Il monolocale dell’ex sottosegretario alla difesa Tofalo

(Fiorenza Sarzanini – il Corriere della Sera) – Il monolocale ristrutturato e arredato si trova nel palazzo dell’ Aeronautica, a Roma. Il deputato del Movimento 5 Stelle Angelo Tofalo lo ha ottenuto come alloggio di servizio quando era sottosegretario alla Difesa. E a un mese dalla caduta del governo guidato da Giuseppe Conte non lo ha ancora liberato.

È vero che la legge gli concede 90 giorni per lasciarlo, ma già l’ assegnazione era stata un’ eccezione e per questo gli sono state comunicate le «cessate esigenze». Il parlamentare del M5S però non risulta aver effettuato il trasloco, nonostante abbia un’ altra casa nella Capitale e dunque non ci sia alcun motivo concreto per mantenere la titolarità del contratto.

Non è la prima volta che accade. Nel novembre 2019 si scoprì che anche Elisabetta Trenta – pure lei dei Cinque Stelle – aveva tenuto l’ alloggio di servizio dopo essersi dimessa da ministra della Difesa. Lei spiegò che le spettava perché il marito è un militare, salvo essere poi costretta ad andare via visto che la coppia aveva una casa di proprietà a Roma, dunque nessun diritto a rimanere.

L’ appartamento assegnato a Tofalo ha camera da letto, bagno, soggiorno e cucina. Si trova nello stabile di via Castro Pretorio, di fronte al palazzo che ospita lo Stato Maggiore dell’ Arma azzurra, dove lo stesso Tofalo aveva l’ ufficio.

Il prezzo dichiarato come alloggio di servizio era 300 euro, cifra che adesso dovrebbe essere stata «ritoccata» visto che lui lo occupa come «ospite». A questa somma vanno aggiunti circa 100 euro per le utenze. Sembra scontato che debba andare via, rimane da capire perché non l’ abbia fatto appena ha smesso di essere sottosegretario. Perché abbia ritenuto di continuare a utilizzarlo pur non avendo più alcun incarico di governo e soprattutto alla Difesa.

Dell’ Aeronautica è sempre stato un sostenitore, sul profilo Twitter spiega di essere stato «rapito dall’ Intelligence per diffondere la cultura della Sicurezza», sostiene le forze armate e l’ Aeronautica con particolare impegno. Ma la casa è comunque un privilegio, un benefit che non gli spetta.

Nel gennaio 2020 era stato proprio Tofalo, nel pieno delle polemiche sugli alloggi occupati dai «sine titulo», a sostenere che «la Difesa deve accelerare nella riacquisizione dei propri beni». Buona intenzione che nel suo caso deve aver trovato eccezione. L’ alloggio gli è stato attribuito appena diventato sottosegretario anche se la direttiva emanata dallo stato maggiore della Difesa non lo prevede.

Si tratta comunque di una scelta discrezionale, che può essere dettata da motivi di sicurezza e dunque, almeno fino a che ha ricoperto l’ incarico nessuno ha eccepito sulla regolarità dell’ assegnazione. La scelta di ristrutturare l’ appartamento è comunque apparsa eccessiva visto che nello stesso palazzo per nessun altro alloggio si è deciso di fare altrettanto e tanto è bastato per scatenare le ironie sul «Movimento 5 stanze». Ma nulla è stato eccepito.

Ora sono però cambiate le condizioni e proprio perché si trattava di un’ eccezione ci si aspettava che nel giro di pochi giorni sarebbe stato organizzato il trasloco. Non è accaduto e lo Stato maggiore ha deciso di avviare la procedura comunicando con una lettera i termini per la riconsegna dell’ appartamento. I 90 giorni dopo i quali scatta lo «sfratto» scadono il 16 maggio. Alla Difesa giurano che Tofalo farà i bagagli al più presto.

16 replies

  1. Fiorenza Sarzanini, non avevo proprio null’altro da scrivere che riportare una notizia di una miseria e di uno squallore unico, tipico dei “giornalai” di mestieri, senza vergogna e senza pudore pur di assolvere i desideria dell’editore! Puah….

