Luca Barbareschi: “Oggi è la mafia dei gay il problema”

(ANSA) – “Il paradosso oggi è che è la mafia dei gay il problema. Non l’essere omosessuale, ma la mafia degli omosessuali, delle lesbiche”. A pronunciare le frasi shock è Luca Barbareschi durante la presentazione di un evento culturale a Sutri, il paese in provincia di Viterbo guidato dal sindaco Vittorio Sgarbi, anche lui presente durante l’invettiva dell’attore con tanto di fascia tricolore. Le parole dell’ex deputato stanno facendo il giro del web, sollevando critiche e polemiche.

“Quelle di Barbareschi sono parole inaccettabili”, tuona il Lazio Pride ricordando che “nel 2018 il Pride di Ostia, organizzato da Lazio Pride, fu dedicato proprio alle vittime delle mafie, in gemellaggio con il Pride di Napoli”. “La comunità Lgbt è vittima della criminalità organizzata – si legge in una nota -, che sfrutta e opprime le condizioni di disagio di chi è vittima di omofobia. Barbareschi chieda scusa.

Lazio Pride è schierato nel contrasto alle mafie e continueremo a farlo il 25 giugno e il 9 luglio ai Lazio Pride di Albano Laziale e Viterbo”. “Siamo fortemente delusi per le parole di Barbareschi pronunciate a Sutri – ha detto Virginia Migliore, presidente di Peter Boom Arcigay Viterbo e originaria di Palermo -. Mafie e comunità Lgbt sono in antitesi. Il 9 luglio saremo in piazza al Viterbo Lazio Pride anche contro le mafie, come già Lazio Pride fa da anni”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

9 replies

  1. Non ho capito quale sarebbe i problema su quello che ha detto Barbareschi.

    Evidentemente certe cose non si possono più nemmeno ironizzare.

    "Mi piace"

  2. Come ormai è costume e regola, si estrapola una frase da un discorso, la si distorce e la si piega per generare articoli, polemiche e linciaggio.
    Io consiglio vivamente di ascoltare l’intervento, qui gentilmente linkato, il concetto espresso è più ampio e io lo condivido: le regole della falsa libertà e uguaglianza sono più assurde dell’assurdo.

    "Mi piace"

    • La frase “Il paradosso oggi è che è la mafia dei gay il problema. Non l’essere omosessuale, ma la mafia degli omosessuali, delle lesbiche”, anche estrapolata dal discorso è più che sufficiente per essere definita, di per sé, ineccepibile, non sentendo affatto il bisogno di essere corroborata dal resto, per esserne infatti la sintesi perfetta.

      Ergo, il trucchetto della decontestualzzazione, in questo caso non ha funzionato come avrebbero voluto gli articolisti.

      Sorvoliamo per pietà sull’intelligenza di chi ha affermato “Mafie e comunità Lgbt sono in antitesi” per confutare la frase di Barbareschi.

      "Mi piace"

      • Ma poi Elio e le Storie Tese, nel 2003, cantavano:

        ”c’é un cartello di ricchioni, che ha deciso che
        l’anno scorso andava rosso e quest’anno il ble
        pantaloni a coste che costavano al mercato euro 23
        adesso li trovi nelle boutique, comprati dalle donne ricche
        l’han deciso i ricchioni
        e io devo accettarlo”

        Adesso li arresterebbero con la DIGOS all’entrata dello studio di registrazione.

        "Mi piace"

    • Ma santoiddio, oltre all’iperbole che Barbareschi ha usato con efficacia, perché non date un occhio alla lingua itaGliana prima di tranciare lezioncine semantiche!

      “mafia
      /mà·fia/
      sostantivo femminile

      1.
      Organizzazione criminale suddivisa in più associazioni …
      2.
      estens.
      Camarilla, cricca, consorteria.”

      Ovvero: “Gruppo di persone che, nascostamente e per lo più in difesa di interessi particolari, influenzano l’azione di un governo…”

      "Mi piace"

  3. Quello che ha detto Barbareschi è ampiamente condivisibile e sotto gli occhi di tutti. Fuori luogo invece sono a permalosita’ stizzita , il vittimismo , la supponenza e la protervia inaudita di un gruppo di persone che in nome della propria diversità ha finito per giudicarsi inattaccabile e imporre da minoranza al resto del genere umano il proprio aberrante vocabolario. LGBT Se mon è mafia questa !

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...