Uomini e no

Estratto dell’editoriale di Marco Travaglio sul Il Fatto Quotidiano del 14/08/2021 dal titolo ”UOMINI E NO” – La cosa peggiore della morte di Gino Strada è il pensiero che non ci metterà più in crisi con le sue invettive intransigenti e spiazzanti. Ora tutti, i pro e gli anti, lo dipingono come un santino del buonismo: chi l’ha conosciuto sa che era un uomo buono, ma quanto di più lontano dal buonismo. Personaggio difficile, ruvido, spigoloso, capace di grandi slanci e altrettanto grandi sfuriate. Come tutte le persone di carattere, ne aveva uno pessimo. Parlando chiaro e rifiutando i compromessi si era fatto molti più nemici che amici. A destra, ma anche a sinistra. In un Paese che etichetta tutti con le bandierine dei partiti, pochi capivano che era anzitutto un chirurgo. Quando gli portavano un corpo squartato da una bomba, una scheggia, una mina, una pallottola vagante, non pensava a nazionalità, bandiera, fede politica o religiosa, né riusciva a derubricarlo a “effetto collaterale” di missioni o strategie superiori: lo curava e basta. […]

37 replies

  1. UOMINI E NO
    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – La cosa peggiore della morte di Gino Strada è il pensiero che non ci metterà più in crisi con le sue invettive intransigenti e spiazzanti. Ora tutti, i pro e gli anti, lo dipingono come un santino del buonismo: chi l’ha conosciuto sa che era un uomo buono, ma quanto di più lontano dal buonismo. Personaggio difficile, ruvido, spigoloso, capace di grandi slanci e altrettanto grandi sfuriate. Come tutte le persone di carattere, ne aveva uno pessimo. Parlando chiaro e rifiutando i compromessi si era fatto molti più nemici che amici. A destra, ma anche a sinistra. In un Paese che etichetta tutti con le bandierine dei partiti, pochi capivano che era anzitutto un chirurgo. Quando gli portavano un corpo squartato da una bomba, una scheggia, una mina, una pallottola vagante, non pensava a nazionalità, bandiera, fede politica o religiosa, né riusciva a derubricarlo a “effetto collaterale” di missioni o strategie superiori: lo curava e basta. Perciò era contro tutte le guerre e i traffici di armi: perché ne vedeva gli effetti sulla carne viva degli uomini. Non era un politico, anche se faceva politica da cittadino. Non avrebbe potuto fare il ministro degli Esteri, perché se ne fregava delle alleanze e delle convenienze. Ma sarebbe stato un ottimo ministro della Salute, perché avrebbe levato fino all’ultimo centesimo pubblico alla sanità privata. Gli insulti da ogni parte politica (gli ultimi quando Conte lo chiamò a dare una mano in Calabria) erano per lui il migliore complimento. Non era temuto tanto per quel che diceva, quanto per la credibilità con cui lo diceva: la gente vedeva in lui un uomo vero e lo stava a sentire. Perciò non apparteneva a nessuno: perché era di tutti.
    Ps. A proposito di credibilità. Sallusti, noto giurista di scuola Palamara, ci insulta (“chihuahua di Conte e Grillo”) perché il Csm ha trasferito una dei pm che indagava sul presunto stupro (che lui, garantista alle vongole, dà già per certo) di Grillo jr &C., per insabbiare il caso a fini politici. Non sa, il poveretto, che i magistrati sono inamovibili e trasferibili solo se lo chiedono (è il caso della pm Bassani) o se vengono puniti (non è il caso della pm Bassani); l’inchiesta è chiusa da tempo e l’udienza preliminare si terrà nella data fissata del 5 novembre col procuratore capo nei panni dell’accusa; se la legge Cartabia fosse passata nella prima versione cara a Sallusti, il processo sarebbe morto in appello dopo 2 anni, mentre le modifiche seguite alla campagna del Fatto e la blocca-prescrizione Bonafede lo rendono inestinguibile; un solo governo tentò di trasferire un giudice per insabbiare un processo: il governo B. nel 2002 col giudice Brambilla nel processo Sme-Ariosto. Queste cose le sanno persino i chihuahua. I somari no.

