Torrecuso (BN): donato un nuovo automezzo alla Misericordia destinato al trasporto di persone svantaggiate

“Un nuovo automezzo è entrato nella famiglia della Misericordia di Torrecuso destinato al trasporto di persone svantaggiate con ridotte capacità motorie. Si tratta di un Fiat Qubo che può trasportare fino a quattro passeggeri autista escluso”. Lo ha annunciato il governatore della Misericordia di Torrecuso Nicola Maiello. “Visto l’incrementarsi delle tante ‘chiamate’ per il trasporto di persone disabili sia da parte di cittadini che da parte di Enti – ha continuato Maiello – ci siamo attivati per acquistare questo nuovo mezzo per le molteplici richieste. Come tutti sanno le Confraternite svolgono servizio di trasporto sanitario e pronto soccorso con ambulanze medicalizzate, auto mediche e altri mezzi – ha affermato ancora Maiello – ma la nostra attività non si limita al solo trasporto di pazienti ma è a disposizione anche per il trasporto di organi, sangue e altro ancora, comprendendo quindi tutte le attività inerenti che regolano il Servizio Sanitario Nazionale ed ecco perchè ci dotiamo anche di questi tipi di auto mediche.  Oggi come Misericordia di Torrecuso abbiamo convenzioni con il Comune di Torrecuso, il Comune di Foglianise e l’Ambito B02 di San Giorgio del Sannio

Nell’anno 2022 sono stati effettuati circa 604 interventi per il solo servizi sociali otre ai vari altri servizi di cui la Misericordia si occupa”.

La Misericordia torrecusana oggi conta circa 45 iscritti che a rotazione ‘offrono’ il proprio tempo libero per donarlo a chi ha bisogno con questi servizi: “accompagnamento a scuola dei bambini disabili; accompagnamento a visite mediche di persone con disabilità; accompagnamento di persone anziane nei vari bisogni quotidiani.

“Ricordo – ha dichiarato Maiello – che chi vuole può dare il proprio contributo iscrivendosi alla nostra Associazione e che per i Servizi Sociali non occorre un percorso formativo impegnativo ma c’è bisogno di un corso di circa 15 ore per l’apprendimento dell’utilizzo dei presidi a bordo degli automezzi. La sede dell’Associazione è aperta anche per chiedere informazioni in merito”. Da qui le conclusioni di Nicola Maiello: “A nome mio e di tutti i volontari ringrazio di cuore l’Azienda DI.SE.F. di Carmine Buonanno per la donazione fatta che ha coperto la metà dell’importo per l’acquisto dell’automezzo. Eravamo intenzionati a comprarlo ma le nostre casse non lo consentivano. E, come sempre, la Provvidenza è intervenuta. Sono gesti come questi – ha concluso Nicola Maiello – che ci fanno capire come la nostra Confraternita è veramente entrata nel cuore dei torrecusani e non solo”.

Categorie:Campania, Cronaca, Interno

Tagged as: , ,