Garantisti con tutti tranne che con Grillo

(Gaetano Pedullà, – lanotiziagiornale.it) – Se pensate che la bava alla bocca dei peggio giustizialisti sia vergognosa date prima un’occhiata al veleno dei meglio garantisti, di destra e di sinistra, difensori a oltranza della nipote di Mubarak e sostenitori di partiti dove più delinquenti arrestano più ne arrivano, e non è mai colpa di nessuno se l’Italia va a puttane.

Signori per cui il male assoluto sono i forcaioli, cioè quei pochi che ancora si incazzano di fronte a ladri e corruttori, e non chi si è mangiato il Paese e a cui spesso e volentieri tengono il bordone. Per tutti questi fiori di giglio ieri è stato un grande giorno: un padre che si chiama Beppe Grillo e che ha un figlio accusato di stupro ha detto chiaro e tondo che se il ragazzo avesse commesso la violenza sarebbe stato lui per primo a portarlo in galera e pure a calci in culo.

Ma Grillo è assolutamente convinto che quello stupro non c’è mai stato, e a ridosso della decisione dei giudici su un probabile rinvio a giudizio ha detto la sua, elencando fatti (un filmato della serata) e circostanze (la denuncia arrivata dopo diversi giorni). Ora non mi passa per la testa di sostituirmi a chi dovrà giudicare i fatti, tenendo in massimo conto anche l’altra campana, però sul fiele lanciato a bidoni da politici, giornalisti, fancazzisti dei social contro Grillo non ho remore a dire che è penoso.

Una vendetta trasversale, né più né meno di quelle di mafiosi e ‘ndranghetisti, per ripulirsi alla buona dalle denunce fatte dai Cinque Stelle su mille scandali. Sono così i nostri garantisti. Sempre a vele alterne, a seconda di dove tira il vento.

32 replies

  1. Penso che Grillo abbia ragione, alla fine si tratta di una nottata degenerata, tant’è che all’amica non è successo nulla, poi dove girano fiumi di alcol i confini diventano difficili da stabilire. Il brutto è che quelle che veramente subiscono violenza dopo non vengono prese in considerazione seriamente

    Piace a 1 persona

    • è arrivata la giudice che ha letto tutte le carte e ha già emesso la sentenza.
      quindi la ragazza si è inventata tutto, è una mitomane eh? del resto il giorno dopo è andata a fare kitesurf.
      ma che cazzo di lavaggio del cervello vi ha fatto il Pagliaccione per difenderlo così senza sapere neanche di che parlate?
      ma aspettate la sentenza prima di lanciare le vostre perle di saggezza, zio walter.

      Piace a 1 persona

      • Sono leghista, non mi importa nulla di difendere Grillo, e anche Salvini, ho commentato solo il fatto fine a se stesso e no, non si può paragonare la denuncia di questa modella italosvedese che è andata a comprare le sigarette (dopo un rapporto) con uno di loro, ha postato foto della vacanza nei giorni seguenti ecc. con le VERE vittime di violenza (dulcis in fundu l’avvocato scelto dalla famiglia è G Bongiorno, si la stessa che ha difeso Salvini, Andreotti ecc…..

        Piace a 1 persona

  2. Grollo doveva assolutamente astenersi dal commentare: con quel video poi!
    Il figlio è maggiorenne, la ragazza anche. Lavorassero i tribunali. Così ha solo dato maggior fisto ai giornali, senza concludere alcunchè.

    Piace a 2 people

  3. Per giudicare ci sono i tribunali.Grillo non può lamentarsi perché può pagare i migliori avvocati e difendere il figlio al meglio.Al contrario di chi è in carcere per una mela ed è stato difeso da un avvocato di ufficio

    Piace a 1 persona

  4. Pedullà coglionazzo, qui non si parla di esprimere la propria opinione, ma
    1) di usare il proprio potere mediatico per cercare di influire sulla magistratura (altrimenti a che serviva quel video? a convincere gli adepti della setta di Grillo che il figlio è innocente? e che gliene frega alla gente? è una vicenda personale di Grillo. no, quel video era diretto a giudici e PM e voleva dire: io, il Supremo Pagliaccione, vi dico quello che è giusto e quello che è sbagliato perché io so’ io e voi nun siete un cazzo)
    2) di essere coerenti. Grillo e i suoi frustrati seguaci sono sempre stati quelli che puntavano il dito. se uno era anche solo indagato per loro era già colpevole, e fioccavano articoli di Travaglio che lo mettevano alla gogna. adesso che è in ballo il figlio di Grillo l’Elevato Buffone si scopre garantista e dice che è colpa della ragazza che è andata a fare kitesurf.
    Miserabile doppiopesista.

    Piace a 1 persona

    • Scusa ma prima dici “è arrivata la giudice” a Paolabl perché ha espresso la sua opinione e poi accusi grillo di fare pressione sulla magistratura (che è anche una cosa piuttosto grave) solo perche ha fatto un video in cui dice la sua? Come se non avesse mai fatto un video in cui dice quello che gli pare…
      Cioè sei libero di dire quello che vuoi però non andare a criticare gli altri poi le lo fanno.
      E poi scusa, da quando fai pressione alla magistratura mostrando in un video le prove che sono già state esibite? Perché, magari sbaglio io, ma mi sfugge il modo in cui possa guadagnarci la magistratura.