    Piace a 9 people

  2. Su Gino Strada hanno sparato tanti somari a due zampe prezzolati, pronti a ragliare sempre più forte per compiacere il loro padrone. Che poi questi somari a due zampe raglino senza sapere nemmeno il perché, non stupisce nemmeno più. Si spera solo che questi somari a due zampe ricevano un bel calcio nel sedere quando vengono visti da quelli a quattro zampe, giustamente offesi dall’essere paragonati a loro.

    Piace a 1 persona

  3. É vero che non tutte le donne sono “blogger, giornaliste, attiviste, studentesse più o meno abbienti… che non vedono l’ ora di togliersi il velo”, infatti lo sono solo quelle che abitando in grosse cittá hanno avuto contatti con l’altro mondo (oppure il mondo di prima, se trovate le fotorafie delle minigonne degli anni ’70). Al di fuori della zona urbanizzata il profondo Sud impera e trova naturalissimo che una donna sia funzionale e non molto di piú. Provate a chiedere a qualcuno della Protezione Civile che razza di ambientino incontravano portando i soccorsi in Irpinia, dopo il terremoto. Terra, vacche, possesso, padre padrone, abusi sessuali sulle figli ed i figli. Stessa trappola.

    "Mi piace"

  4. Ad ogni modo, vorrei offrire una riflessione prendendo spunto dalle due massime epocali:

    “Non tutte le donne sono belle blogger, giornaliste, attiviste, studentesse più o meno abbienti… che non vedono l’ ora di togliersi il velo” e “I Talebani – non proprio invisi alla popolazione locale: quando smetteremo di pensare che tutti vogliono occidentalizzarsi?” e Immaginiamo di vivere in Sicilia, o in Calabria. Voi non li vorreste i soldati, le “forze speciali”, per far fuori la feccia mafiosa ed i loro servi? Non vorreste vedere quel “velo”, il velo della omertá e del menefreghismo, cadere?

    Voi, o forse vostra figlia, in Sicilia, in Calabria?

    Piace a 1 persona

    • Ma solo io penso che Raf2 sia Raffaele Pengue, giustamente, dopo giorni di nick Infosannio?
      Ennio, stai chiedendo a lui dell’algoritmo? Della moderazione?
      Non risponde…
      Anch’io, come te, credo che i post lunghi siano più a rischio, ma secondo le ore, anche quelli brevi.
      Poi però, in genere, vanno, quindi è solo questione di tempo e pazienza.
      Altri non si capisce perché passino, visto il contenuto… viene da pensare che quelli che gli hanno bannato fossero pure peggio.
      Ed è difficile.

      "Mi piace"

      • Ho dimenticato le pillole a casa, stanotte niente sonno. Sia chiaro che io insulto l’algoritmo, parlo all’algoritmo, sputo su WordPress e scrivo a Pengue missive infuocate che grondano ormoni e lussuria.

        E pensa te! Quello non mi risponde…

        Piace a 1 persona

  5. Vi ricordate Spirlì? Gino Strada vada a fare il missionario in Africa, o una roba simile. Madonna, mi vergogno io per lui al tuo cospetto, Gino!
    Non dimenticate il 5x 1000 a emergency.

    Piace a 2 people

  6. Parole condivisibili quelle di Travaglio per Gino Strada. Ci sono però dei passaggi nell’articolo che non mi sono piaciuti.

    Una precisazione: sono portato a pensare che Gino Strada ministro sarebbe stato un problema non sono per la sanità privata ma anche per chi nel pubblico non fa in proprio dovere, ricopre ruoli senza averne i titoli o le capacità, si imbosca, si butta in malattia.
    Strada aveva un’etichetta rigorosa, non avrebbe permesso nulla che non andasse incontro agli interessi di chi soffre e ha bisogno di cure.
    L’ostilità verso Gino Stada ministro nasce anche da questo.

