Crisanti: “A mettere in dubbio il vaccino è il Ceo di Pfizer che vende le sue azioni, non io”

(Enrico Mingori . tpi.it) – Andrea Crisanti, di microbiologia dell’Università di Padova, ha scatenato un putiferio per alcune dichiarazioni sul vaccino contro il Covid-19. Intervistato durante il Festival di Focus, ieri, giovedì 19 novembre, il celebre virologo ha dichiarato: “Non farei il primo vaccino anti-Covid che dovesse arrivare a gennaio”.
Professore, davvero a gennaio non farebbe il vaccino?
“Guardi, ho detto una cosa molto semplice, e cioè: ‘Nel momento in cui ci saranno dati che dimostreranno l’efficacia e la sicurezza del vaccino, mi vaccinerò’. Questo ho detto. Mi è stata fatta una domanda a bruciapelo, mi è stato chiesto: ‘Lei, oggi, si vaccinerebbe?’. E io ho risposto: ‘No, oggi no perché ancora non sono usciti i dati’. Niente di più”.

Le è stato chiesto che farebbe a gennaio, quando sembra che in Italia arriveranno le prime dosi.
“Ma stiamo parlando di un vaccino che ancora non è stato approvato! Abbiate pazienza: possibile che una cosa così lineare debba essere strumentalizzata?”.

Ritiene di essere stato strumentalizzato?
“Ho avuto il coraggio di dire quello che penso. Finora noi possiamo fare valutazioni solo su dichiarazioni fatte dalle aziende. E, sulla base di solo queste dichiarazioni, io il vaccino non lo farei. Bisogna aspettare che la comunità scientifica lo approvi. Non mi sembra così insensato”.

Perché, secondo lei, queste sue parole hanno fatto così clamore?
“Non lo so, guardi. Nessuno però si è scandalizzato per il fatto che il Ceo di Pfizer ha venduto le sue azioni dell’azienda il giorno dopo quell’annuncio (quello secondo cui il vaccino prodotto dalla multinazionale insieme a Biontech ha un’efficacia del 90%, ndr). Eppure lui è la persona più informata: perché si è venduto le azioni se pensa che il vaccino sia efficace?”

Lei cosa pensa?
“Che sono queste azioni che minano la fiducia nel vaccino. Non persone equilibrate che fanno un discorso di sicurezza, come ho fatto io”.
Però in effetti lei sembra quantomeno diffidente rispetto a questi vaccini…
“No, non sono diffidente. É che c’è una mancanza di trasparenza. Ritengo che il comportamento del Ceo di Pfizer sia stato censurabile dal punto di vista etico. É lui che ha generato dubbi sul vaccino, non io”.

Le dà fastidio che alcuni l’abbiano accusata di essere diventato un No Vax?
“La mia posizione non potrebbe essere più distante da quella dei No Vax”.
Cosa risponde a chi accusa lei e altri suoi colleghi, quando mettete in guardia su certe situazioni di rischio, di essere dei menagrami o, addirittura, di trarre vantaggio da un clima di paura?
“Io penso che le persone debbano essere giudicate sui fatti”.

La sento molto amareggiato…
“Sono amareggiato, sì. Soprattutto per le reazioni di certi colleghi, che ritengono che quella mia dichiarazione possa avvantaggiare i No Vax. Quando invece proprio quella mia dichiarazione può indurre le persone a vaccinarsi, molto più di certe loro posizioni manichee. Mi hanno trattato come se non fossi uno di loro. Questo mi ha amareggiato molto”.

Alcuni suoi colleghi hanno detto e scritto che i vaccini contro il Covid sono efficaci.
“Beati loro. Si vede che hanno accesso a informazioni privilegiate che io non ho…  Io penso solo di aver intercettato in modo corretto alcune delle perplessità della gente comune. Se il 70% degli italiani è scettico rispetto al vaccino, ci sarà una ragione: o sono tutti i idioti?”.

