Draghi ha fatto Draghi, prendere o lasciare

(Di Fabio Insenga – adnkronos.com) – Mario Draghi ha fatto Mario Draghi. Il copyright è di Matteo Renzi, che aveva auspicato e suggerito questo approccio. Il premier nell’aula del Senato ha parlato chiaro, dicendo per punti essenziali cosa va fatto da qui alla fine della legislatura, e ha poi rivolto ai senatori la stessa domanda che rivolgerà ai deputati: siete pronti a sostenere l’azione del governo con una fiducia vera e non formale? La risposta, ha puntualizzato Draghi, “non la dovete a me ma agli italiani”.

Ora, per cinque ore e mezza, Draghi ascolterà la risposta che arriverà dalle forze politiche e ne trarrà le conseguenze.

Il tratto essenziale dell’intervento del premier è stato il realismo, accompagnato da un linguaggio e da un tono volutamente esplicito. Il rigassificatore a Piombino deve funzionare entro la primavera perché è una questione di sicurezza nazionale; il reddito di cittadinanza va cambiato, perché non deve danneggiare il mercato del lavoro; il carico fiscale sul lavoro va abbassato soprattutto per i redditi più bassi; entro i primi giorni di agosto va fatto un provvedimento corposo per sostenere le imprese e le famiglie alle prese con il caro energia e per aiutare a ricostituite il potere d’acquisto. Tutto questo va fatto senza ulteriori scostamenti di bilancio, perché l’andamento delle finanze pubbliche lo consente.

Ce n’è per tutte le polemiche, le obiezioni e le posizioni di bandiera che hanno portato alla scelta, sofferta, di dimettersi.

Ora c’è un’altra possibilità. È quella di esprimere fiducia rispetto alle priorità che ha indicato. Una fiducia che deve essere vera e che deve comportare comportamenti conseguenti.

Nel rispetto dei propri ruoli, il governo fa la sua parte e il Parlamento anche, prendere o lasciare. Senza ulteriori e dannose ambiguità. Draghi ha fatto Draghi, ora si esprimeranno i partiti e i parlamentari.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

24 replies

  1. Bravo Fabio Insenga, sono contento che tu sia cosi’ eccitato.
    Io credo che questo discorso (non accontenta nessuno, scontenta tutti, soprattutto Lega e M5s) non migliorera’ la situazione, anzi. Draghi chiede ai partiti di rinunciare a rappresentare i cittadini e di seguire ciecamente la sua agenda. I cittadini li sta gia’ rappresentando lui. Peccato che la politica, soprattutto con le elezioni vicine, richieda la capacita’ del premier di mediare per arrivare a compromessi accettabili. Draghi non ne e’ capace. Lungimiranza zero, a meno che il suo obiettivo sia esattamente quello di “farsi mollare”. In ogni caso, un’altra grande lezione di leadership da parte del Migliore… Ma quando a smetteremo di affidarci ai tecnici???

    Piace a 3 people

      • Certo, certo. Draghi e’ l’unico, anzi, l’ultimo argine tra noi e lo Sri Lanka. Dove l’ho gia’ sentita?

        "Mi piace"

      • No Andy non è un argine, perchè viviamo in democrazia e i partiti alla fine sono quelli che comandano. Quei beceri partiti che i grillini detestavano e invece adesso difendono, insieme a Travaglio, come paladini della libertà. Gli italiani votano quei partiti che raccontano loro frottole e che porteranno allo sfascio il paese? Bene, che sia sfascio. Vatti a studiare la storia di Alcibiade e la guerra di Atene a Siracusa. La democrazia è questa, porta anche allo sfascio.

        "Mi piace"

  2. Draghi ha fatto il Draghi.
    Se gli va bene, continua al suo posto umiliando vieppiù il Parlamento.
    Se gli va di lusso, lo mandano a casa a riposarsi in attesa che Mattarella lasci libera la poltrona e al suo posto mettono un Franco qualsiasi, e la colpa sarà di Conte.

    Piace a 2 people

  3. esempio non proprio calzante:
    ALCIBIADE : fu oratore e statista di altissimo livello appartenente ad un clan aristocratico.
    consigliere strategico, comandante militare e politico cambiò più volte il proprio partito politico, fu fautore di un’aggressiva politica estera, cambiò spesso alleanze e nemici, prima politico e stratega ad Atene, cambiò alleanza e aiutò Sparta a sconfiggere Atene, riparò in Asia e si offrì ai persiani, tornò ad Atene e venne sconfitto dai spartani, cercò di offrire i suoi servigi a tutti i tiranni dell’epoca, per venire poi ucciso dai suoi moltissimi nemici.

