Conte conta solo se c’è Di Battista

(Giulio Gambino – tpi.it) – Diciamo le cose come stanno: oggi i 5s sono inutili. Tranne due o tre nomi, il resto è il nulla. Non li vedi né lì senti. Molti si mimetizzano nel piattume generale del governo Draghi, accettato a priori come salvifico e risolutore. Che poi la musica sia cambiata di poco non importa perché ad ogni buon conto Draghi è Draghi.

Partiamo da un assunto: il Movimento è una bad company. Prossima alla bancarotta. Con Rousseau e Davide Casaleggio ieri si è consumato uno strappo non più sanabile. Beppe Grillo ha accusato un po’ troppo il lockdown.

I principali azionisti 5s, da Di Maio a Fico passando per Taverna, Buffagni, Patuanelli e tutti gli altri al secondo mandato, combattono da mesi una personale battaglia per la propria sopravvivenza politica, e intanto – non si sa mai – minano il campo intorno al neo leader grillino in pectore Giuseppe Conte. Che è leader da un mese ma non ha praticamente mai aperto bocca, né fatto nulla, perché ha le mani legate e come si muove rischia di fare un passo falso.

Esempio: il tema del doppio mandato. Conte non ne parla, benché potenzialmente d’accordo nel rispettare quella decisione della prim’ora grillina. Ma non mette bocca perché teme di finire sulla graticola nel caso in cui dovesse derogare alla sua applicazione, e di farsi terra bruciata per gli anni a venire. Ancora: il video di Grillo in difesa del figlio è stato visto da molti 5s come un affronto indifendibile. Le poche parole di Conte sono un segnale.

L’ex presidente del Consiglio non ha presa sul M5S perché la sua è una soluzione – non – soluzione, calata dall’alto senza visione e strategia, un po’ come quel tipo di maccherone che non si azzecca bene col sugo. Il problema è la tenuta con la base del Movimento, o ciò che ne resta, e i suoi principi fondanti.

E la persona giusta per riprendere in mano le redini del Movimento oggi non è Giuseppe Conte, pia illusione di Grillo e pochi altri, il quale se mai andava bene come premier ma non certo come leader di un Movimento che non riconosce più il suo padrone.

La forza di Conte premier è stata proprio quella di non essere uno che veniva dai partiti e che non aveva fatto la gavetta politica, che è anche quello che fa impazzire più di mezza classe politica imbrigliata nel nulla cosmico dei partiti, vistasi superata in un attimo da un uomo apparentemente venuto dal nulla ma riconosciuto e apprezzato dal popolo, capace persino di trattare e ottenere il più grande risultato politico in Europa per l’Italia da anni a questa parte.

Il grande ‘inganno’ del governo Conte, ben di più dei suoi meriti a Palazzo Chigi durante la pandemia, è stato questo. Non comprenderlo equivale a non capire cosa è accaduto nella testa di larga parte degli italiani negli ultimi due anni. Proprio quello che oggi invece non serve alla base del M5S, alla ricerca dell’anima della prim’ora, un leader-guru che possa guidarli e indicare loro la strada. Rianimando il movimentismo.

Esclusi Grillo e la guida collegiale, l’unico che avrebbe una chance di successo in questo senso è Alessandro Di Battista. Che si prenda lui il compito di decidere sul secondo mandato; di mettere o meno alla porta Grillo; di decidere su Rousseau; sulle alleanze; dire ‘voi fuori, gli altri dentro’; si prenda lui la briga di riesumare le battaglie perdute. Chi altri se non lui? Il resto appare oggi compromesso.

Questo permetterebbe ai 5s puri e crudi di poter stare ai margini o nel governo, e anche di dialogare con una lista Conte, più moderata e commisurata all’uomo, e nella quale l’ex premier potrebbe muoversi liberamente. La base ce l’ha già. Deve solo partire. E lascerebbe campo libero ai 5s anche di confrontarsi sulla alleanza con il Pd di Enrico Letta, tanto sui temi quanto sulla legge elettorale che, se maggioritaria, prevede un’intesa prima del voto.

Conte è ancora in tempo: molli la bad company Grillo ma prima del prossimo 29 aprile, quando alle Agorà lanciate da Goffredo Bettini incontrerà Enrico Letta insieme a Elly Schlein e Nadia Urbinati. Questi 5s, oggi, così come sono, non sono cosa sua.

