Le multinazionali dei vaccini lanciano le cure anti Covid. Caos fra i complottisti

Dopo averle per lungo tempo opposte come alternativa al vaccino, le case farmaceutiche mettono in commercio anche le terapie domiciliare contro il Covid-19. Viaggio nella mente di un no vax che si trova ad apprendere la notizia

(ENRICO BUCCI  – ilfoglio.it) – Mi pare di vederlo, il flusso di pensiero nella testa di qualcuno di quelli che si sono scatenati a supporto di immaginarie terapie domiciliari, contro il grande business dei vaccini che le avrebbe tenute nascoste. Un flusso fatto pressappoco così.

Maledetta Big Pharma. Uno non può costruire in pace una sua visione del mondo cospirazionista, che subito pensano a distruggerla. C’erano voluti mesi per stabilire un concetto di base, per reclutare centinaia di migliaia di follower, persino centinaia di medici: nascondono le cure, perché devono vendere i vaccini. Invece di farci curare a casa con una semplice pillolina e qualche integratore, ci dicono che non funziona nulla, per costringerci al vaccino o marchiarci col green pass. E via nelle piazze, nelle chat, sui social: certo qualcuno di cure domiciliari ci moriva, ma in realtà i morti di Covid c’erano perché non erano curati, anzi no, non erano nemmeno morti di Covid, oppure sì, non so, boh.

Una cosa però era sicura: tutto, alla fine, doveva far quadrare i conti del grande business vaccinale. Dunque, cure negate, ricerca soppressa, molecole nei cassetti, e via di vaccino, uno, due, tre richiami e mercato alle stelle. Funziona, no? E’ una teoria perfetta, non è smentibile, si autodimostra. E proprio quando cominciava ad attirare gente e qualche gruzzoletto grazie alle guarigioni a casa con lattoferrina, integratori, ivermectina e tutte le fantastiche terapie che si nascondono nei bassifondi social, cosa si inventa il grande vecchio di Big Pharma? Ti fa uscire un antivirale così, dal nulla, Molnupiravir, prodotto da Merck Sharp and Dohme.

Ecco non proprio dal nulla, ché se ne parlava da mesi; ma se ne parlava, parole, parole, e non usciva niente, si poteva star tranquilli che era un bluff. E invece eccola qui, la pillolina, uscita da studi clinici veri e da Big Pharma, mica da YouTube. L’ha fatta la Merck Sharp and Dohme. Vabbè, ma loro non fanno vaccini. Ecco, sono rimasti indietro nel business, per questo e solo per questo rincorrono gli altri con il loro farmaco, adesso pure approvato in Inghilterra. Funziona lo stesso, la teoria regge, il complotto resiste, il mondo gira così: vaccinisti contro i farmaci di chi i vaccini non li è riusciti a fare in tempo. Pazienza che è il mercato, sempre l’odiato mercato: alla fine si può pure sopportare che una pillola, prima o poi, venga da chi non vuol restare a secco nel grande business. Magari la mettiamo nel protocollo e scendiamo nelle piazze a protestare, perché Aifa non l’ha ancora autorizzata.

E invece no. Pure Pfizer, adesso. Invece di stare tranquilli con i loro maledetti vaccini, non ti vanno ad annunciare per ripicca i dati ad interim della fase tre del loro inibitore di proteasi, Paxlovid (prima detto PF-07321332+ritonavir)? E ti dicono pure che diminuisce le ospedalizzazioni dell’89 per cento! Certo, certo, ancora sono solo le parole dell’azienda, vedremo poi i dati: ma adesso come si fa? Come si fa a dire che chi produce il vaccino non vuole la pillola, se cerca di vendercela persino prima di aver pubblicato i dati? Qui ci vuole un’idea, sennò crolla tutto. Qualcosa bisognerà inventarla, no? Mica potremo abbandonare le piazze e i social così, suvvia, un po’ di fantasia e di logica, la colpa deve essere sempre loro! Trovato! La pillola è stata fatta adesso, perché avevamo ragione e si sono accorti che i vaccini non funzionano, anzi sono velenosi. La pillola funziona solo per i non vaccinati. Oppure esistono due Pfizer: una fa i vaccini, e l’altra risponde con la pillola per non restare fuori mercato. Insomma, salvate il complottista Ryan!

20 replies

  1. Alleluja! Enrico Bucci, nume tutelare del sito Web Cattivi Scienziati.
    A tutte voi io mando la preghiera di cercare in quel posto i bellissimi racconti di storia naturale che lo stesso Bucci regala, e a me fan l’effetto di una carezza al cor.

    "Mi piace"

  2. Questo è il giornalismo sovvenzionato dallo stato.

    Non ha aggiunto , il sig.Bucci, che il ciclo di cura della Merck di cinque giorni , costa tra i 700/800€.., e secondo alcuni ha un’efficacia simile alla cura con aspirina e fans.

    Parliamo di cure fatte nei primi giorni dell’ infezione COVID.

    Il molnupiravir ha avuto anche qualche controversi per sospetta azione mutagena.

    Gianni

    "Mi piace"

    • “secondo alcuni”
      ———————-

      Ma siii, buttiamo via la bizzarra usanza del peer review e affidiamoci ad “alcuni”.

