Ristoranti solo all’aperto, ma a Perugia il generale Figliuolo pranza al chiuso con decine di persone

(Selvaggia Lucarelli – tpi.it) – Nella giornata di oggi, venerdì 28 maggio, il generale Figliuolo è arrivato a Perugia insieme al capo della Protezione civile Fabrizio Curcio. Scopo della visita: verificare che la campagna vaccinale prosegua con successo. Ad accoglierli la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, e la task force regionale. Tutto molto bello, comprese le sue dichiarazioni: “Dobbiamo intercettare la parte della popolazione degli over 60 che ci manca in modo da mettere in sicurezza le fasce che rischiano più di finire in ospedale o in terapia intensiva”.

Peccato che all’ora di pranzo il generale Figliuolo partecipasse a un buffet al chiuso assieme a decine di persone e, soprattutto, allestito in una struttura aziendale/ospedaliera, il CREO, centro di ricerche emato-oncologiche. Nelle foto scattate all’interno lo si nota di fianco al direttore generale della struttura, ma ci sono anche il sindaco e il presidente di Regione.

La domanda è: possibile che non ci fossero un luogo e una modalità più consoni per pranzare? È ancora vietato mangiare nei ristoranti al chiuso per evitare che molte persone restino a lungo in spazi chiusi, insieme senza mascherine e poi il commissario straordinario per l’emergenza Covid dà il cattivo esempio?

7 replies

  1. Selvaggia, se hai la divisa, il coviddi ti fa una s.ga, sai che ti dico? domani mi rimetto la mia dell’A.M. 91° corso VAM, vado in giro ad aspirare coviddi a tutto spiano e seraficamente scoreggierò fiorellini. Potrò diventare un eroe?

    "Mi piace"