Scuola, Valditara: “Lavori socialmente utili per alunni violenti in classe”

“Dobbiamo ridare autorevolezza ai docenti e rispetto verso i docenti, gli studenti e i beni pubblici”, spiega il ministro dell’Istruzione

alternate text

(adnkronos.com) – Riguardo gli episodi di violenza in classe, occorre trovare una soluzione “anche prevedendo forme diverse di sanzioni nei confronti di quegli studenti che non hanno capacità di rispettare le regole”. Ne è convinto il ministro dell’Istruzione Giuseppe Valditara che, intervenendo all’incontro ‘Direzione Nord’, ha detto: “Una cosa che mi è sempre parsa molto utile, sono i lavori socialmente utili”.

“Dobbiamo ridare autorevolezza ai docenti e rispetto verso i docenti, gli studenti e i beni pubblici”, spiega il ministro. E poi “c’è anche il tema dei docenti, che devono essere sempre consapevoli del ruolo che hanno e che passa anche da un aumento dei livelli retributivi”.

In ogni caso, avverte, si sta lavorando all’istituzione di “un tavolo per trovare soluzioni, che siano la didattica personalizzata, o lo psicologo, o sanzioni più efficaci, oltre alla chiamata alla responsabilità dei docenti, delle famiglie e dei ragazzi”.

1 reply

  1. Lavori socialmente utili? Lavoro e basta: quelli a scuola non ci vanno e se vanno ogni tanto creano solo disordine. Ammesso e certamente non concesso che qualcuno se li prenda…
    Immagino in cosa consisteranno i “lavori socialmente utili” e quanto sarà oculata la sorveglianza riguardo l’ adempimento dell’ obbligo.
    Minorenni? Colpire i genitori, ed alla grande: fino all’ espulsione dell’ intera famiglia in caso di immigrati. Ci siamo dimenticati che sono i genitori ad essere responsabili dei minori? Mica la “società”!!!
    Di questo passo tra una ventina d’ anni tra alcolizzati, drogati, delinquenti di ogni tipo ( italiani e stranieri, e pure Universitari: c’è chi si ubriaca ogni sera! Sai come saranno ridotti fegato e cervello?) saranno i nonni a dover continuare a lavorare per pagare l’ ospedale o il funerale ai nipoti… Già ora facciamo il conto giornaliero dei morti, falciati da ubriachi al volante anche in pieno giorno.
    Ma i giovani devono… “vivere”… Ergo sballarsi, a quanto pare: da quando c’è la Meloni sono diventati “un trovarsi tra ragazzi” pure i rave, anche se distruggono ogni cosa, alcool e droga girano a fiumi e ogni tanto ci scappa pure il morto: sono ragazzi! I lavoratori o i novax che protestano sì che sono pericolosi! ( A proposito: i frequentatori di rave che si assembrano a migliaia e poi si spargono indisturbati nel territorio saranno vaccinati? Green pass? Ah, non interessa? )

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...