La vergognosa speculazione di Andrea Romano

(Stefano Rossi) – Premetto che, come genitore, nutro la più sincera compassione per la perdita di un figlio nei confronti di tutti i genitori, in questo caso, per il figlio dell’on. Andrea Romano. Ma veniamo ai fatti.

Andrea Romano aveva un figlio di 24 anni il quale, per le condizioni di salute, è da poco deceduto. Dice che sono due mesi che aspetta di seppellirlo. Allora informiamo l’onorevole che da oltre 25 anni i romani aspettano anche sei-sette mesi prima di trovare una sepoltura nei cimiteri della Capitale. Alcuni rinunciano e perdono contatto con la bara del proprio caro che, in qualche modo, viene poi smaltita.

L’on. Andrea Romano è deputato, se non sbaglio dal 2013. Vorremmo sapere se giace presso la Camera dei Deputati un disegno di legge, una proposta di legge, una interrogazione parlamentare, un discorso che portino la firma di Andrea Romano per i fatti gravissimi che da circa trent’anni (forse sono molti di più) avvengono nei cimiteri di Roma con arresti, condanne, indagini che ogni anno la procura svolge.

Lo sanno anche i sassi di Roma che i cittadini sono vessati, ricattati, umiliati da impiegati che dovrebbero essere licenziati quando non vengono arrestati, certo non saranno tutti di questo livello ma la misura è colma da decenni. E tutti noi assistiamo ad un silenzio vergognoso della politica e del Vaticano su questa vicenda, altro che la Raggi. Ora che si avvicinano le elezioni per il sindaco di Roma, ed il Pd vuole a tutti i costi che la Raggi faccia un passo indietro, Andrea Romano sfrutta, lo ripeto, sfrutta un tragico evento a cui va tutta la nostra compassione e vicinanza.

Ma come fatto politico, visto che è lui che ha tirato per i capelli l’ultima arrivata e sicuramente l’unica che non si è mai sporcata le mani su certe vicende, non bisogna tacere. L’elenco sarebbe troppo, troppo lungo ma ricordo che, nel 2015, venne arrestato un giardiniere del Verano che aveva danneggiato una cinquantina di tombe del settore ebraico. Si chiamava Claudio Romani. L’indagine si allargò ad altri 5 dipendenti, al vice direttore ed ad un dirigente dell’Ama per altri reati. I reati sono talmente diffusi che vengono eseguiti anche fuori dai cimiteri. Parcheggiatori che estorcono soldi altrimenti danneggiano le auto.

Sempre nel 2015, vennero arrestati due cubani parcheggiatori abusivi. A Prima Porta la DDA e la squadra mobile avevano chiamato operazione “fiore calabro” un’indagine per la spartizione dei posti per la vendita dei fiori da parte di alcune cosche di una delle tante ‘ndrine. Nel 2019, per tangenti vennero arrestate due persone e indagati due dirigenti e 3 direttori dei lavori dell’Ama e 9 imprenditori per lavori di ristrutturazione nei cimiteri del Verano,  Prima Porta, Laurentino. La Raggi, in quell’occasione, disse: “Un fatto grave e sconcertante, faremo di tutto per far luce su questa vicenda, senza fare sconti a nessuno. Chiederò ai vertici di Ama di vigilare più attentamente sull’azienda, entro febbraio cambieremo i dirigenti, quelli vecchi sono ancora molto potenti e non vogliono sanare ciò che non va”.

Potrei continuare per giorni. Concludo ricordando un fatto che la dice lunga sulla politica e il malaffare. Chi si ricorda “Parentopoli” all’Ama di Roma? Tra il 2008 e il 2010, all’Ama avvennero assunzioni senza alcun concorso, in barba alla Costituzione e alle leggi, di circa 150 persone. La Cassazione, VI Sezione Penale, nel 2018, confermava le condanne emesse dalla Corte di Appello di Roma, per alti dirigenti dell’Ama. Uno di questi è stato imputato nel processo c.d. “mafia Capitale”. A seguito di questa sentenza la stessa Cassazione disse che era legittimo licenziare coloro che erano stati assunti senza alcun controllo. In questa vicenda rimasero invischiati l’allora sindaco Alemanno per l’assunzione dei figli del suo capo scorta.

