Popolo sotto élite

(Pietrangelo Buttafuoco) – Certo, popolo contro élite. Questo è il senso del risultato americano ma alla fine, grazie al voto postale, la sfangherà Joe Biden. I democratici trovano sempre il modo di governare senza l’incomodo di vincerle le elezioni e se un paragone può essere utile, eccolo: sarà come in Italia nel 2006 quando Silvio Berlusconi arriva primo ma, oplà, il conteggio dei voti degli italiani all’estero – trasparentissimo, manco a dirlo – consegna il governo a Romano Prodi. Come sempre: popolo sotto élite.

15 replies

  1. Ma che cazzo dice questo ubriacone? Biden è il candidato più votato della storia degli Stati Uniti.
    Il voto postale c’é da sempre ed è sempre andato bene a tutti,oggi che avvantaggia Biden i fascistelli ignoranti di casa nostra adombrano sospetti.
    Che schifo,che gentaglia.
    Ma come non capirli, abituati a rubare e truffare tutto e tutti pensano che gli altri siano come loro.
    Buttafuoco,sei disgustoso.

    Piace a 1 persona

    • Il voto postale c’è sempre stato e da sempre a dato luogo a brogli.
      Infatti da tempo in america a riguardo ci sono perplessità e discussioni.
      Ma il voto postale, nelle proporzioni attuali, non c’è MAI stato. In pratica, centinaia di migliaia di voti, non sono collegati a un volto e un documento. È una situazione talmente assurda, che solo l’America poteva concepirla.

      Riguardo ai brogli, è evidente, che non sai cosa è successo.

      Piace a 1 persona

    • Veramente nel 2016 Hilary Clinton prese qualche migliaio di voti in più di Trump ma grazie alla legge elettorale americana che privilegia i grandi elettori sul voto popolare vinse il parruccato.

      "Mi piace"

  2. Sorvolo sui brogli spudorati, facilitati dall’opportuno Covid, che ha anche contribuito a peggiorare la situazione economica americana che stava andando molto più che bene (ormai sappiamo che il Covid, essendo un virus cinese, è politicamente schierato).
    Chissà, magari un’altra volta.

    Faccio solo una breve considerazione che riguarda noi.
    Con la vittoria di Biden il globalista, la leadership tedesca (anch’essa marcatamente globalista) non avrà più ostacoli.
    Ricordate Obama, che aveva eletto a sua “discepola globalista europea” la Kulona?
    L’Italia perderà forza in ogni trattativa, perchè la sua uscita dall’euro, senza appoggio degli USA (Trump è spiccatamente anti globalista e ostile alle pratiche commerciali scorrette di paesi come Cina e Germania), è fuori discussione.
    Quindi, scordatevi le ridistribuzioni delle risorse boldriniane, perchè il progetto “campo profughi europeo” andrà avanti come un treno; scordatevi la clemenza dei paesi del nord, perchè la spoliazione degli asset e dei beni privati prenderà nuova spinta (e senza il freno di una possibile ribellione italica). Il tutto, garantito e tutelato dai garanti del 4° Reich, dei clandestini e dei lockdown.
    Ah! dimenticavo, la patrimoniale (che esenterà i grandi capitali), credo che non ve la toglierà nessuno.
    Il PD no di certo e menchè meno la Merkel.
    Auguri.

    "Mi piace"

    • Sempre più convinto che MASTERCAZZ sia un troll FILO Putin, legato alla macchina propagandista russa.

      BUTTAFUOCO SEI UN BUGIARDO BASTARDO.
      Io mi ricordo che nelle elezioni del 2006,vinte da Prodi con un vantaggio risibile rispetto ai sondaggi,
      LA COMUNICAZIONE DEI RISULTATI TARDÒ AD ARRIVARE FINO ALLE ORE 23:00.
      E IL MINISTRO DELL’INTERNO CHE SOVRAINTENDEVA ALLE OPERAZIONI DI SPOGLIO,
      IL FORZA MAFIOSO PISANU,
      TROVÒ IL TEMPO, NELLE ORE INTERCORSE FRA LA CHIUSURA DELLE URNE, 15:00,
      E LA COMUNICAZIONE DEI RISULTATI, 23:00
      DI ANDARE A CONSULTARSI CON BERLUSCONI PRESSO LA SUA SEDE ROMANA DI PALAZZO GRAZIOLI.
      ENRICO DEAGLIO SCRISSE UN LIBRO SU QUESTA PAGINA NERA DELLA STORIA D’ITALIA, MA TUTTE LE COPIE VENNERO RITIRATE IL GIORNO SUCCESSIVO ALL’USCITA.
      FASCISTI DI MEXDA.

      "Mi piace"

  3. Appena trovato questo:
    https://news.antiwar.com/2020/11/02/french-airstrikes-kill-over-50-islamic-fighters-in-mali/

    In pratica, la Francia ha bombardato il Mali, reo di essersi ribellato al colonialismo feroce della Francia.
    No, dico, avete presente il Mali???
    Eccoli, quelli buoni, quelli a cui i piddini immigrazionisti (dissonanza cognitiva o malafede?) sono devoti (legion d’onore a go-go).
    Benissimo, cari fanatici di Binen, ora sarete felici di sapere che saranno i nipotini di Hitler e la brava gente di cui sopra, a decidere del vostro futuro. Stappate, stappate schampagnini, come faceste all’epoca di Monti!
    Cin-cin…

    Piace a 1 persona

  4. se il voto postale è ammesso, così come da noi quello degli italiani all’estero (in base ad una legge voluta dal missino Tremaglia!), le chiacchiere stanno a zero: il voto è legittimo. Lo afferma a corrente alternata lo stesso Trump, che pretende contemporaneamente il blocco del conteggio negli stati in cui rischia di perdere, raccontando la frottola dei brogli, e la sua continuazione in quelli in cui potrebbe vincere. Peraltro, anche questa volta, il voto popolare evidenzia che il candidato democratico ha ottenuto svariati milioni di voti in più di quello repubblicano. Accadde anche nel 2016, quando un candidato debole la Clinton ebbe tre milioni di voti in più rispetto a Trump, che riportò una vittoria di collegio. Questi sono i fatti, che sono argomenti insidiosi per chi vive di chiacchiere

    "Mi piace"

  5. Ma Buttafuoco Benedetto, se ci sono “altri” che governano senza vincere le elezioni, come mai i veri vincitori li lasciano governare??!??

    "Mi piace"

  6. mi ricorda tanto una comica dei comici i Tre Tre se non erro, che alla fine della novella come questa concludevano A ME PARE UNA STR……!!!!

    "Mi piace"

  7. Pierpaolo Si nu` Mourt Affftsciout!!!!!!!

    Gli errori, i sospetti, i complessi meccanismi
    Il voto-caos degli italiani all’estero

    Mirko Tremaglia, l’anziano senatore di An ci aveva lavorato una vita: il voto degli italiani all’estero doveva diventare, nei suoi piani e nelle sue speranze, un vero e proprio plebiscito per il centrodestra. Dalle urne della aprile 2006 uscì un risultato del tutto diverso, inaspettato per tutti. Gli italiani all’estero non erano più nostalgici legati a una madre patria….

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.