50 replies

  1. Giulio Gambino, un altro che ragione da mister di una squadra calcistica
    se c’è Ronaldo (non so ben chi sia lo nominano spesso nei titoli) la squadra vince

    se fossi in Battista lo
    manderei a raccoglier cicoria.

    Piace a 3 people

  2. Ciò che è rimasto del Movimento, e mi riferisco a quel popolo che aveva trovato la voce e la forza per
    farsi ascoltare e per scompigliare la morta gora della partitocrazia, non può ripartire dai modi urbani e
    compromissori di Giuseppe Conte, per quanto persona stimabile sia, ma può soltanto riprendere in mano
    il vessillo dell’alternativa e tornare a ribadire che un altro modo di fare politica è possibile se non si
    accetta di chinare il capo alla subdola prepotenza del Partito Unico del Capitale.
    Di Battista, Morra e tanti altri che, malgrado tutto, hanno conservato coscienza di sé, hanno il compito
    storico di provare a mantenere accesa la fiamma di una visione alternativa all’acquiescenza supina ad un
    modello di società che sta portando il mondo intero verso la catastrofe.

    Piace a 2 people

  3. Come schema teorico non è per niente male e l’idea che un Dibba maturato ma col sangue blu di 5S di razza prenda in mano la ricostruzione specialmente dello spirito del Movimento è affascinante. Ma su eventuali partiti personali del presidente Conte “a latere” sono scettico. L’esperienza prova che queste proposte politiche si sono risolte in modo fallimentare, anche se Conte ha accumulato un credito di fiducia che non ha uguali. La realtà è che il suo posto sarebbe, prima meglio che poi, a Palazzo Chigi. Ma chi ce lo porta?

    Piace a 1 persona

    • E fai bene a essere scettico. Il movimento con Conte può ancora ambire a un 20%. Ed è questo che non vogliono gli altri partiti, nonché i giornali.
      Il partito di Di Battista sarebbe l’ennesimo partitino al 3%, e il partito di Conte forse arriverebbe a doppia cifra, ma per contare davvero bisogna seguire la strada che hanno intrapreso. Ci vuole tempo.
      Certamente Conte per come lo conosciamo non ha paura di dire come la pensa sul doppio mandato, che rispetto a tutto è una scemenza.

      Piace a 3 people

      • Ahahalhahahahh
        Partitino, come quello di bersani e speranza? O come il bomba di rignano?
        La paura fa 90 e il Dibba ne mette tanta,

        "Mi piace"

      • Io non ho alcuna paura né dei 5s né di Di Battista. E non l’ho detto per delegittimarlo, imbelle che non sei altro.
        Non capisci un cogliostro di politica, sei un fan acefalo (cit.) dell’alleanza giallo verde. Torna al verde, senti a me!

        Piace a 2 people

      • Paolapci
        Sei talmente stronza che meriteresti un secchio di merda x colazione, da merdosa appartenente alla feccia piddina non ci si puo aspettare altro che insulti, aspetta, forse qualcuno ti offrirà un collant usato, cosi troverai sollievo al prurito che ti affligge.
        Feccia solo feccia e letame.

        "Mi piace"

      • Ah ah ah! Eccolo il leghista che ha trovato il banchetto della Cunial per strada e ha deciso che è un 5 stelle.
        Sei un disagiato maschilista, omofobo e sessista. Vai a leggere Libero, che lá stanno i tuoi pari.
        Cogliostro caglione!

        Piace a 1 persona

      • Meglio un caprone leghista che un delinguente traditore comunista pidiota, una massa informe di delinguenti, almeno quelli, a parole sono italiani, non come i traditori venduti x una legion d’honeur come i vari letta gentiloni e moltissimi altri pidioti
        E insulta il bud&llo di tu ma.

        "Mi piace"

      • Senti, ripeto, tu di politica non capisci un cogliostro. Io per parlare con te del tempo dovrei annullare 3 cicli scolastici, per parlare di politica con un caprone ignorante come te ne dovrei annullare 5.
        Parla coi tuoi pari delinGuente!

        Piace a 1 persona

      • Paola
        Ma da questo leghista che ancora non ha imparato a scrivere delinQuente, dopo tutte le volte che gliel’abbiamo fatto notare (grazie a Dio che sa 4 lingue +2), che cosa ti aspetti?
        Fa comunella con gli altri finti 5s del blog e si permette persino di eccepire su chi può votare 5s e chi no…🤣😆😂

        Piace a 2 people

      • Ma poi dal mio commento ha capito che io avrei paura di Di Battista e che lo stavo denigrando: cioè se il partito di Conte senza 5s dopo 3 anni di palazzo Chigi è dato tra 8 e 10%, secondo questi malati mentali a quanto può stare il partito di Di Battista. Che bestie ignoranti, marooooonna.

