L’ultima missione di Draghi è andarsene

(Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – A febbraio dell’anno scorso, quando lo spread era la metà di oggi, a Palazzo Chigi c’era un premier che non si metteva sull’attenti davanti a Renzi e ai soliti noti con la bava alla bocca per i miliardi del Pnrr. Così il partito del Pil, con la sponda di Salvini e Berlusconi, e la copertura mediatica dei padroni di tv e giornali, fece cadere Conte senza un motivo e celebrò l’arrivo di Draghi salvatore della Patria con due obiettivi: tirarci fuori dalla pandemia e concordare gli investimenti europei.

Due missioni concluse, visti gli ultimi dati sul Covid e l’avvio dei primi progetti del Recovery Fund. Adesso, dunque, il Presidente del Consiglio potrebbe tranquillamente smobilitare, a meno di considerare la guerra in Ucraina una nostra emergenza nazionale, cosa che peraltro potrebbe capitare davvero se continuiamo a mandare armi a Kiev.

Su questo punto il Parlamento è stato completamente scavalcato, nel silenzio del Pd – che ormai sta per Partito di Draghi – e delle destre. Persino qualche ministro preoccupato di perdere il posto si è stranito per la richiesta dei soli 5 Stelle di far conoscere alle Camere qual è la posizione dell’Italia di fronte a un conflitto che vede molto distanti gli interessi europei e americani.

Con tutta calma, giovedì prossimo, il premier dirà la sua in Senato, mettendo i partiti di fronte ai fatti compiuti, compresa la provocazione di nuove esercitazioni Nato ai confini con la Russia. Fatti gravi che nulla c’entrano col mandato per cui Draghi governa senza aver mai preso un voto. E che giustificherebbero la fine di questo Esecutivo diventato abusivo e il ritorno prima possibile al voto.

13 replies

  1. IL grande inganno dell’EU verso i suoi popoli.
    L’occidente sprofonderà e sarà colpa nostra, della nostra pusillanimità, del pensare a coltivare solo il nostro orticello, del farsi dirigere da gente disonesta, e conoscendo la loro disonestà li abbiamo rivotati.
    Che ci fanno i nostri politici in parlamento, dove non possono neppure più esprimere un giudizio o fare un’interrogazione? Perchè non fanno cadere il governo? Per disonestà!
    Questo governo non serve più, fateci tornare a votare prima che sia troppo tardi.

    Piace a 2 people

    • Ok Veronica, ma per chi c…..dobbiamo votare a questo giro?
      Ps: non è assolutamente una critica a te, è solo un’amara considerazione

      "Mi piace"

      • Veramente Martello ancora non lo so, ma so che ci sono dei gruppi che si stanno organizzando. La mia richiesta di voto riguardava il fatto che non vorrei si prorogasse questa forma di emergenza come per il green pass all’infinito, sembra ci abbiano preso gusto a tenere la gente tappata in casa negandoci i nostri diritti.
        Non mi è piaciuto il discorso di Conte alla stampa estera, mi sono resa conto che sono tutti allineati sulla proposta della Von der Leyen sul nuovo ordine mondiale…
        Gli USA sono al collasso economico, stanno stampando moneta a manetta e i maggiori colossi hi tech hanno gravi perdite in borsa, ci saranno stravolgimenti a breve.

        "Mi piace"

      • Piuttosto che andare a votare in anticipo, rispetto alla fine della legislatura, ucciderebbero la loro madre.
        Questi non si schiodano, sono proprio fissati con i chiodi sulle sedie.
        E quando gli ricapita d’incassare 15mila euro al mese per fare niente!

        "Mi piace"

      • @ubaruni mi sa che alla fine, tutto a riduce a questo: 15000€/mese più privilegi e trasporti contro 0€/mese e tanti calci in culo. I paladini del loro portafogli…..e anche se rischiamo una guerra atomica, sti’ cazzi!

        "Mi piace"

  2. “Nel silenzio del pd”!
    O, scemo, e scusa i se mi accontento di omaggiarti così poco, invece di buttare la palla in tribuna, era difficile scrivere “con il silenzio e l’ assenso” del partito di maggioranza relativa che sta in parlamento? Tal partito cinquestalle che sciaguratamente ho votato anch’io? Se il parlamento è stato scavalcato, sempre se, perché anziché ma il pd non dici ai tuoi prediletti che cazzo ci stanno a fare lì?

    "Mi piace"

    • Concordo Domenico il M5Stelle con Conte e Di Maio al governo sono i maggiori sostenitori di Draghi .Basta con le chiacchiere e poi votare tutto assieme al PD. e Berlusconi .

      "Mi piace"

  3. O.T. (ma anche,no!)

    Dichiarazioni di Adrian Bocquet un volontario francese in Ucraina:
    “Mi assumo totalmente la responsabilità di ciò che dico. In Ucraina, ho assistito a crimini di guerra: Tutti questi crimini sono stati commessi dall’esercito ucraino. Ma in Francia non ne parliamo!”

    Bocquet è un ex militare francese, autore di un libro.

    Dopo tre settimane trascorse in Ucraina, ai microfoni di SUD Radio, ha deciso di raccontare la sua esperienza. Ecco qualche estratto della sua intervista:

    “Quando sono tornato in Francia dall’Ucraina, sono rimasto scioccato: i canali televisivi invitano esperti che non sono stati in Ucraina e non sanno nulla di ciò che sta accadendo lì. Tra quello che sento dallo schermo televisivo e quello che ho visto con i miei occhi, c’è un abisso.”

    “Ho visto l’esercito ucraino sparare alle ginocchia dei soldati russi catturati e sparare alla testa degli ufficiali.”

    “Ho visto personalmente i cameramen americani inscenare riprese distorte dai luoghi degli eventi.”

    “Tutti gli edifici civili distrutti presentati dall’Ucraina come bombardamenti su civili, non sono altro che il risultato di sparatorie imprecise degli ucraini su installazioni militari.”

    “Le forze armate ucraine nascondono munizioni negli edifici residenziali di notte, senza nemmeno informare gli abitanti. Questo si chiama usare le persone come scudo.”

    “Bucha è una messa in scena. I corpi dei morti sono stati spostati da altri luoghi e deliberatamente posizionati in modo tale da produrre riprese scioccanti”.

    Versione completa dell’intervista in francese:

    Vittorio Rangeloni: https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-adrian_bocquet_volontario_francese_in_ucraina_bucha__una_messa_in_scena_ho_visto_personalmente_cameramen_americani_inscenare_riprese_distorte/45289_46263/

    Piace a 1 persona

  4. A Draghi rimane un ultimo grande obiettivo: LO SMANTELLAMENTO DEFINITIVO DELLO STATO SOCIALE.
    E ha già cominciato da un po’ lavorando bene di fino, nell’ossequioso silenzio generale dei servi di sistema.
    Ma per riuscirci completamente serve più tempo e potrebbe non farcela entro la legislatura.
    Poi, purtroppo, dovrà occuparsi di questioni ben più alte.
    Il nostro impareggiabile supereroe è atteso per altre imprese leggendarie.
    Gli hanno già promesso la poltrona di vertice della NATO.
    Glielo ha promesso Biden, tra flatulenze stati di incoscienza e qualche episodico pisolino.

    "Mi piace"