    “Non sa, il poveretto, che i magistrati sono inamovibili e trasferibili solo se lo chiedono (è il caso della pm Bassani) o se vengono puniti (non è il caso della pm Bassani); l’inchiesta è chiusa da tempo e l’udienza preliminare si terrà nella data fissata del 5 novembre col procuratore capo nei panni dell’accusa”

    Procuratore capo che ha già detto – Travaglio dovrebbe saperlo – essere preoccupato per il trasferimento della PM, perché il lavoro è tanto ed i magistrati per portalo avanti mancano, sono insufficienti.
    Questa conduzione, in genere, agevola gli imputati a prescindere dalla prescrizione.

    “se la legge Cartabia fosse passata nella prima versione cara a Sallusti, il processo (per stupro) sarebbe morto in appello dopo 2 anni”

    Ecco, questo è il Travaglio che mi va suoi coglioni (come può andarti sui coglioni un amico), quello che finge di non vedere.

    La stesure della riforma Cartabia prima delle modifiche volute da Conte (comunque insufficienti), era molto più cara a Grillo che a Sallusti.
    Era stato proprio il Visionario a telefonare ai ministri per indurli a votare una riforma che avrebbe mandato sicuramente in prescrizione il processo del figlio.
    Una cosa gravissima!
    Travaglio evita l’argomento con un dribbling che neanche Messi in gran forma.

    “In un Paese che etichetta tutti con le bandierine dei partiti, pochi capivano che era anzitutto” Grillo a volere la riforma Cartabia.

    "Mi piace"

  7. Chissà perché nessuno ricorda il fatto che Gino Strada durante gli anni trascorsi presso la Facoltà di Medicina guidava il gruppo “Lenin” e non lasciava mai a casa la sua Hazel-36, una chiave inglese lunga quasi mezzo metro, con la quale convincere, a sprangate in testa, chi non la pensava come lui?

    "Mi piace"

      • Ti garantisco che che i “gruppi armati” Maoisti-Leninisti di allora non distinguevano la differenza tra un “fascista” e un “liberale”… erano tutti “nemici da eliminare”!!!

        Piace a 1 persona

      • X uno di passaggio:

        non poteva mancare la fogna umana che insinua e diffama Strada, vero?

        Non capisco come facciano a farti postare, ma se a te lasciano scrivere ‘ste porcate, sappi da parte mia che sei un gran pezzo di merxa.

        E non mi stupisce che tu non abbia un’anima. Gli stronzi non ce l’hanno di sicuro.

        "Mi piace"

    • “Ti garantisco che che i “gruppi armati” Maoisti-Leninisti di allora non distinguevano la differenza tra un “fascista” e un “liberale”… erano tutti “nemici da eliminare”!!!”

      Concordo con questa affermazione, i maoisti-leninisti erano fascisti col pugno chiuso.
      Del resto ambivano ad una dittatura buona e giusta, la loro.
      E di questa idea poco democratica che la sinistra ha del potere, ha contribuito a limitare la nostra democrazia.
      I partiti di destra sono “personali”, i partiti di sinistra sono delle oligarchie ristrette di compagni che si conoscono.
      Insomma, parliamo di merda in entrambi i casi.
      Merda partitocratica, quella che vorrebbero spacciare per una democrazia compiuta.

      Ma non riesco a pensare a Gino Strada che prende a mazzate chiunque dissenta..
      Erano tempi difficili gli anni di piombo, ti risulta che GS abbia ferito gravemente qualcuno?
      Un’arma può servire anche solo per dissuadere.