        Piace a 2 people

      • Ma poi ci danno per piddine… e soprattutto pensano di essere quelli QUALIFICATI a parlare del M5S, che praticamente denigrano ad ogni respiro, con un rancore degno dei peggiori avversari… e attaccano noi, che simpatizziamo (anzi, tu hai votato 5s!)e magari guardiamo al futuro del M5S con più fiducia o speranza di loro…

        Piace a 2 people

      • Scaldasedie a 1600 € euro al mese?
        Ma questo ha gli incubi notturni… ma di chi cavolo sta parlando?
        Mi sono fatta un mazzo assurdo nella vita e quello stipendio non l’ho mai visto, tantomeno ora che sono in pensione, tra l’altro per malattia, quindi con quello che ho maturato e stop.
        Ma roba da pazzi.
        Da quale cavolo di reparto psichiatrico è scappato?
        E non tocchi ancora l’argomento inteLLigenza, ho detto che si scrive con 2 ELLE (che alta capacità di apprendimento, complimenti!), che minimo, dandolo per normale (😆) ho 50 punti di QI più di lui.
        Ma sono sempre i più somari che parlano?
        “Francis il mulo parlante”, ti ricordi? No, mi sa di no, tu sei piccolina…è roba da ultrasessantenni come me.

        Piace a 1 persona

      • No, aspetta che non avevo letto le CAXXATE, neanche originali, ma acquisite dal degno compare fissato con la PA 😆🤣😂😂
        Ma questo è scemo… gli piace fare i “quadretti” per poter odiare la gente secondo i suoi/loro miseri desideri…
        Valuta pure la nostra
        inteligenza (rigorosamente con una elle 😳), che, secondo il suo autorevole parere, equivarrebbe non ho capito a che cosa. Poverino, ha bisogno di immaginarci almeno poco intelligenti…lui e le sue mutande sporche…🤮 e ovviamente è a conoscenza del nostro curriculum di raccomandate nella PA! 😳
        Direi che è un meccanismo di compensazione autoconsolatorio: attribuire a chi non è in linea con le tue idee(si fa per dire) tutte le possibili connotazioni negative, a costo di scadere nel fantasy…e magari il più ossessivo di tutti ha lanciato il genere e, in totale spregio della realtà, fa scuola, ovviamente dove trova terreno e bassi QI.

        Piace a 2 people

      • Ma poi la pa, le scuole pubbliche, e te credo, e che ho frequentato le scuole private! Ma roba da pazzi. Conosco gente con la seconda elementare di una cultura e una raffinatezza che sto elemento immondo non può nemmeno contemplare! Che schifo, lui e le sue mutande sporche, un’immagine che avrei voluto mi fosse risparmiata!

        Piace a 1 persona

      • Ma poi saremmo noi che viviamo di tasse altrui… 😆🤣😆🤣🤣 Bellissima questa.
        Vedi le caxxate mutuate da Salvini & Co?…contro ogni dato, contro ogni logica.

        Piace a 1 persona

      • Io ho fatto l*5° elementre ma non cambierei le mie mutande sporche con il vostro vestito della festa e con le merde pidiote, istruite ma con inteligenza pari a un badotto,
        Si capisce che l’unica cosa che siete riusciti nella vostra miserevole vita e dopo anni ed anni mantenuti nelle scuole pubbliche accedere dopo raccomandazione e non x meriti ad un impiego nella pa, parassiti dalla nascita alla tomba. Il niente assoluto, feccia pidiota.

        "Mi piace"

      • Anail
        Se tu avessi un briciolo d’inteligenza dopo 20 anni di studio non faresti la scaldasedie x 1.600€ al mese
        Vero anche che x l’impegno che ci mettete ne basterebbero 800€ mensili

        "Mi piace"

  4. E perché mai Di Battista dovrebbe assumersi un onere così fastidioso? Assisteremo alla nascita di un partitino fatto dai governi sto citati nell’articolo più Giuseppe Conte. E sarà la ruota di scorta del PD

    "Mi piace"

  5. E perché mai Di Battista dovrebbe assumersi un onere così fastidioso? Assisteremo alla nascita di un partitino fatto dai governisti incitati nell’articolo più Giuseppe Conte. E sarà la ruota di scorta del PD

    "Mi piace"

  6. Ruota di scorta del PD? Questa è l’ambizione di Letta che fa i conti senza l’oste.Conte non sarà mai la ruota di scorta di nessuno!