I vaccini in produzione sono stati testati in tempi molto brevi, Questo può essere un elemento di rischio?
“Tempi brevi o lunghi, a me non interessa. A me interessa solo che i dati siano solidi”.
Il fatto che le tre fasi siano state svolte in parallelo mina la credibilità di questi vaccini?
“No. In genere queste fasi vengono svolte una dopo l’altra e senza sovrapposizioni, in modo da diminuire i rischi economici. In questo caso hanno pagato i contribuenti e quindi è stata possibile un’accelerazione, che – per carità – è positiva. Però è chiaro che la valutazione di un vaccino su fasi parzialmente sovrapposte è più complessa”.

Ma è vero che per testare un vaccino serve non meno di 5/8 anni?
“No. In genere per sviluppare un vaccino ci volevano dai 5 agli 8 anni, perché le diverse fasi venivano effettuate una dopo l’altra. In questo caso chiaramente hanno fatto prima perché, appunto, le fasi di sperimentazione sono state parzialmente sovrapposte e perché questo è un vaccino genetico, quindi molto più facile da sviluppare”.

Vede profili di rischio particolari?
“Non lo possiamo sapere. Stiamo discutendo di una cosa di cui nessuno sa nulla. Questo è quello che io ho voluto mettere in luce”.
I vaccini che sembrano più vicini all’approvazione sono quelli di Astrazeneca, di Pfizer e di Moderna. Ritiene uno di questi più o meno affidabile degli altri?
“É ancora troppo presto per dirlo”.

E del vaccino russo che ne pensa?
“Su quello, se non altro, stanno iniziando a far vedere qualche dato. E sembra promettente”.
Professore, dopo essere stato accusato di essere No Vax, se ora mi dice che il vaccino di Putin è più affidabile scatena un altro putiferio…
(Ride) “Non ho detto affidabile. Però promettente sì, sulla base di quello che hanno fatto vedere. Se questi dati li avesse fatti vedere una istituzione che ha una reputazione migliore, sarebbe stato meglio”.

Dietro questi annunci sull’efficacia dei vaccini, c’è la spinta delle grandi multinazionali?
“Guardi, non voglio fare questa dietrologia. Mi interessa solo che il vaccino funzioni.”
L’approvazione di un vaccino da parte delle Autorità sanitarie sarà sufficiente per ritenere quel vaccino affidabile?
“Mi fido del giudizio delle Autorità sanitarie e di quello della comunità scientifica. Non ho ragione per dubitarne”.
Quindi, se le autorità scientifiche e regolatorie dei vari paesi approveranno un vaccino e lo riterranno efficace e senza effetti collaterali, lei si vaccinerà?
“Sì”.

C’è troppo entusiasmo attorno a questi vaccini?
“Questo non lo so, non lo posso sapere”.
Il vaccino non è ancora approvato, ma il Governo e Arcuri parlano già apertamente della campagna di vaccinazione. Se lei fosse al governo, si manterrebbe più prudente?
“Se fossi al governo e avessi informazioni privilegiate, le condividerei”.

Non le stanno condividendo…
“Forse allora non le hanno”.
Allora significa che sono troppo avventati?
“Guardi, se non le hanno, non hanno motivo per parlare. Ma mi faccia aggiungere una cosa…”.
Prego…
“Non è che queste grandi industrie si siano inventate questi dati di efficacia sui vaccini. Se li hanno annunciati così, significa che ne sono certi. Tuttavia va detto, per loro stessa ammissione, che sono parziali. Io ho espresso solo una manifestazione di prudenza”.

19 replies

    • Io se fossi Crisanti non rilascerei piu’ interviste a nessuno. Tutti pronti a distorcere il pensiero . Si legga e si capisca bene cio’ che ha detto. Purtroppo , per analfabetismo funzionale solo la Turchia sta sotto a noi ed i mass media , in generale, lo alimentano.

      Piace a 1 persona

    • Io se fossi Crisanti non rilascerei piu’ interviste a nessuno. Tutti pronti a distorcere il pensiero . Si legga e si capisca bene cio’ che ha detto. Purtroppo , per analfabetismo funzionale solo la Turchia sta sotto a noi ed i mass media , in generale, lo alimentano.