      Piace a 1 persona

      • io non mi sono espresso nel merito: non so se Ciro Grillo è colpevole o no, non ho visto il video, non ho letto le carte, non ho ascoltato una sola persona informata dei fatti.
        detto in breve: non so un cazzo se non quello che hanno pubblicato i giornali, e sappiamo quanto sono obiettivi i giornalisti.
        e come me il 99% degli italiani non sa un cazzo, gli unici che sanno sono quelli coinvolti e i magistrati che indagano.
        quindi non giudico, non mi permetto di dire chi ha ragione. ed è per questo che ho criticato chi ha detto che Grillo Ciro non ha fatto nulla ed è stata solo una bravata, ma dico lo stesso di chi lo accusa a prescindere.
        non lo sappiamo, ok?
        quanto a Grillo ho già detto: non è il vecchietto che dice la sua al Bar dello Sport, è il capo-garante-vattelapesca del primo partito in Parlamento, che ha usato il suo blog per aizzare i suoi adepti contro i magistrati cattivi che osano indagare suo figlio su indicazione di una mitomane che il giorno dopo fa kitesurf e denuncia dopo 8 giorni.
        se solo io lo trovo grave, forse qualquadra non cosa.

        Piace a 1 persona

      • Capisco ciò che dici, io mi riferivo solo al fatto che anche dire che Grillo usi il video per creare pressione sui magistrati è un opinione, appunto perché di video in cui dice quello che vuole ne ha sempre fatti per così. Ed è per questo, e per il fatto che lui da padre sia stufo di sentir dire che suo figlio è uno stupratore, che credo che non abbia fatto il video per “aizzare i suoi adepti contro i magistrati cattivi”, piuttosto come sfogo (non dico che abbia fatto bene avendo comunque ancora un certo ruolo in politica). Anche perché i 5stelle non hanno neanche fiatato, quindi se li avesse aizzati mi sarei aspettato fiumi di persone davanti ai tribunali o in piazza per contestare i giudici o chicchessia. Inoltre nel video, ditemi se mi sbaglio, ma mi sembra che si sia limitato a dire delle cose anche piuttosto evidenti, cioè che il giudice non ha neanche emesso una sentenza di custodia cautelare, appunto perché neanche lui è così convinto che il figlio sia uno stupratore come i giornali dicono, aggiungendo che c’è anche il video che lo scagiona e che la ragazza ha denunciato 8 giorni dopo.
        Sicuramente se non avesse usato quei toni non si sarebbe scatenata questa polemica, ma credo che essendo il padre del ragazzo imputato di ciò sia perdoabile, ma sui contenuti appunto si è limitato a dire delle cose evidenti.
        Ovviamente crede che suo figlio sia innocente per le varie prove, ma ha detto che se fosse appunto uno stupratore ce lo porterebbe lui a calci in culo in galera.

        "Mi piace"

    • “Grillo e i suoi frustrati seguaci sono sempre stati quelli che puntavano il dito. se uno era anche solo indagato per loro era già colpevole”
      Falsissimo, la teoria era che se sei indagato ti fai da parte e attendi di essere giudicato. Il concetto che c’era dietro è che ad esempio, se sei indagato per pedofilia, finché non si verifica che è una falsa accusa, se permetti non rischio nel frattempo di affidarti un minore. E infatti successivamente si è specificato che la regola non valeva per qualsiasi tipo di reato, perché poi gli avversari politici ci hanno speculato sopra denunciando gli avversari 5S per qualsiasi stronzata (Raggi docet).

      "Mi piace"

  5. Grandissimo Gaetano!! Giusto una notizia per la cronaca: indovinate un po’ chi è l’avvocato della ragazza? Giulia Bongiorno…!!!!

    "Mi piace"

    • gombloddooooooooo!!!!1!!
      si scoprì che la ragazza era al soldo dei poteri forti e della Ka$ta che, su ordine di Mario Drago, delle banche, dei politici disonesti e del felpato / felpini / Capitone cercava di minare la credibilità dell’Elevato Pagliaccione per impedirgli di riformare questa Italia corrotta col suo partito di honesti!
      ma per fortuna c’è chi ha scoperto tutto e lo denuncia!
      svegliaaaaaaaaaa!!!!1!!!!!!2!!

      Piace a 1 persona

  6. Un Sallusti del M5S questo Pedullà.??
    Sfido che piace ai grillini di oggi, non certo di ieri, berlusconizzati come sono attendiamo che inizino a cantare “meno male che Beppe c’èèèèè”

    "Mi piace"

  7. Ma perché se uno critica Grillo deve essere inglobato nei fascisti, giustizialisti, leghisti, prenditori, piddini, partitocrtici fino ad arrivare ai sostenitori di “Ruby nipote di Mubarak”?