    Piace a 6 people

  7. Chi dovrebbe prendere l’eredità del vecchio movimento? A parte Di Battista che,tra i big, è l’unico che non ha espletato il secondo mandato, gli altri attualmente fuori dal movimento pensano di perpetuare in questo modo la loro esistenza politica ? Il problema del doppio mandato riguarda anche molti di loro.E chi sarebbe l’ organizzatore della nuova “cosa” che eredita la vera essenza del movimento ? Casaleggio col suo Rousseau? Il tempo dell’adolescenza scapigliata e contestatrice e’ finito ed è tempo di trovare una dimensione adulta senza rinnegare il principio di base: governare per l’interesse dei cittadini( che per questo devono essere sempre sentiti per le decisioni fondamentali) con onestà,disciplina e onore sempre.

    Piace a 3 people

  8. Per me il dibba puà ambire al 10% se si mangia quella puttanata di Italexit e torna a parlare ai nazionalisti che si è presa la Meloni.

    "Mi piace"

  9. Avevo cominciato a leggere perchè volevo vedere perché lì era scritto con l’accento e mi sono subito accorto della padronanza della lingua dell’autore. Complimenti vivissimi. Io pensavo che l’accento andava solo nell’avverbio di luogo e invece lei mi ha illuminato così tanto che ho smesso di leggere per non accecarmi.

    "Mi piace"

  10. Gambino è un giornalista di The Post Internazionale, la stessa piattaforma su cui pubblica Di Battista. Questa è la sua opinione, che non è la mia e probabilmente nemmeno quella di Di Battista ma è di tanti fan a 5 stelle che in Di Battista hanno mitizzato la figura dell’eroe. Il problema è che questo è un Paese di immaturi, incapaci di pensare con la propria testa che devono esaltarsi per un capo, un padre fondatore, un eroe…! Gente che è rimasta nella fase adolescenziale. Persino Jung ne parlava e diceva che solo dopo la morte dell’eroe si poteva crescere e maturare. Ma diventare uomini significa emanciparsi dalla figure eroiche e grandiose a cui ci appoggiamo quando siamo ragazzi e assurgere a una consapevolezza e ad una maturità superiori.

    Piace a 1 persona

  11. Ancora devo sentir dire che il M5S ha perso voti perché si è alleato con la Lega, poi ne ha persi altri perché si è alleato col Pd
    Ma che scemenze!
    Mi dispiace per coloro che si sono nauseati ad accettare di stare in coalizione con la Lega e dopo col Pd, confesso che nemmeno io ho avuto lo stomaco di votare su Rousseau per il Pd, era troppo contro natura, ma continuare a insistere sulla purezza del Movimento che non doveva accettare di stare in coalizione con nessuno è da cretini, perché significava buttar via undici milioni di voti e non esisterà mai ‘in tutta Europa’ un partito che prenda il 51%, per cui questi duri e puri sono solo dei deficienti, bambini piccoli che vogliono tutta la cioccolata, un segno di infantilismo pietoso. Siccome non ci sono solo i nostri desideri assolutisti ma c’è quello che Freud chiama ‘principio di realtà’ e con la realtà bisogna conviverci, dobbiamo guardare al sodo e l’utile è che, anche malgrado soci così diversi e così poco affidabili, il M5S è riuscito a realizzare gran parte del proprio programma, ed è questo quello che conta e a me sembra un miracolo. A questo punto sorge un’altra specie di cretini, quelli che hanno capito che stare in coalizione è necessario e obbligatorio e credono che il Governo Draghi sia ancora una coalizione, per cui bisogna adattarsi perché ‘l’importante è stare al governo’. Ma l’importante è stare al governo quando si governa non quando si obbedisce e nel Governo Draghi ubbidiscono tutti e comanda solo uno. Non è una coalizione, è una accozzaglia senza lo spirito della democrazia e i numeri sono i numeri non della libertà ma del servilismo.