      Il semplice cittadino dalla Pfizer ha solo un annuncio : pio’ bastargli?

      Piace a 1 persona

    • Si vede che anche Crisanti inizia ad averne i cojoni pieni della gente intelligente come voi… Ma, tranquillo, tempo al tempo: dovrà, di riffa o di raffa, rientrare nei ranghi, se non vuole fare la fine di Faurisson anche lui e il tipo non mi pare all’altezza!

      "Mi piace"

      • @SOMARO CRIMINALE NEGAZIONISTA
        Io ne ho i coglioni pieni di BUFF0Nl come te.
        Apprezzo il lavoro di Crisanti, ma in questo caso ha preso una clamorosa cantonata, perché tutto il suo assunto si fonda di base sulla vendita delle azioni da parte del CEO di Pfizer.
        1) I vaccini sono SICURI e sono stati testati, TUTTI, su un universo enorme, come mai visto prima, di volontari.
        2) Se volessimo basarci solo sull’interesse economico di Big Parma mi chiedo perché non l’abbiano presentato prima, come fatto dai cinesi e dai russi, invece di attendere fine anno.
        3) Dopo la presentazione del vaccino Biontech Pfizer è stato presentato quello della società di Biotecnologie Moderna, che presenta molti più vantaggi.
        4) Il vaccino Moderna si conserva a temperature decisamente meno problematiche rispetto ai – 80°C di quello Pfizer, ed è pure più facilmente trasportabile e maneggiabile per una campagna di vaccinazioni su larga scala. Infine viene proposto ad un quarto del costo rispetto al concorrente.
        5) Il vaccino di Oxford Astrazeneca Irbn verrà proposto ad una cifra ancora più bassa e conserverebbe la sua efficacia pur venendo lasciato a temperatura ambiente per un breve periodo.
        6) Tutte queste notizie hanno ridimensionato il valore dell’azione Pfizer che si era impennata subito dopo l’annuncio. Il CEO di questa società che è uomo di mondo è soprattutto D’affari ha colto il momento per assicurarsi la sua ricca plusvalenza vendendo quella parte di azioni che gli consentiva il contratto di lavoro.
        7) Su questi aspetti di speculazione borsistico alquanto spicciola Crisanti ha dimostrato di non capirci un caxxo.
        8) Naturalmente un COMPLOTTARO BUFF0NE NEGAZIONISTA NO VAX NO MASK E FREEVIRUS come te non aspettava che un appiglio ignorante per partire con le sue STR0NZATE.

        In questo video allegato vengono illustrate le 4 differenti tecniche di ricerca e produzione del vaccino.
        Nel frattempo tu puoi andartene tranquillamente affanq.lo assieme ai noti virologi no Vax del tuo infimo livello, tipo minimo boldi, il sergente pappalardo, Montesano e tutta la marmaglia che cresce in rete.
        MI RACCOMANDO UN PUNTO.
        Siate coerenti fino in fondo, FIRMATE UNA LIBERATORIA PER SOLLEVARE LA SANITÀ PUBBLICA DEI COSTI EVENTUALMENTE SOSTENUTI IN CASO D’INFEZIONE DA COVID.
        ANZI, SIATE COERENTI FINO ALL’ESTREMO. IN CASO DI CONTAGIO NON FATEVI PROPRIO CURARE.

        Il viceministro della Salute, Sileri M5S: “Vero che tutto è stato fatto in fretta. Ma mai ci sono stati tanti finanziamenti alla ricerca e tanti volontari per la sperimentazione”. Locatelli: “Frasi sconcertanti”. Pronti a usare il vaccino altri scienziati. E Bassetti, un Vs idolo minimizzatore chiede al governo di prendere le distanze dalle parole del virologo.

