Cammarano (M5S): “Sicignano-Lagonegro, vicini alla riattivazione della linea ferroviaria”

Il presidente della Commissione Aree interne a margine del question time in aula: “A breve gli esiti dello studio di fattibilità commissionato a Rfi”


“Stiamo facendo passi avanti importanti per la riattivazione della linea ferroviaria Sicignano degli Alburni-Lagonegro, chiusa nel 1987 e da allora finita nel dimenticatoio, nonostante gli annunci e le promesse che si sono inanellati in tutti questi anni. Oggi abbiamo appreso dalla Regione Campania, che ho voluto interrogare in aula, che siamo a buon punto per conoscere gli esiti dello studio di fattibilità commissionato a Rfi. Parliamo di una linea ferroviaria fondamentale, che va nella direzione del lavoro che stiamo portando avanti a livello nazionale e a livello regionale, teso a far rinascere i territori delle nostre Aree Interne, sia nel contrasto allo spopolamento, sempre più allarmante, sia per il rilancio dei comparti turistico e agricolo. La Sicignano-Lagonegro rappresenta oggi un’opera strategica, rispetto alla quale ritengo che non debba essere fatta una valutazione unicamente sulla base di un calcolo economico, ma nella direzione di una più ampia visione di sviluppo per il territorio del Vallo di Diano e per l’intera Campania”. Lo dichiara il presidente della Commissione regionale speciale Aree Interne e consigliere regionale M5S Michele Cammarano, a margine della seduta di question time in aula.
“Assieme agli altri componenti della Commissione Aree Interne – conclude Cammarano – seguiremo da vicino i prossimi step, così da valutare, alla luce delle risultanze dello studio di fattibilità, anche la possibilità di proporre l’opera tra quelle beneficiarie dei fondi previsti dalla Pnrr”.


Ufficio Stampa

Nicola Arpaia