Ucraina, ambasciata Usa: “Americani lascino Russia immediatamente”

L’avviso rivolto in particolare ai cittadini con doppia cittadinanza: “Potrebbero essere arruolati”

alternate text

(adnjronos.com) – “I cittadini americani non devono recarsi in Russia, e chi già vi si trova in viaggio o è residente dovrebbe partire immediatamente mentre rimangono disponibili limitate opzioni di voli commerciali”. E’ questo il ‘security alert” pubblicato oggi sul suo sito dell’ambasciata di Washington a Mosca, in cui si avvisa come dopo che “il governo russo ha iniziato a mobilizzare i suoi cittadini nell’esercito a sostegno dell’invasione in Ucraina, la Russia potrebbe rifiutarsi di riconoscere la doppia cittadinanza per americani, negare loro accesso all’assistenza consolare, impedire loro di lasciare la Russia e arruolare cittadini con doppia cittadinanza“.

Alert analogo è stato inviato dai governi di Bulgaria e Polonia che chiedono ai propri cittadini di lasciare la Russia con urgenza, nel timore che possa diventare più difficile varcare i confini della Federazione con la chiusura di accessi a causa dell’aumento dei russi che fuggono dalla mobilitazione di massa.

Con un comunicato il ministero degli Esteri di Sofia ha esortato ad “evitare di recarsi in Russia e raccomandato a cittadini bulgari che si trovano in Russia di considerare la possibilità di lasciare il Paese al più presto possibile, usando i mezzi di trasporti attualmente a disposizione”.

Il ministero degli Esteri polacco ha fatto una simile esortazione ai propri cittadini in Russia: “in caso di un drastico deterioramento della situazione di sicurezza, la chiusura dei confini o altre imprevedibili circostanze, l’evacuazione potrebbe essere significativamente difficile e persino impossibile”. “Raccomandiamo ai cittadini polacchi che rimangono in Russia – conclude – di lasciare il territorio della Federazione usando ogni mezzo commerciale e privato a disposizione”.

Categorie:Cronaca, Mondo, Politica

Tagged as: , , , ,

9 replies

    • Grazie, Giansenio, per il link.
      Apro, traduco e posto:

      “IL TWEET DELL’EX FM POLACCO CHE ACCUSA GLI STATI UNITI DI TERRORISMO È STATO USATO DALLA PORTAVOCE DI LAVROV

      “Grazie, USA”, queste le parole dell’eurodeputato di Piattaforma Civica Radosław Sikorski su Twitter, allegando una foto del sito della fuga di gas Nord Stream. Il politico ha suggerito che gli americani erano dietro l’attacco al gasdotto. Le parole dell’ex capo della diplomazia polacca sono già state usate dalla propaganda russa.
      Una portavoce del Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa, Maria Zakharova, ha appena commentato ufficialmente. “È una dichiarazione ufficiale sul fatto che si tratta di un attacco terroristico?” ha chiesto, condividendo il tweet di Sikorski.

      La portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, citando il messaggio di Sikorski, ha ricordato che era l’ex capo della diplomazia polacca.

      “L’ex FM polacco, ora deputato europeo Radoslaw Sikorski ha ringraziato gli Stati Uniti per l’incidente di oggi al gasdotto russo (Nord Stream 2). È una dichiarazione ufficiale sul fatto che si tratta di un attacco terroristico?” si legge nel messaggio ufficiale del ministero degli Esteri russo su Twitter.

      In precedenza, l’ex capo della diplomazia polacca è stato ringraziato da … il primo vice rappresentante della Russia all’ONU, Dmitry Polyanskiy, per aver indicato i “colpevoli”. I due si conoscono molto bene. Polyanskiy era il vice ambasciatore russo a Varsavia quando Sikorski era a capo del ministero degli Esteri polacco.

      Autore: Michael S
      Data: 27.09.2022
      Fonte: Poland Daily 24, PAP, Independent”

      Piace a 2 people

    • Gli usa stanno facendo tutto il necessario affinché in europa scoppi una guerra devastante. La complicità di governi codardi (e il nostro non fa certo eccezione) sta rendendo molto realistica questa eventualità.