        IL video:

        https://video.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/coronavirus-i-quattro-tipi-di-vaccini-in-arrivo-pro-e-contro/371511/372117?ref=RHTP-BH-I274379573-P5-S1-T1

        "Mi piace"

      • Perdinci, anche gli “appigli ignoranti” adesso? E cosa sarebbero? Pajassso! PS: firmerò volentieri quello che il water aziendale chiede, quando non dovrò più versare obbligatoriamente i mie ciccioli al carrozzone della sanità pubblica, amministrata da faziosi ignoranti senza cervello; nonché quando tutti i fumatori, bevitori, drogati incalliti (sportivi, soprattutto professionisti, compresi), e insomma tutti quelli che mettono a repentaglio volontariamente la propria vita e salute, decideranno di fare lo stesso: apporre una bella firmetta per farsi curare a proprie spese. Fino ad allora vai pure a fare in culo te e tutti gli stronzi della tua fatta: (reitero) pajassso!

        "Mi piace"

    • Vero, Angelo, lo penso anch’io. Ma è l’unica sbavatura, comprensibile dopo questo attacco assurdo.
      Non riesco a credere che abbiano potuto accusare uno scienziato come Crisanti di essere novax. Semplicemente è una persona prudente e cauta che attende dati e certificazione, invece di fidarsi del CEO di Pfizer, dal comportamento piuttosto ambiguo.
      Io, ad esempio, sempre che mi sia permesso farlo (non avrò neanche il vaccino antinfluenzale, per via delle mie reazioni immunitarie particolari), sarei più propensa ad orientarmi verso il vaccino di Oxford/Astra Zeneca, già testato con ottimi risultati sulle persone anziane, anche se ancora non registrato neanch’esso, o sul Moderna, che si conserva più facilmente, quindi meno passibile di alterazioni rispetto a quello Pfizer, che è a RNA, quindi più fragile, e necessita di refrigeratori a – 80°.
      Intanto, è prematuro parlarne, senza certificazione di Ema ed Fda. La scienza non può sacrificare la sicurezza alla fretta.
      Crisanti dice parole sante e stop.
      Qualcuno dovrebbe spiegarlo a Massimo Giannini, che gli ha fatto un’oscena tirata stasera, dalla Gruber.
      Adesso, basta perfino aver avuto il Covid per sentirsi virologi!

      Piace a 1 persona

      • Sono d’accordo. Quella frase è l’unica nota stonata. Ieri ho ascoltato Travaglio a fatti e misfatti e sono d’accordo con lui che spesso gli uomini di scienza parlano il loro linguaggio non adattandolo all’audience. Quando ho letto l’articolo su quel che aveva detto ho avuto impressione negativa, quando ho ascoltato le parole di Crisanti mi sono accordo che l’articolo le aveva completamente travisate. Io da ingegnere mi sforzo sempre di parlare il linguaggio di chi mi ascolta, di farmi capire. Anche questi esperti dovrebbero fare uno sforzo…
        Ascolterò la Gruber su “rivedi la sette”. Io non ho la televisione dal 2008 e vivo in Germania, quindi le emissioni le vedo sempre su internet 🙂

        Piace a 1 persona

      • “Io da ingegnere mi sforzo sempre di parlare il linguaggio di chi mi ascolta…”: uuuuuhhh, e chi ti ascolta? Come è umano lei…

        "Mi piace"

      • Giannini, con quella puzzetta sotto il naso, a parlare di Conte come fa il nano malefico (de angelis), non lo sopporto da tempo. Da quando ha avuto il covid mi ha proprio rotto i coglioni, scusa la volgarità (postumi da sabato sera)!

        Piace a 1 persona

      • E hai visto che sicumera? Sembra che col Covid abbia preso anche una laurea in medicina & chirurgia con specializzazione in microbiologia. Virologo, ci è diventato! L’indignazione con cui si è scagliato contro Crisanti era degna del miglior Gassman!
        Mmmh… facciamo del peggior Cacciari, va’, ché Vittorio si rigira nella tomba…

        "Mi piace"

      • Si si, per quello mi sta sui c. Era tutto indignato, poi è proprio un cretino: l’hanno detto in tutti i modi cosa fare, le regole badilari da seguire, capisco tu abbia infettato tua moglie, ma la madre 90enne, sei veramente un disgraziato a non prendere il maggior numero di “cautele” possibile. E mo oggi sei virologo e immunologo.

