La Fondazione Vassallo fa partire la raccolta fondi per le famiglie colpite dall’alluvione in Romagna

Il Presidente della Fondazione Dario Vassallo: “Al fianco del popolo emiliano romagnolo, unito contro il dolore, resistente alle intemperie, pronto a rimboccarsi le maniche e a ricostruire sulle macerie”

“Cari amici, in questo momento c’è una parte del Paese in sofferenza. Per mostrare vicinanza agli amici romagnoli e alle imprese del territorio, la Fondazione Angelo Vassallo Sindaco Pescatore ha avviato una raccolta fondi per l’emergenza alluvione. Una drammatica ferita che sanguinerà per diversi anni, alla cui cicatrizzazione possono però contribuire tutti. Abbiamo un legame fortissimo con l’Emilia-Romagna, da sempre vicina alle battaglie della Fondazione Sindaco Pescatore nel nome di Angelo, a cui sono dedicate anche luoghi simbolo delle città emiliane. Non possiamo restare inermi. È nella difficoltà che bisogna sostenere, incoraggiare. Dobbiamo aiutare i nostri amici a rialzarsi. In questi giorni scarseggiano i viveri, gli allevamenti sono allagati. Occorre ricostruire, in particolare dalle “macerie emozionali” perché lo shock di una simile alluvione persiste come trauma. Noi come Fondazione ci siamo”. Ad annunciarlo è il Presidente della Fondazione Dario Vassallo.

“Chiunque può versare un proprio contributo. Ogni euro raccolto e l’utilizzo che ne verrà fatto verranno rendicontati pubblicamente. I soldi saranno versati sul conto corrente dell’associazione “Cittadino Attivo” di Bagnacavallo e saranno gestiti da Elio Bravi, Presidente dell’associazione, nonché referente della nostra Fondazione a Bagnacavallo e Ravenna. Un piccolo gesto per riaccendere la luce e coltivare la speranza per il futuro, grazie alla solidarietà e alla resilienza che da sempre contraddistinguono la nostra Fondazione e di chi ce la vuole fare nonostante tutto. Siamo al fianco del popolo emiliano romagnolo, unito contro il dolore, resistente alle intemperie, pronto a rimboccarsi le maniche e a ricostruire sulle macerie. Adesso occorre fronteggiare l’emergenza. Dopo bisognerà invece riflettere sull’assenza di un piano nazionale di contrasto al dissesto idrogeologico. Da sempre portiamo avanti i principi di ambientalismo di Angelo Vassallo Sindaco Pescatore: proponiamo idee, soluzioni e proposte di legge, spesso inascoltate dai governi centrali e dalle amministrazioni locali. Il pianeta e il climate change ci dicono, tuttavia, che non c’è più tempo!” -conclude Vassallo-.

UFFICIO STAMPA & COMUNICAZIONE

Fondazione Angelo Vassallo Sindaco Pescatore

Nicola Arpaia

Barbara Landi

Categorie:Campania, Cronaca, Interno

Tagged as: , ,

1 reply