      "Mi piace"

      • Una persona può anche avere un passato “criticabile”, il percorso della vita di ognuno di noi può avere scheletri, grandi o piccoli che siano.. non mi risulta che sia stato incriminato per violenza su qualcuno comunque.. erano anni di piombo quelli e le menti erano fomentate e ribelli.. che sia vero o meno, guardiamo ora a ciò che ha costruito e lasciato in eredità, alle vite salvate e non al suo periodo scuro, l’importante è che il suo percorso di vita, lo abbia portato all’amore per il suo prossimo, quello più martoriato e vilipeso!! Screditare è così facile, come esaltare del resto!! Lui rimarrà nelle anime di chi avrà saputo cogliere la parte migliore di lui!! La sua grande umanità e pietà verso gli ultimi martoriati!!

        Piace a 2 people

      • Ignoro il numero di persone che il “buon Gino” ha mandato all’ospedale, per queste azioni è stato anche arrestato…
        E’ noto il fatto che oltre alla “mazza”, portava anche in tasca le “caramelle” (sassi da lanciare, non credo per difesa).
        Sull’uso esatto della valanga di soldi che ha ricevuto non dispongo di notizie “verificate”… girano delle “voci” ma, per questo motivo, non ritengo opportuno riportarle…
        Di certo non credo nei “santi” in generale e neppure nei “santi laici”…

        "Mi piace"

      • A proposito di “santi”… non posso non ricordare una “santa” universalmente riconosciuta come Madre Teresa di Calcutta che in realtà era un’emerita STRONZA, ipocrita ed opportunista!!!
        crf. “La posizione della missionaria” di Christopher Hitchens

        "Mi piace"

      • Io non so cos’ hai nell’anima.. stai offendendo una grande persona!! Vergognati!! Anche madre Teresa di Calcutta adesso!! Complimentoni 👏👏👏👏👏👏.. i provocatori non finiscono mai!!

        "Mi piace"

      • Cara Mokj (chissà perché immagino che tu sia una signora “casa & chiesa”) non disponendo di un’anima non ci posso mettere nulla dentro! Per quanto riguarda la tua cara “santa” ti posso solo consigliare qualche altra lettura oltre al “bollettino parrocchiale”… così magari verrai a sapere dove finivano veramente i soldi che riceveva e cosa pensavano di lei i poveri malati di Calcutta che curava con della semplice aspirina, invitandoli a “ringraziare” il signore per le sofferenze che venivano loro inflitte! Lei si faceva curare nelle migliori cliniche americane ma questo è un altro discorso…

        Piace a 1 persona

      • Tra l’altro uno dei capi di questi gruppuscoli infinitesimali che nulla avevano a che fare con la Sinistra storica, alla fine della sua sbornia marxista leninista per “servire il popolo”, è saltato a pie’ pari in Comunione e Liberazione.
        Ben lontano da ospedali a curare feriti di guerra….

        "Mi piace"

  8. Caro gestore, come mai non pubblichi il mio ultimo commento, ti ha turbato il mio riferimento agli anni universitari di Gino Strada? Puoi verificare… è tutto vero….

    "Mi piace"

  9. Come mai il mio commento sta tra i primi? Ma non erano in ordine cronologico?

    Comunque, per tornate a Strada, vorrei solo dire che le donazioni fatte ad Emergency sono sempre soldi ben spesi.
    Anche MSF è una bella organizzazione, ricordo che una volta non riuscii a donare i 4 spiccioli che posso perché sull’home page del sito di MSF si invitava AD INTERROMPERE LE DONAZIONI PERCHÉ AVEVANO SOLDI A SUFFICIENZA per quella specifica catastrofe per la quale chiedevano i soldi. Pensate un po’, tu glieli vuoi dare e loro non li vogliono.

    Se penso a questa gente, alla loro generosità, al loro rigore etico e poi guardo alla nostra politica di ladroni e ladruncoli di polli, cado in depressione.

    RIP

    Piace a 2 people

  10. Chi ricorda anni luce fa, quando un movimento utopista di cittadini dal basso, oggi disprezzato e svenduto, votó per proporlo Presidente della Repubblica assieme alla Gabanelli?
    Oggi ce n’è uno che invece appoggia Draghi, e non è proprio lo stesso belvedere…

    "Mi piace"