L’astensione degli indecenti

(Dott. Paolo Caruso) – Quanto accaduto pochi giorni fa nella Giunta in Senato con l’astensione dei tre componenti 5 Stelle rappresenta la cartina tornasole del brutto andazzo preso dal Movimento fondato da Grillo e Casaleggio, con un comportamento collettivo che denota la trasformazione del proprio DNA. Sono passati più di tre anni da quando il M5S con un grande consenso popolare, con una voglia reale di cambiamento, si è insediato nei Palazzi Istituzionali, e pare che sia trascorso un secolo da quel 4 marzo 2018. Il primo partito italiano che non ritrova più la sua identità, le sue origini, il suo recente passato di lotta e di governo, in questa ammucchiata di partiti assume una posizione di estrema marginalità. La previsione di Casaleggio che un soggiorno prolungato al potere avrebbe portato gli eletti verso forme corruttive, pare si stia materializzando. Ormai i pentastellati si sono allineati al peggio presente nelle Aule parlamentari e stanno perdendo rapidamente tutte le caratteristiche di forza alternativa al Sistema, non ultima quella della intransigenza sulla questione morale che da sempre ha rappresentato il fondamento della politica 5 Stelle. L’astensione in Giunta dei pentastellati che ha contribuito a salvare Gigino ‘a Purpetta, al secolo Luigi Cesaro, ex autista di Raffaele Cutolo capo dei camorristi, accusato dai magistrati napoletani di concorso in associazione mafiosa e corruzione elettorale e a regalare all’Innominabile Saudita di Rignano, al secolo Matteo Renzi, l’immunità dinanzi ai P.M. di Firenze che gli contestano il finanziamento illecito nell’ambito dell’inchiesta sulla Fondazione Open, rappresenta un comportamento imperdonabile che tende sempre più a compromettere il percorso politico e il futuro stesso del Movimento. Un Movimento che ha scritto pagine importanti nella recente storia della politica del Paese e che ha richiamato l’etica pubblica a stella polare dell’azione pentastellata, non può con il silenzio assordante dell’ignominia assistere alla disfatta dei propri valori, allo stravolgimento e alla cancellazione delle cosiddette leggi bandiera. Una vera umiliazione difficile da accettare per i sostenitori 5 Stelle, che in questi giorni devono ingoiare il rospo della sciagurata astensione dei tre componenti pentastellati presenti nella Giunta per le immunità di Palazzo Madama, una pessima immagine che spinge ancora di più il Movimento verso il baratro. Con questo comportamento, ha da ben dire il presidente Conte che i 5 Stelle in aula voteranno contro, quando dall’esterno non riesce pienamente a controllare i suoi peones. L’astensione è proprio da ignavi e la confusione correntizia all’interno del M5S fa si che Conte più che presidente rischia di rappresentare un giudice fallimentare. Il Sistema con il tempo cambia gli uomini e la cosiddetta giustizia si trasforma presto in garantismo. Diceva Edmund Burke che “il male per trionfare necessita che i buoni rinuncino e si astengano dal proprio operare”. C’era una volta il M5Stelle, unica forza in grado di contrastare le degenerazioni dei partiti e di cambiare realmente il Paese, ma come purtroppo  accade in ogni rivoluzione il potere progressivamente logora i nuovi inquilini e fa ammainare la bandiera di ogni ideologia. 

42 replies

  1. Sempre in attacco Caruso? L’informazione corretta e ” documento incompleto non votabile ” come voteranno i 5stelle lo vedrai in aula ! e allora ti invito a rimangiarti le calunnie! aspetto articolo ! e stai sereno.

    "Mi piace"

    • Mi associo volentieri alla tua risposta e continuo a pensare a quanto siano biliosi certi giornalisti. Sig. Caruso, quanto è ingrossato il suo fegato?

      "Mi piace"

  2. Due ipotesi: una banda di arraffoni pure loro; oppure una frase sussurrata all’orecchio, ma perentoria:
    “il tempo è finito, assumi un commissario liquidatore, game over”.
    Ce ne sarebbe una terza, cioè che dopo quasi due legislature i signori debbano ancora imparare qualcosa. Da non prendere in considerazione, questa è per i boccaloni.

    "Mi piace"

  3. Caro Caruso,

    ho spesso apprezzato i tuoi interventi , ma in questo caso dimostri di essere investito dalla sciaguranta onda del fondamentalismo integralista.L’episodio è indubbiamente negativo ma sappiamo anche che l’opera di depurazione portata avanti da Conte non ha ancora raggiunto tutti gli obiettivi : rimangono indecenti lestofanti da avviare nelle discariche ( ossia in quasi tutti gli altri partiti). Le difficoltà che il Presidente sta incontrando sono notevoli ma il Movimento da lui diretto non ha alternative se non la fine di tutto. Con il tuo intervento, ti associ momentaneamente alle squallide operazioni di Lezzi e Morra. Io, che ho vissuto a lungo nella sinistra radicale, so cosa significano e dove portano questi comportamenti. Dio ci salvi dalla stupidità…. non mi riferisco a te

    "Mi piace"

  4. Dott.Caruso anche Lei come Merlo inversione a “U”?
    Oppure non ha capito il meccanismo, eppure Conte ha chiarito…disposto a condannare uno senza aver fatto le dovute indagini?

    "Mi piace"

  5. Dott. Caruso, io la penso come Lei, e amareggiato ,per non dire altro Le dico che il suo lavoro di critica civile ,e’ il MODUS OPERANDI del vivere civile. La critica, motivata e la passione sono e saranno la linfa per una SOCIETA’ CIVILE SANA. La saluto e grazie.

    "Mi piace"

    • Non e un articolo serio solo la solita storia per consegnare l’ossicino al padrone ! il giornalismo di parte ha rovinato la nazione.