Con Virginia Raggi al Campidoglio vennero licenziati molti di questi assunti che, tra le tante anomalie, avevano un basso livello di valutazione all’atto dell’assunzione, e la Cassazione diede ragione alla Raggi. E’ bene che l’on. Romano e chi legge sappiano cosa disse la Raggi in quell’occasione: “Abbiamo voltato pagina e chiuso quel brutto capitolo che è stata Parentopoli. L’alternativa a quel vecchio e marcio sistema esiste e noi lo stiamo dimostrando: da tre anni, infatti, Roma Capitale è tornata a bandire concorsi in modo trasparente, seguendo la sola stella polare della legalità”. In quell’occasione il Pd volle dire che in verità erano stati loro ad avviare le procedure per il licenziamento. Certo, per quelli assunti da Alemanno. Quella vicenda fece mergere un malaffare che coinvolgeva il centro destra tanto quanto il centro sinistra tanto è vero che risultava anche il figlio del capo scorta di Walter Veltroni sia pure alla Sta e poi passato all’Atac e stretti parenti di persone che hanno lavorato con i sindaci Veltroni e Rutelli (qui i nomi https://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/parentopoli_ama_assunzioni_bipartisan_le_liste_delle_assunzioni_eccellenti-180323.html). Si parla   di 850 assunzioni, in due anni, per chiamata diretta che riguardavano anche parenti, amici, persone legate ai soliti partiti politici.

Ecco la tipica politica nobiliare e ZTL. Fino a quando la sozzura tocca i cittadini, il tipico politico medio italiano sta zitto, se ne frega. Ma se tocca a lui, no, allora partono i proclami. Questo è vergognoso non la figura della Raggi.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica, Roma

Tagged as: , , ,

19 replies

  1. Questo m’ha sempre fatto schifo.
    E’ passato da italia futura a scelta civica e poi al pd, difendendo sempre a oltranza, con sarcasmo e arroganza, qualsiasi posizione del proprio partito senza la minima esitazione.
    Sempre con lo stesso metodo e stessa faccia è passato da tutto con renzi a tutto contro renzi negli ultimi mesi del governo Conte II.

    Adesso sfrutta a fini propagandistici la morte del proprio figlio. Quale persona può essere più schifosa di questo?

    Piace a 3 people

    • non é solo romano… é la stragrande maggioranza del pd-l che provoca conati di vomito…!
      purtroppo l’elevato forse per salvare il cu.. del suo “quarto di lombo” pare abbia fatto passare di tutto, dalla von der leyne al grillino draghi sperando forse di accattivarsi i favori dei potenti marci…?

      "Mi piace"

  2. Non sono di Roma, ma anch’io ricordo quelle cronache di illegalità travolgente. Bene ha fatto Rossi a precisare i fatti e i personaggi. Tutta la mia umana compassione all’Onorevole Romano, ma anche la mia piena solidarietà alla sindaca Raggi quale bersaglio senza colpa di questo ingiustificato (e riprovevole) attacco.

    "Mi piace"

  3. Ma non vedete che è tutto un pianto, un racconto di figli morti, figli malati, madri morte, disabili, malattie vere o presunte, racconti strappalacrime di antichi genitori ormai morti da decenni che maltrattavano, stupri giovanili, violenze mai provati, e lacrime, lacrime, lacrime… E ricordiamoci che sputtanando il papà di vince addirittura Sanremo.
    Non si fermano davanti a niente, siano politici siano veline. Per una comparsata in più.
    Ormai piangono tutti per tutto.

    "Mi piace"

  4. Vabbè lasciamo perdere questa speculazione è quanto di peggio ci possa essere. La Raggi è stata accusata e trattata in modo vergognoso da tutta la schifosa stampa italiota e dai politicanti destrorsi e sinistrorsi che hanno saccheggiato distrutto portato alla rovina la Capitale. Ma mai vi giuro avrei mai pensato che se arrivasse a tanto pur di attaccare la Raggi. Non riesco neppure a immaginare come sia potuto succedere, ma poi penso al soggetto in questione e allora tutto è possibile

    "Mi piace"

    • Ma fuori delle onsiderazioni su Romano non viene spontaneo chiedersi: ma la Signora Raggi quando ha assunto la carica di Sindaco non sapeva nulla riguardo alla situazione dei Cimiteri romani? Non doveva porre rimedio alla disastrosa situazione? Perchè non diciamo la verità al di fuori delle solite considerazioni di parte? Chi assume incarichi di rilevanza deve essere in grado di risolvere i problemi esistenti oppure neanche si candida ed evita di speculare sui disastri precedenti. La verità è che non abbiamo uomini o donne all’altezza in situazioni incancrenite che appartengono proprio al nostro italianissimo mangiare sui partiti.