    Piace a 1 persona

  4. il reddito di cittadinanza va cambiato, perché non deve danneggiare il mercato del lavoro

    ECCERTO, questi poveri imprenditori che non sono capaci di offrire stipendi da più di 500 euro mentre loro fanno montagne di soldi e girano con i SUV Porsche intestati come ‘auto aziendali’.

    Poi per quel che riguarda gli ‘italiani’ e i partiti.

    Il 70% degli italiani è CONTRO le armi all’Ucraina.

    Draghi che dice? Io rappresento l’Italia e quindi diamo le armi all’Ucraina. Di Maio invece se la prende con le interferenze russe.

    Ma peggio di Renzi e Berlusconi, poté Draghi.

    Piace a 3 people

  5. Proprio come diceva Andeotti il potere logora chi non ce l’ha, ed il logoramento del drago di Comodo, c’era già apparso visibile quando fu trombato alle quirinarie.
    Oggi l’uomo della provvidenza, arrivato a sostituire Conte, è scocciato dal dover sempre rendere conto di tutte le manovre che fa. Lui il novello Schettino ci ha portato a sbattere bypassando anche la nostra costituzione, evidente, inutile orpello a cui fare riferimento. Ma mi chiedo a che serve avere una costituzione se poi il primo Leviatano, la oltraggia, la riduce a semplice carta straccia e nessuno può fare opposizione e richiamarlo al rispetto. Questo costituirà un gravissimo precedente.
    Ora Egli il Leviatano, non a caso descritto come un terribile drago d’acqua mitologico, ha bisogno di ampi poteri, ha bisogno che il manovratore non sia disturbato, di poter fare e disfare a suo piacimento
    Che strana idea di democrazia, non è arrivato ad essere a capo dello stato ,ma esige un potere assai più forte, un dominus con potere decisionale in ogni campo.
    Ci troviamo davanti a un nuovo Mussolini?! Facciamo bene attenzione perchè passare da una democrazia ad un a dittatura è un attimo!

    Piace a 1 persona

  6. Castellone (M5s): “In 18 mesi smantellate tutte le nostre misure. Togliamo il disturbo”
    “In questi 18 mesi sono state smantellate tutte le nostre misure”, attacca la capogruppo M5S Mariolina Castellone, intervenendo in dichiarazione di voto a Palazzo Madama. La senatrice Castellone poi annuncia che il Movimento 5 stelle non parteciperà al voto. “Togliamo il disturbo”

    Piace a 3 people

  7. GRAZIE GIUSEPPE CONTE. GRAZIE M5S.
    Grazie di essere riusciti a farvi scavalcare da Salvini, e addirittura da Forza Italia.
    Grazie di avere consegnato l’Italia tra le braccia della Meloni.
    Grazie perché, con la destra al potere, è sicuro che Reddito, Salario minimo, Superbonus e tutto il resto, saranno definitivamente affossati.
    Capolavoro.
    (Continua)

    "Mi piace"

  8. Di chi parli? Del Centro-destra? Di Salvini, Meloni e Berlusconi?
    Gliel’hanno proprio offerto su un piatto d’argento. E quelli non sono i tipi che cincischiano.
    Applausi.

    "Mi piace"

    • Tuttoguasto
      Ma non hai gigino o bibitaro a far da sentinella?
      Di cosa ti lamenti, non sei mai contento,
      Meglio se passi il tuo tempo a raccogliere sterpi, ne avrai bisogno tra non molto settimane.

      "Mi piace"

    • Scusa Loquasto se il destino cinico e baro ( le elezioni) ti rifila la Meloni e tutto il centrodestra ad ottobre o ad aprile/maggio, circa 6 mesi dopo, ti cambia molto? Forse è preferibile farli “piangere” ( e noi con loro…) prima, con tutti i cazzi che gli pioveranno sulla testa. E un minimo di opposizione più credibile di ciò che resta dei 5stelle potrà seminare bene.

      "Mi piace"

  9. Quanto sei cinico.
    Sai quante cose si sarebbero potute fare in sei mesi?
    Sai quante cose si potranno smontare già prima della fine dell’anno?
    Conte e il M5S pensavano di comandare i giochi e invece hanno solo tirato su la palla per far schiacciare Salvini & Co.
    Li hanno fregati, come al solito.

    "Mi piace"

  10. Io tutta questa sicurezza che vinca la Meloni o cdx non ce l’ho mica…
    Sarò bastian contrario ma ho paura (si proprio paura)che le forze PD centriste,con tutta lo spiegamento di forze del fior fiore di leccacu… emh giornalisti,riesca a ottenere un gran risultato,proprio pestando sul fattore di ormai perenne emergenza.
    È solo una sensazione ammetto..

    "Mi piace"