    Piace a 2 people

  2. concordo articolo di uno squallore unico visto che anche lei confermi che Tofalo ha tempo 90 gg da fine cessato mandato per abbandonare l’alloggio.
    Non si capisce veramente questo processo inutile e squallido

    "Mi piace"

  3. metodo Littorio Feltri-Nosferatu Sallusti
    mi ricorda molto la campagna mediatica del 1995 imbastita dall’informazione padronale di Berlusconi chiamata “Affittopoli” per colpire D’Alema.
    Quello era un appatamento di 146mq dell’INPDAP, questo un monolocale che dovrà lasciare a breve.
    Quello era uno dei principali esponenti politici della sinistra, questo un povero fortunello che scomparirà al prossimo giro.

    "Mi piace"

  4. Questo si articolo di “giornalismo d’inchiesta”, vuoi mettere quel disinformatore di Jacona “Presa diretta “che fa inchieste sulla n’drangheta, ma cosa vuoi che sia non interessa a nessuno, al popolo interessa di più “le vere inchieste giornalistiche” sul deputato del Movimento 5 Stelle Angelo Tofalo che ha ottenuto alloggio di servizio quando era sottosegretario alla Difesa e a un mese dalla caduta del governo guidato da Giuseppe Conte non lo ha ancora liberato e “onestamente” ci informa che ha 90 gg per abbandonarlo.
    Vero giornalismo Novella 2000

    "Mi piace"

  5. “L’ appartamento assegnato a Tofalo ha camera da letto, bagno, soggiorno e cucina. Si trova nello stabile di via Castro Pretorio, di fronte al palazzo che ospita lo Stato Maggiore dell’ Arma azzurra, dove lo stesso Tofalo aveva l’ ufficio.”

    Sono le coordinate per eventuali citofonate?
    Noto un tono delatorio e minatorio che supera anche il concetto di squallore…
    Ma bisogna capirla… le hanno tolto l’assistenza dell’altra esperta di regioni a colori e gli argomenti abbordabili da cotanto intelletto solitario scarseggiano.
    Per la serie: una sapeva leggere e l’altra sapeva scrivere. Ora che si fa?
    Si frantumano gli zebedei ad un 5s ( mica è casuale) e gli si fomentano eventuali disordini sotto casa.
    Ma brava!

    "Mi piace"

  6. più che un articolo una confessione: sono vicedirettore del corriere della sera, scrivo e pubblico notizie vuote, ridicole e tendenziose e non me ne vergogno

    "Mi piace"

    • @ nick

      Ma davvero questa… questa… questa… come definirla se non TURPE persona è vicedirettore del
      Corriere della Sega?
      Me ne compiaccio perchè con simili elementi la morte di quel fogliaccio propagandistico sarà
      ancora più veloce e, spero, non indolore.

      "Mi piace"

  7. È un’eccezione la direttiva non lo prevede, ma è anche una scelta discrezionale per motivi di sicurezza.
    Ha tempo fino al 16 Maggio, ma come mai non ha ancora traslocato?
    Deciditi Fiore’!

    "Mi piace"

  8. Corriere come Dagospia, la competizione è accesa, con risultati imprevedibili. Complimenti alla Sarzanini, presto D’Agostino ti chiamerà per fare articoli da lui, ma occhio a Senaldi, anche lui potrebbe essere interessato.

    "Mi piace"

  9. Fiorenza Sarzanini, si vede che lei non ha nulla da raccontare visto che si accanisce su un 5s (tanto per cambiare) che, comunque, è ancora nei termini per lasciare l’appartamento della questio.
    Ci sono ben altri argomenti di cui occuparsi e ben più gravi scandali di cui scrivere. Ma forse lei ha gli occhi foderati di prosciutto e li apre solo quando fa comodo a lei o al suo padrone.

    "Mi piace"

  10. Se ha una casa in citta’, se e’ decaduto dall’incarico gia’ da un pezzo… Ma che ci resta a fare?

    Un mese!

    "Mi piace"