      "Mi piace"

      • La verità è che si ragiona di pancia, e non con la testa.
        In Italia abbiamo più leggi e più (%) avvocati di qualsiasi altra nazione. Per spostare un qualsiasi impiegato pubblico ti becchi mille denunce, e alcune arrivano pure a processo. Figuriamoci licenziare o impicciarsi di come lavorano! Senza contare tutti i dispetti/ritorsioni che ti rallenteranno o impediranno di risanare gli ambienti marci. Poi, per costruire qualcosa di nuovo e utile, devi richiedere una marea di firme ad una marea di enti. Poi arrivano avvisi di garanzia demenziali, tipo quelli alla Muraro. Poi arrivano processi demenziali, basati su una sola frase: “me lo dovevi dire prima”, che secondo i pm era la prova che Marrà decideva la nomina del fratello. Interpretazione soggettiva che solo in Italia arriva a processo.
        Tu la fai troppo facile.
        La Raggi ha fatto miracoli, e non so come abbia fatto a non scoppiare per tutto quello che ha dovuto subire.

        "Mi piace"

      • Non voglio giustificare nessuno, ma è palese che con la pandemia certi “settori” di attività hanno e continuano a soffrire situazioni e carichi di lavoro straordinari. Non mi pare pertinente un paragone tra la sindaca Raggi
        con certe altre amministrazioni che non avevano problemi di pandemia covid-19, semmai li avevano di pandemia corruttiva.

        "Mi piace"

  5. Ma io dico: come ha fatto questo signore a mettere “in piazza” un dolore così immenso, così privato e così doloroso, adducendo motivi del genere e mescolandolo con la politica e le relative faziosità…ma cos’ha pensato che scaturisse da questo sfogo dove ha speso un disastro così intimo, in nome di chi e per che cosa? Nel dolore di costui, sono rimasto sconcertato di questa uscita, secondo me ha proprio “usato” il proprio povero figlio….

    Piace a 1 persona

  6. Lo stesso malcostume e la stessa grave situazione avviene al cimitero dei Rotoli di Palermo dove in magazzino giacciono 800 bare anche da un anno, quasi un cimitero in superficie. I politici poi vivono in un loro mondo di privilegi e quando cozzano con la realtà dei normali cittadini hanno pure l’ardire di esprimere sentimenti di stupore e di protesta.

    "Mi piace"

    • Questa di Palermo è incredibile, anche perché non c’é stata una strage come a Bergamo.

      Già nel film Un borghese piccolo piccolo c’era questa denuncia della situazione dei cimiteri di Roma.

      Ma possibile che i politici, quando c’é da lottizzare qualcosa, fanno subito e quando c’é da allargare un cimitero con 1-2 ettari dicono di no? Piuttosto bruciano le bare, piuttosto le ammassano in magazzino! Pazzesco!

      E nessuno, incluso ‘o sindaco Orlando, che faccia niente. Ma che aspettano i parenti a unirsi e ad andare in tutte le televisioni a protestare?

      "Mi piace"

  7. bisognerebbe ricordare a andrea romano che: “chi é causa del suo mal pianga se stesso…”!
    sono anche i partiti, in cui lui ha militato, chehanno letteralmente saccheggiato la capitale e ora, da uon vigliacco, pretende di scaricare le responsabilità su altri che, é noto, non hanno nessuna colpa…?
    si può definire ciò: “sciacallaggio ptraticato da uno sciacallo”?

    Piace a 1 persona

  8. I commenti nella media esprimono livore verso il politico… difesa dell’ operato della Sindaca Raggi… cosa c’ entra con quanto denunciato? Il problema esiste o no? Se si continua a guardare il dito finiamo per esserne accecati. Comunque vedo una bella dose di stronzeria tra i commenti

    "Mi piace"

    • ZANNA il problema esiste da 40 anni a Roma !
      Con il covid sono morte molte più persone di prima ecco spiegato l’arcano per una buona volta la Raggi non c’entra.

      erano gli anni 80 e c’erano già sti problemi.

      "Mi piace"