    Questo Pedullà mente sapendo di mentire.
    L’unica cosa che mi conforta è constatare che è facilmente sgamabile.
    Se fossi un sostenitore (io, lo ripeto, sono stato solo un elettore M5S per disperazione più che per convinzione) mi sentirei offeso dalle parole di Pedullà.

    È un propagandusta non un giornalista.
    E l’unico motivo per cui vi piace è che lecca il culo al M5S.

    Un giornalista che meriterebbe di rientrare nella rubrica “giornalista del giorno” è diventato un punto di riferimento nel M5S.

    Il garantismo qui c’entra eccome!
    Allora voi direte: ha ragione Pedullà?
    No, assolutamente, perché è Grillo che ha già emesso la sentenza assolvendo il figlio.
    Il GIUSTIZIALISMO è anche emettere una sentenza di assoluzione o colpevolezza prima della fine del processo.
    Ed è quello che ha fatto Grillo in favore di SUO FIGLIO ed a sfavore della ragazza.

    GRILLO NON È STATO GARANTISTA CON LA RAGAZZA.

    E contemporaneamente è stato un GARANTISTA PELOSO nei confronti del figlio.

    Il fatto che sia un padre mi spinge a perdonarlo come padre non come leader politico.

    Grillo per i cazzi suoi ha messo in imbarazzo il movimento e ha offerto ai garantisti ladri di questo Paese un valido motivo per ringalluzzirsi.

    Grillo è una zavorra! Liberatevene!

    "Mi piace"

    • Rileggi meglio, hai interpretato male le parole di Gaetano che non ha detto assolutamente nulla su Grillo e il suo video, ma fatto semplicemente notare come i famosi garantisti che hanno difeso l’indifendibile, ora si scagliano contro Beppe che prova a difendere anche lui il filglio, tra l’altro principalemente dai giornalisti che hanno già emesso la sentenza.

      "Mi piace"

      • Vedila come puoi ma per me chi antepone i cazzi propri ai cazzi comuni andrebbe cacciato a calci in culo dalla politica.
        Senza eccezioni o timori reverenziali.
        Se la politica è uno schifo è perché abbiamo politici che antepongono i loro interessi personali e di cricca agli interessi collettivi.
        È questo il cancro italiano che genera tutti i mali che ben conosciamo.

        "Mi piace"

  8. Tra tutti gli avvocati che ci sono in Italia le ragazze che accusano il figlio di Grillo hanno scelto una parlamentare della Lega ( la Bongiorno)…assomiglia vagamente ad un processo politico, ma solo vagamente

    "Mi piace"

  9. Singolari questi travaglin manettari, se i magistrati (minuscolo) rovinano la serata al figlio del comico, apriti cielo, se invece rovinano la vita alle famiglie di gente per bene (vero davigo…) allora niente di male… andè a ciapà di rat

    "Mi piace"

    • a) Grillo avrebbe fatto molto meglio a tacere:
      b) tutte le anime belle che su scandalizzano per il video di Grillo hanno dimenticato che è da 1/4 di secolo che tutti gli accusati blaterano di giustizia politicizzata?
      c) i casi sono 2: o la ragazza è stata violentata e quindi è una vittima o non lo è stata e vittime sono quelli che lei ha accusato ingiustamente, al momento dare adito alla versione dell’una o degli altri è solo questione di simpatia o antipatia.

      Piace a 1 persona

  10. Peppo Grillo e’ un po’ fessacchiotto, non e’ colpa sua, so’ cose che capitano.

    Ai pennivendoli in servizio permanente effettivo non sara’ sembrato vero di ritrovarsi per le mani un video cosi’, non avrebbe potuto essere peggiore se i pennivendoli stessi avessero scritto il testo e fatto la regia.

    Il Grillo e’ quel tipo li’, la spara come viene viene e poi si rende conto dopo un paio di settimane della belinata, magari alla fine si ripigliera’ e chiedera’ scusa alla ragazza.

    Una nota a parte per la difensora, avvocata Bongiorno Giulia, nota ai piu’ per la difesa di Andreotti Giulio, presunto mafioso, e di Salvoini Matteo, presunto sequestratore (nonche’ presunto pollitico). L’avvocata, che sembrerebbe avere una predilezione per i pollitici ladri, mafiosi e sequestratori, presunti, (che poi uno si confonde e non riesce piu’ a distinguere tra ladri mafiosi e pollitici), l’avvocata dicevo stavolta difende una vittima (presunta) di un reato (presunto). Non vorrei che mi diventasse forcaiola pure lei.

    "Mi piace"

  11. Ricorda un po’ il caso Assange!! Ma la vittima di Assange aveva anche lei l avvocato Goodmorning?? O era goodnight

    "Mi piace"

  12. Grillo con quel video – che mi ha veramente stupito – si è fregato da solo. E ha fregato il M5s ( e Conte).
    La Bongiorno non avrebbe potuto fare meglio.
    Che cosa strana è la vita: metti insiene nel corso di anni, dal nulla spendendo soldi ed un sacco di energie, un Movimento che ottiene la maggioranza in parlamento. Resisti ad attacchi di ogni tipo, e poi… cuore di mamma (anzi, di papà).
    Siamo proprio Italiani… Non guariremo mai.

    "Mi piace"