nella repressione dei no-greep pass.

        Figurati se li difendo a quei due soggetti, più il resto del governo, ovviamente.

        "Mi piace"

  2. Quattro gatti spelacchiati diventano caso nazionale?Gli stronzetti in spiaggia e sui corsi chi sono?Brava gente?Tocca “difendere” l’impossibile?Annamo bene.

    "Mi piace"

  3. Quattro gatti spelacchiati diventano caso nazionale?Gli stronzetti in spiaggia e sui corsi chi sono?Brava gente?Tocca “difendere” l’impossibile?Annamo bene.

    "Mi piace"

  4. Il rispetto e mantenimento dell’ordine pubblico non è un optional eventualmente contrattato con chi lo trsgredisce’ È un obbligo da parte di chi deve farlo rispettare. Quindi è da denunciare in primi il sindaco e poi tutti gli altri che dovrebbero far rispettare le regole. PRECEDENTE PERICOLOSISSIMO

    Piace a 1 persona

    • NON C’E’ NIENTE DA CONCORDARE, MEDIARE, ACCORDARSI. HANNO RAGIONE QUEI RAGAZZI : FINIRANNO IL LORO RADUNO FIN QUANDO VORRANNO E NESSUNO FARA’ LORO NIENTE. DEL RESTO VISTO CHE MOLTI NON SI VACCINANO , PUR AVENDO L’OBBLIGO MORALE PER I CONTATTI CHE HANNO CON GLI ALTRI, E NESSUNO PRENDE PROVVEDIMENTI , PERCHE’ FARLO CON RAGAZZI CHE , TUTTO SOMMATO VANNO A DIVERTIRSI. PERCHE QUEL DIVERTIMENTO E’ D’OBBLIGO, NO ?

      "Mi piace"

  5. a chi danno fastidio?
    è un posto deserto, stanno di loro, se si infettano si infettano tra di loro, qual’è la paura che infettino il terreno?
    l’unica cosa da condannare sarà la montagna di immondizia che lasceranno.
    Il sindaco può sempre mandare la polizia municipale ad elevare verbali, così da rimpinguare la casse comunali, basta il numero di targa delle auto, furgoni, moto ecc.ecc.

    "Mi piace"

  6. Qua da noi abbiamo l’invasione dei topi (panteghane) e non sto scherzando…,sono portatrici di una malattia che si chiama “febbre del topo” e siamo molto preoccupati,le autorità latitano e l’esercito a paura di affrontare questa terribile minaccia…

    Aooo…belli addormentati mentre state qui a commentare il nulla (vuoto assoluto) vi informo che abbiamo appena perso una guerra con un “orda di terroristi”….,ed erano tutti non vaccinati (senza green pass) e senza la mascherina…,poi il distanziamento non ne parliamo.

    Ma è una cosa da non crederci…terribile 🙂

    "Mi piace"

  7. In questo momento potrebbe fare di tutto Satana in persona ma il governo sarebbe “migliore” in ogni modo.
    E noi soppoteremo di tutto, come sempre.

    "Mi piace"

  8. Intanto io andrei a vedere che cosa si sono portati con sé, se solo pane e salame oppure “farina” e magari un tubo da cacciare in gola al barista come paventa Ennio

    "Mi piace"