        Piace a 1 persona

  1. La Scenzah di Speranza (delle Big Pharma), non ammette critiche.
    La scienza critica è un abominio primitivo, che ha portato quel cialtrone di Galileo al diritto di obbiettare sulla piattezza terrestre
    (e le industrie farmaceutiche a investire in farmaci poco producenti e più rischiosi in termini penali).
    Ora finalmente, la Terra è tornata piatta. Come l’encefalogramma di molti.

    p.s. Il vaccino sarà per i poveri cojoni (che sono la maggioranza e garantiranno l’immunità di gregge).
    Chi ha soldini a iosa, pagherà un’ammenda e potrà evitarlo (state certi che non sarà a portata delle Vostre tasche).
    Vedrete, il mondo progettato dai Davos Man sarà una meraviglia!

    "Mi piace"

  2. Crisanti e Burioni avrebbero dovuto rispondere diversamente alla domanda, ovvero dire semplicemente che faranno il vaccino quando sarà approvato dall’EMA.
    Invece quel NO, in riferimento al fatto che la domanda stupida chiedeva se OGGI si sarebbero fatti vaccinare, ha ringalluzzito orde di no vax che stanno spammando le loro dichiarazioni come prova della non sicurezza dei vaccini.
    A scanso di equivoci, la sicurezza al 100% non esiste per nessuna cosa al mondo. Quindi è inutile che qualcuno tiri fuori la solita storia di un giudice o di una corte che ha sentenziato la non sicurezza (al 100%) dei vaccini.

    Piace a 1 persona

  3. Il dr. Crisanti dice cose sacrosante e condivisibili. Non vedo dove sia lo scandalo. E’ ragionevole avere dei dubbi quando il Ceo di Pfizer vende le azioni che possiede della sua stessa azienda poco dopo l’annuncio sull’efficacia del vaccino…. Per il resto non ci sono dubbi che il vaccino prima o poi arriverà e darà un’aiuto sostanziale ed importante – ma non definitivo – alla sconfitta dell’epidemia. L’epidemia potremo sconfiggerla definitivamente solo se sapremo gestire con intelligenza e pazienza il rapporto con la Natura e con l’Ambiente in cui viviamo. E i buoni comportamenti che abbiamo imparato a tenere ed osservare in questa occasione (distanziamento, igiene personale, uso CORRETTO dei D.P.I.) dovranno entrare nel nostro stile di vita quotidiano, come l’allacciarsi la cintura quando si entra in automobile. Per non farci trovare impreparati alla prossima Emergenza Sanitaria.

    Piace a 1 persona

  4. “…La fatica di far comprendere che parlare di gestione di un virus non significa tout court negarlo, come avviene nel pensiero primitivo dove le cose stesse sovrastano l’uomo e in qualche modo ne sono l’anima, rende anche difficile mostrare i mille esempi che ci sono di questo controllo socio politico della pandemia: per esempio il fatto che Davide Baruffi sottosegretario alla presidenza della regione Emilia Romagna, si sia lasciato sfuggire: “abbiamo proibito l’attività fisica non perché sia la situazione più a rischio ma perché volevamo dare il senso di un regime molto stringente”. Oppure che uno dei membri del Comitato tecnico scientifico, Alberto Villani abbia sostenuto che “l’obbligo di indossare la mascherina è un richiamo, non importa se scientificamente ha senso oppure no”. O ancora l’immunologa Antonella Viola la quale pari pari ha detto: “Il coprifuoco non ha una ragione scientifica, ma serve a ricordarci che noi dobbiamo fare delle rinunce, che il superfluo va tagliato e che la nostra vita dovrà limitarsi all’essenziale”.”: da non credere!

    Piace a 1 persona

  5. I mass media “devono” travisare per fare notizia. Bisogna leggere bene e non un pressapoco, le parole di Crisanti. Se fossi in lui non dare piu’ interviste se non a riviste scientifiche per addetti ai lavori.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.