Questura Benevento, si continua con l’aggregazione. De Lieto (Li.si.po.): la misura è colma, scendiamo in piazza!

Quanto si sta verificando rasenta l’assurdo. Si continua a privilegiare l’aggregazione temporanea di un medico presso la Questura di Benevento, anziché assegnare il medico del Corpo, il tutto a discapito degli operatori di Polizia che già hanno pagato un prezzo molto salto: circa una decina i contagiati dal COVID-19 ed uno di essi è deceduto. Così ha dichiarato il Segretario Generale del “Libero Sindacato Polizia” (LI.SI.PO.) Antonio de Lieto: la misura è veramente colma, BASTA al solito trattamento ITTICO FACCIALE”. Purtroppo, l’incontro avuto giorni addietro tra una delegazione del LI.SI.PO. e il Prefetto di Benevento, non ha sortito l’effetto sperato. Infatti, il funzionario Coordinatore del Coordinamento Sanitario per le regioni Campania – Molise – Puglia – Basilicata, con sede a Napoli alla via San Biagio dei Librai 85, continua ad aggregare medici per brevi periodi presso la Questura di Benevento. La scrivente organizzazione sindacale LI.SI.PO. – ha proseguito de Lieto – è da tempo immemore che chiede l’assegnazione di un medico ed in subordine l’aggregazione di un solo medico fino a quando non venga assegnato quello definitivo.  E’ impensabile che in piena emergenza sanitaria ancora non si è provveduto a tale assegnazione, tutto ciò a giudizio del LI.SI.PO. è semplicemente inconcepibile!!! Preso atto della mancata risoluzione della problematica che tanto affligge gli operatori della Polizia di Stato della provincia di Benevento – ha concluso de Lieto – il LI.SI.PO. “Libero Sindacato Polizia” nei prossimi giorni attuerà manifestazione di protesta nei modi e nei luoghi che saranno indicati con apposita nota.

L’ADDETTO STAMPA

Antonio Curci