      Piace a 2 people

  1. A questo punto occorre sospendere il giudizio riguardo a tutto e tutti: impossibile, come succede per ogni guerra, conoscere la verità. Neppure in parte.
    Tanto, comunque vadano le cose e comunque la pensiamo, non possiamo e non potremo farci nulla. Che il popolo non sia “sovrano” lo hanno capito anche i più speranzosi, ormai.
    Eppure lo diceva, Rousseau, di non cedere mai la sovranità…

    "Mi piace"

  2. SU PUTIN SI ASCOLTI ANGELA MERKEL
    Pubblicato 28/09/2022
    10
    DI GIUSEPPE SALAMONE

    Chissà se i propagandisti occidentali daranno il giusto peso a queste parole roboanti della Merkel: “Dobbiamo prendere sul serio le parole di Putin e non liquidarle come bluff. Non è un segno di debolezza, ma un segno di saggezza politica.”

    Se oggi ci fosse lei in Germania, sono sicuro che tutto ciò che stiamo vivendo adesso non sarebbe mai successo. Si può criticare il suo operato politico solo perché non è Italiana, di conseguenza ha sempre fatto gli interessi dei Tedeschi. Ma cosa dovrebbe fare una politica che ama il suo popolo se non altro che l’interesse di quel popolo stesso?
    Una cosa però le va riconosciuta a pieno: fino a quando c’è stata lei in Germania, tutta l’Unione Europea aveva un ombrello che la copriva dalle piogge dei capricci NATO. C’era lei quando con il suo secco no nel vertice NATO di Bucarest il 3 aprile 2008 si negò l’ingresso all’Ucraina proprio per le motivazioni che hanno scatenato l’inferno oggi in Europa, è stata lei a portare avanti con convinzione il gasdotto Nord Stream 2, è stata lei una delle poche a saper opporsi con fermezza ai capricci a stelle e strisce.

    E non sarà un caso se dopo mesi di silenzio, esce con questa dichiarazione che fa scuola di diplomazia a quei quattro imbecilli che governano in Europa. E non sarà neanche una congiunzione astrale se tutto questo casino è coinciso con il suo tramonto politico.
    Cari scappati di casa e servi di Washington, propagandisti senza spina dorsale e guerrafondai per eccellenza su ordine a stelle e strisce, adesso metterete anche la Merkel tra i filo-putiniani? O finalmente aprirete gli occhi e prenderete appunti su come bisogna uscire da questa situazione? Decidete senza aspettare l’ordine da oltre Atlantico stavolta, ne va della nostra sopravvivenza!

    Piace a 2 people

  3. Cosa vogliono comunicarci con questa esortazione ? Perché è fin troppo chiaro che questa è una trovata indirizzata non solo ai Russi ma anche a tutti noi . Vuole farci credere a un imminente attacco Nato o almeno farcelo sospettare per generare psicosi in noi e soprattutto nei russi. Ma Putin può fare altrettanto dichiarando che un eventuale attacco con armi non convenzionali in Ucraina non implicherebbero un allargamento ad altri paesi se quest’ultimi non intervengono contro

    "Mi piace"

  4. Che abbiano aspettato che se ne andasse la Merkel mi pare ovvio. Il governo “sinistra”+Verdi è assai meno autorevole e più “vicino” ai Dem us che ancora fanno il bello ed il cattivo tempo un po’ ovunque.
    Chi lo avrebbe detto che siamo costretti a sperare in una debacle Dem alle elezioni di midterm e in Trump… Per quanto gli US ci guadagnano troppo in questa situazione quindi la cavalcheranno ben bene tutti.
    Io penso anche che Letta abbia preso le distanze dal Movimento proprio per non rischiare di stare al governo: ci aspettano tempi molto bui, quindi meglio che se ne prendano le colpe altri di quello che accadrà.

    "Mi piace"

  5. “L’industria europea, e in particolare quella tedesca, dipende dall’energia a basso costo proveniente dalla Russia. Senza di essa l’Europa sarà deindustrializzata e fallirà.

    Gli Stati Uniti avevano minacciato di disabilitare i gasdotti che collegavano l’Europa alla Russia.

    ABC News @ABC – 21:59 · 7 febbraio 2022
    Pres. Biden: “Se la Russia invade… allora non ci sarà più un Nord Stream 2. Porremo fine a tutto questo”.
    Reporter: “Ma come lo farai, esattamente, dal momento che… il progetto è sotto il controllo della Germania?”
    Biden: “Te lo prometto, ce la faremo”.
    abcn.ws/3B5SScx “

    "Mi piace"