      Dato che ci sono, approfitto per avvisarti che ho risposto al tuo commento in cui mi “sbugiardavi” sul fatto che i 3 mesi di lockdown avrebbero diminuito incidenti stradali ed incidenti sul lavoro nel 2020, e che quindi sarebbe un mistero il perchè nel 2020 siano morti molti meno giovani rispetto l’anno precedente.
      I numeri, caro Gianni, non vanno semplicemente riportati, ma bisogna anche spiegarli, altrimenti io potrei “dimostrare” che le bombe atomiche sono meno pericolose dei fucili, perchè han fatto solo uno zero virgola dei morti dell IIGM. O potrei “dimostrare” che gli eschimesi hanno la migliore sanità del mondo, perchè al polo nord nessuno è morto di covid.

      𝐈𝐧 𝐮𝐧 𝐚𝐧𝐧𝐨 𝟏.𝟐𝟕𝟎 𝐦𝐨𝐫𝐭𝐢 𝐬𝐮𝐥 𝐥𝐚𝐯𝐨𝐫𝐨 (𝐮𝐧 𝐭𝐞𝐫𝐳𝐨 𝐩𝐞𝐫 𝐢𝐥 𝐂𝐨𝐯𝐢𝐝)
      https://www.avvenire.it/attualita/pagine/nel-2020-1-270-morti-sul-lavoro-un-terzo-per-il-covid

      Nel tuo riportare i numeri mancava la dicitura “𝐮𝐧 𝐭𝐞𝐫𝐳𝐨 𝐩𝐞𝐫 𝐢𝐥 𝐂𝐨𝐯𝐢𝐝”

      Piace a 1 persona

      • Alcuni, come l’Istituto Mario Negri per quanto riguarda la cura con aspirina e fans nei primissimi giorni dell’infezione.

        Per quanto riguarda il prezzo della cura con la pillola Merck , questo è di pubblico dominio.

        Caro Marco, ho solo risposto alla tua affermazione che diceva testuale* il lockdown ha azzerato i morti per incidenti stradali e sul lavoro*.

        Cerco solo di capire quello che succede e non ho posizioni immutabili.

        Conosco l’utilità dei vaccini e collaboro con alcuni veterinari allievi della Capua, ho sempre apprezzato Jenner e la sua intuizione, ma , allo stesso tempo cerco di valutare la realtà che ci circonda alla luce del mio personale rasoio do Occam.

        Parafrasando Socrate, l’unica cosa che so è che non so e quindi il dubbio, la ricerca continua di informazioni sono il mio modo di confrontarmi con gli altri.

        Il paragone bomba h / fucile ammetterai che è un po’ forzato.
        Dal sillogismo viene sempre fuori bomba h.

        Gianni

        "Mi piace"

  3. Ma sei stupido Bucci?? Secondo te le multinazionali dei farmaci lasciavano scoperto il mercato dei “semolici” farmaci anticovid??
    Ma sei stupido?? SEI STUPIDO?? Ma sì, lo sei almeno quanto lo sono i no vax fanatici..

    "Mi piace"

  4. Natura abhorret a vacuo.
    Mancava lo spazio “cura” e dopo molti tentativi falliti di vaccinare l’ intero Pianeta e temendo che presto la pandemia possa finire autonomamente, finalmente si sta dando il via libera. Ma è sempre il tempo il problema.
    Vedremo.

    "Mi piace"

  5. Se volete sapere chi e’ Bucci e perche’ scrive quello che scrive dovete dirigervi verso il sito Cattivi Scienziati. La’ vi viene offerta una estesa e completa panoramica sui mettodi che usa per argomentare le proprie conclusioni.

    Male ha fatto Pengue a riportare questo articolo, dal Foglio, poiche’ in esso vi e’ solo il sarcasmo – di uno che oggettivamente ha tutto il diritto di avere i maroni che girano – e non la mai tediosa argomentazione che Bucci diligentemente offre a chiunque sia anche minimamente interessato.

    "Mi piace"

    • Invece per alcuni, me compreso, che sbirciano su info- Sannio, è una piccola boccata di ossigeno fuori dalla zona rossa marziana.
      Ma voi, rettiliani della balaustra, siete evolutivamente conformisti e creduloni alle manne che piovono dal cielo, che sia Dio, Big Pharma o altro capolavoro umano, è lo stesso. ..
      Il credo dell’uomo- Dio…
      L’unità bionica uomo computer
      La società umana a misura di televisione,
      Immaginiamo un mondo migliore, dove al posto di 20 milioni di tonnellate di rifiuti, c’è n’è una soltanto. Tanto basta per continuare a coltivare il credo del denaro e della possibilità infinita, quanto infinitesimale rispetto al singolo bipede, di privarsi della coscienza della possibilità di alternative
      Un caso, dieci casi, cento casi. Rendono il prospetto veritiero, specialmente se condito da sanzioni, esili o licenziamenti vari . ..

      "Mi piace"

  6. Che squallore questo articolo. Potrebbe stare nella categoria comica o satirica ma non non fa né sorridere né far riflettere con garbo. Lascio perdere le argomentazioni per smontarlo perché sarebbe imbarazzante . Diciamo che comunque sicuramente aumenterà il numero dei no vax. Magari è quello l’intento nascosto

    "Mi piace"

  7. Dopo i medici antiabortisti i farmacisti antitampone!! E i vari ordini stanno a guardare!! E i medici che si rifiutano di vaccinare radiati!! Solo da questo particolare vi dovrebbe saltare al naso la mosca!!
    Ma il lavaggio del cervello ormai è una pratica collaudatissima…la mente libera da dubbi!! Tutto già visto!! Svegliatevi!!

    "Mi piace"