    "Mi piace"

  12. Viviana, complimenti per aver avuto più stomaco a votare per la coalizione con la Lega, perché, evidentemente, meno “contro natura” di quella col PD.
    Infatti si sono visti i risultati che tu NEGHI,
    cioè l’innegabile scippo di voti.
    Noto che, nonostante il tradimento da parte di capitan Papeete, tanti di voi ancora ne conservano l’impronta nel loro cuore…forse quelli che, appunto, lo sentono più affine alla ‘propria natura’.
    Quando farete i conti con questa spaccatura interna al M5s?
    Perché continuare a credersi né di dx né di sx, non essendo questo concetto realistico, comporta la presenza nell’elettorato 5s di elementi di dx E di sx.
    Anche Dibba si è sentito più affine alla Lega, contrariamente a ciò che avevo sempre creduto. E quando si è cominciato a parlare di accordi col csx ha CREATO la spaccatura, l’ha dichiarata e messa in evidenza, con riapparizioni ed interviste, con interventi improbabili durante le amministrative.
    Lì è iniziato il marasma. Non dimentichiamolo.
    Questa, secondo me, è la scelta che il m5s ha davanti per capire chi è.
    O csx o cdx. Tertium non datur.
    A meno che non vogliate fare il partitino di centro e lottare contro Renzi e Calenda.
    Secondo me è per questo che Conte sta avendo difficoltà a partire col progetto: doversi inquadrare in una zona più ampia, più centrale(per rispettare il diktat ribadito da Grillo), che però non rispetta la propria natura di csx.
    Letta gradisce, non vuole una concorrenza troppo “indistinguibile” da sé, ma io questo favore non glielo avrei fatto, anche se vedrei Conte più come federatore che come capo del m5s.
    Lo vedo più superpartes, più portato alla diplomazia e al governo che alla “lotta” politica, che la funzione di capo in qualche modo comporta.
    Anche per questo, lo immagino affiancato da un gruppo di ‘anime diverse’ del M5S, il famoso comitato direttivo, di cui potrebbe essere ‘primum inter pares’.
    Si rispetterebbe, così, anche la decisione presa al congresso…ma Conte ci avrà sicuramente già pensato.

    "Mi piace"

  13. Il Movimento ha preso i voti che ha preso perché sembrava una terza via tra i “buonisti”PD e i “cattivisti’ leghisti. Insomma, un partito in cui si potesse dire che l’immigrazione andava controllata senza essere subito tacciati di fascismo e razzismo; in cui si poteva invocare la laicità dello stato e mettere un freno alla strapotere del privato ; in cui si potevano sperare investimenti pubblici ad alto valore aggiunto, magari Green ed uno stop alla svendita di quel poco che ci è rimasto al peggior offerente, senza più l’infinito spargimento di quattrini nei “servizi”: infinite Coop e Onlus farlocche, volontariati ( pagati) che sostituiscono con la carità i diritti anche più sensibili, ecc… Ecc…
    Di Battista, percepito dai più- i votanti 5stelle erano ben più dei attivisti, e per fortuna- come l’ennesimo soggetto da Centro sociale terzomondista di cui si hanno strapiene le tasche, ucciderebbe le ultime resistenze: tanto varrebbe votare LEU.
    Il programma è stato quello che ha portato voti: programma partito bene col Conte1 ( che infatti è stato fatto subito cadere) ma poi disperso nel bergoglianesimo PD. Che ha in mano soldi e media, oltre alla benedizione dei nostri “alleati” Dem di Oltreoceano.

    "Mi piace"

  14. Signor nessuno Dibba (scusate ma Dibba che cosa rappresenta, che idee porta?L’Iran?) e culatello Conte credete scaldino l’Itaglia?
    Al massimo qualche voto grulleggiante ovvero che vota chi dà il reddito di vergogna ma non di più.
    DOPO IL VOTO FINITA LA PACCHIA.

    "Mi piace"

  15. E si scherza!!!!
    Inail come sei subito sul pezzo!!!!! ahahaahahhaha
    pensa che in un altro sito ho scritto che i nordisti ce l’hanno piccino ahahahahahahah
    ti benedico figliuolo

    "Mi piace"

  16. Anail
    se vuoi essere in malafede fai pure ma dici delle falsità
    Non ho mai detto di sentirmi più affine alla Lega bensì che pensavo che la Lega fosse più inetta e si sarebbe opposta meno alla traduzione in leggi del nostro programma, come poi è avvenuto
    se pensi che entrare in coalizione forzata con qualcuno significhi diventargli uguale sei proprio fuori di testa
    se poi credi che il M5S avrebbe fatto meglio a buttare in discarica 11 milioni di voti per non governare mai e aspettare un fantomatico 51% sei pazza assoluta
    L’altra fesseria che dici è che Di Battista si senta affine alla Lega, anche qui ha capito fischi per fiaschi. Dire che Di Battista e Paragone abbiano in comune l’avversione alla Troika e al Grande Capitale non vuol dire quello che hai capito tu
    Ti consiglio in futuro di innestare il cervello prima di scrivere perché seguire solo un odio insensato e scrivere stronzate non ti renderà certo onore

