Berlusconi: “Senza riforma della Giustizia il governo non sarebbe nato”

Il leader degli azzurri lancia una frecciata a Meloni: “Sbagliato vedere i benzinai come speculatori: sono stati ingiustamente penalizzati”

(affaritaliani.it) – Il governo Meloni fa registrare i primi cedimenti in termini di consensi. L’ultimo sondaggio di Ipsos certifica un calo del gradimento nei confronti sia della premier che dell’esecutivo, rispettivamente di 5 e 3 punti. A confermare le frizioni interne, arriva un’intervista di Berlusconi. Il leader di Forza Italia difende a spada tratta il ministro Nordio e lancia frecciate nei confronti della premier. “La riforma della giustizia – dice Berlusconi al Corriere della Sera – è una delle ragioni per le quali è nato questo governo“. Berlusconi sottolinea che “l’idea che essere garantisti significhi essere meno fermi nella lotta alla mafia è semplicemente assurda. Lo dice un uomo che dopo aver reso permanente nel 2002 il carcere duro, cioè il 41 bis per i mafiosi, nell’ultima esperienza da premier nel 2011 guidò un governo che sequestrò alle cosche beni per 18 miliardi di euro e fece arrestare 6.754 mafiosi, compresi i 29 dei 30 latitanti più pericolosi, altro che cedimento”. Berlusconi affronta anche il tema del carburante, lanciando una frecciata alla premier Meloni.

“Lo sciopero dei benzinai – prosegue Berlusconi al Corriere – è sbagliato perché penalizza i cittadini incolpevoli. Però va detto che i benzinai sono stati ingiustamente indicati come speculatori per un andamento dei prezzi che non dipende da loro“. Berlusconi torna anche sul tema del ruolo del suo partito nel governo. “Forza Italia è fondamentale nel centrodestra, perché “solo noi siamo il centro liberale, cristiano garantista, europeista, atlantico. Senza “non esisterebbe il centrodestra di governo né come coalizione né come partito unico. Coalizione e partito unico “non sono due cose in contraddizione”. Anzi, “il segnale politico delle regionali sarà una nuova importante vittoria del centrodestra, non solo in Lombardia ma anche nel Lazio. Una vittoria che dimostrerà la vitalità della formula politica alla quale abbiamo dato vita da quasi trent’anni”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

3 replies

  1. Berlusconi dice?
    qualcuno lo ha visto e sentito parlare? Gli ultimi video del nano che ho visto, non mi sembrava molto in forma.
    o è il suo alter-ego a parlare?

    "Mi piace"

  2. Lo dice il figlio del direttore della banca Rasini, comprovato bancomat della mafia a Milano. E lo dice uno che aveva per stalliere un boss mafioso, da lui definito “eroe” perché è morto senza aver mai spifferato niente su di lui agli inquietanti. Ma lo dice anche uno che ha avuto il suo braccio sinistro e cofondatore del partito da lui fondata che si è beccato 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa.

    Piace a 2 people

  3. compresi i 29 dei 30 latitanti più pericolosi, il 30 esimo era MMD ,che lo hanno preso ora ahahahah, spara numeri a capocchia come fa da sempre e qualche pesce abbocca pure

    "Mi piace"