    Piace a 1 persona

    • x Viviana,
      “che la Lega fosse più inetta e si sarebbe opposta meno alla traduzione in leggi del nostro programma, come poi è avvenuto”

      La lega non è stata più inetta è stata più furba ,avuto OK da Berlusconi, l’unico intento era fregarvi i voti e distruggervi.
      Mentre i Vs. bravi parlamentari lavoravano per realizzare le promesse fatte, Salvini “lavorava “fuori travestito da poliziotto,
      carabiniere, finanziere, megafono e slogan di propaganda a lui caro: EMIGRANTI e la lega in 1 un anno si trovò
      a 33 % e M5S a 16%. raggiunto l’obbiettivo staccò la spina. Era già pronto per nuove elezioni con un centro destra unito
      vincente Berlusconi- Salvini – Meloni. Pronti a DISFARE – RDC, Legge Spazzacorrotti ,PRESCRIZIONE ,lotta alla mafia e via discorrendo, tutto
      quello proposto da M5S sarebbe stato spazzato via , questo mettetevelo in testa. Una volta al governo avrebbero fatto le leggi
      cari a loro , cara Viviana. Poi è intervenuto l’Innominabile ,con l’unico scopo di farsi un partitino, distruggere il PD e alla
      prima occasione staccare la spina , in gennaio l’avrebbe fatto ,ma arrivato il virus ha dovuto solo rimandare, intanto
      i sondaggi sia del M5S che PD sono rimasti più o meno invariati, il Pd non ha fregato voti a M5S e hanno lavorato in sintonia e impegno per affrontare la pandemia. Conte si impegnò a portare il Recovery e con Gualtieri, Amendola, Patuanelli e l’impegno
      di tutti, ESCLUSO Italia viva hanno lavorato per il Recovery e Bonafede per la riforma giustizia, fino a dicembre il resto
      è storia nota. Sono tanto inetti che vi hanno fregato persino con la legge RDC, con l’esperienza di delinquenti hanno legalmente
      sfruttato la vs, inesperienza omettendo qualche parolina ,e facendo riferimento a leggi vecchi da 60 anni riguardo alle pensioni/
      vitalizzi.

      "Mi piace"

  17. Carolina
    il M5S ha preso voti non perché alcuni pensavano che fosse un partito di mezzo ma che rivoluzionasse la partitocrazia riportando finalmente la sovranità nel popolo e facendo prendere le decisioni pubbliche agli elettori, mentre ripuliva le istituzioni dalla merda dei corrotti
    Essere oltre la destra e la sinistra significava uscire dallo schema della repubblica parlamentare che sta fallendo in tutta Europa ed è diventata una partitocrazia in cui i cittadini non decidono più nulla e solo 4 o 5 capi partiti comandano e rovesciare la piramidel potere facendo decidere agli elettori, come in Svizzera.
    Ma cosa avete capito del M6S in 12 anni? Niente?

    "Mi piace"

  18. Conte e’ amatissimo dalla base 5 stelle. piu’ di Diba.
    non capisco Gambino chi frequenti per non vederlo.
    purtroppo lo vede benissimo. infatti auspica una lista Conte ben sapendo che milioni di italiani ( e sostenitori del movimento) lo voteranno.
    pero’ , secondo gambino, Conte dovrebbe farla solo per portare i suoi milioni di voti a Diba, che non puo’ contare che su una minoranza di iscritti su rousseau …poco per vincere elezioni.
    E perche’ Conte dovrebbe regalare a Diba il suo consenso, quando gli italiani amano lui e non diba ? mollare leadership per far fare a diba governo con chi ci sta e alleanza con Letta ?
    perche’ non puo’ farlo Conte ? i voti sono suoi, la strategia e’ sua…
    Facesse Diba una lista Diba e appoggiasse Conte, visto che pare si “sacrifichi” sempre per il movimento, si sacrifichi…
    E abbiate piu’ rispetto di Grillo, che senza di lui nessuno di quelli citati sarebbe noto manco ai suoi vicini di casa. E se finalmente possiamo auspicare a una politica seria e onesta , dopo 70 anni di ruberie , e’ solo grazie a Grillo.

    "Mi piace"