      "Mi piace"

  6. “ha da ben dire il presidente Conte che i 5 Stelle in aula voteranno contro, quando dall’esterno non riesce pienamente a controllare i suoi peones. L’astensione è proprio da ignavi e la confusione correntizia all’interno del M5S fa si che Conte più che presidente rischia di rappresentare un giudice fallimentare”
    Se l’autore avesse letto l’intervista rilasciata ad ADNKRONOS da una delle cinquantine avrebbe capito che all’esperto di comunicazione del movimento interessa principalmente esaltare gli interventi e Conte per farlo apparire Salvatore del movimento, a costo di fare fare una figura di merda ai miracolati, senza preoccuparsi della reazione degli elettori.

    "Mi piace"

    • Pensioni d’oro via, finanziamento pubblico via, vitalizi via, taglio parlamentari via,bonus 110% che ha rialzato il pil, reddito di cittadinanza che ha messo tutti in crisi perchè gli stipendi in atto sono piu deboli di un sussidio di povertà, cosa che in tutta europa esiste da anni da noi naturalmente e considerata assegno dei poltronari cosi publicizzati da certi politici es Meloni ! 19500 parlamento europeo, 9000 comune di roma ( mai vista) 14500 parlamento italiano e si lamenta dei poltronari ! tranquilli ci stiamo riorganizzando state sereni ! P:S 5 milioni dei nostri stipendi sono stati destinati al c.n.r per la ricerca, vorrei sapere quanto hanno sborsato quelli capaci quelli per bene ! grazie e capisco il vostro odio per la gente per bene!
      Gionalisti da riporto non vanno lontano. e la vita !

      "Mi piace"

  7. la mia delusione se ci pensate bene è anche la vostra, mi voglio augurare che Conte riesca almeno a cambiare le cose, e da persona perbene quale è glielo auguro e lo auguro a noi tutti, SIA CHIARO……..

    Piace a 1 persona

    • Caro Caruso Lei non ha capito il percorso, forse e meglio leggere cose serie e vere , avra sorprese ! E non getti fango su cose che non conosce ! Aspetto correzione suoi post dopo voto.

      "Mi piace"

  8. Mi vien da dire VEDREMO!!!!, ma il dubbio si sta insinuando maledettamente. E’ vero che tutta l’informazione mainstream ha sempre avuto l’obiettivo di insinuare negli elettori del Movimento dei dubbi. Ma se il comportamento dei ns eletti non è coerente il dubbio viene da solo

    "Mi piace"

  9. La cosa assurda è che c è ancora qualcuno che crede nel movimento. Non si può criticare perché si fa il gioco dei media che vogliono distruggerlo, lo stanno già facendo da soli.

    "Mi piace"

  10. Vede Caruso esistono principi, valori e ruoli diversi, se in Giunta si fa una votazione per un giudizio tecnico su una proposta, la valutazione dovrebbe essere imparziale e finalizzata alla sua fattibilità giuridica, perché si sta giudicando un documento, non una persona, e se non ci sono carte e dati sufficienti per valutarlo, oggettivamente, ci si può astenere, che significa non ho sufficienti elementi per esprimermi, da giudice imparziale, su questa richiesta tecnico giuridica, e corro il rischio di giudicare la persona, a prescindere , perché avversario politico, in una sede istituzionale che non ha questa prerogativa! Perché il giudizio di innocenza o colpevolezza si forma in tribunale ed il M5S ha un principio morale e politico secondo cui il parlamentare, di qualsiasi partito, ed anche e soprattutto del M5S, va a processo come qualsiasi altro cittadino, da cui il voto in aula sarà in difesa di questo principio, e non contro la persona, anche se si chiama Renzi! E che non ci sia un pregiudizio sul nome è stato appena dimostrato, astenendosi su una sua richiesta, perché, in tale sede, ne andava valutata solo la legittimità, e non il richiedente! Un conto è esprimersi su una richiesta, evidentemente legittima a norma di legge, ed altro conto è dire, a chi l’ ha avanzata, se hai un minimo di decenza e rispetto per il tuo ruolo da espletare con disciplina ed onore , vai a processo, come hanno fatto Raggi ed Appendino, o farebbe un parlamentare 5 stelle, senza aspettarsi alcun salvataggio dai propri colleghi di partito/movimento che sarebbero i primi ad impedirgli di sottrarsi al tribunale, unica sede in cui ognuno ha il diritto di essere giudicato! Il M5S non è venuto meno ad alcun principio, si impone di essere imparziale, nella sede dovuta , e di difendere i propri valori di uguaglianza di ogni cittadino di fronte alla legge, indipendentemente da nome, ceto, razza, religione, appartenenza politica, tendenze sessuali, ruolo pubblico o privato, come previsto dalla Costituzione , che aveva l’ ambizione, tradita, di avere Parlamento e sedi istituzionali formate da uomini degni di rappresentare la Nazione, e si è ritrovata tifosi di partito!

    "Mi piace"

    • Alessandra,
      non si capisce quale siano le tecnicalità mancanti. Ad ogni modo non avrebbero dovuto emettere loro la sentenza, ma consentire ai giudici di utilizzare le carte per un eventuale processo, nel caso del bomba, per quell’altro vabbè, non saranno loro a fermare il processo al camorrista.
      Mi spiace ma proprio non ci sono scusanti né per loro (che cercano un posto al sole) né per Conte che non ha il controllo su queste persone.
      E comunque l’articolo 68 nasce in un contesto ben diverso, non fu certamente pensato per camorristi e arrivisti. Erano ben altre le motivazioni che portarono alla scrittura di quell’articolo.

      "Mi piace"

  11. Io la seguo, mi sono ritrovata in diversi suoi articoli, in questo un po meno visto che ha omesso un po di cose, ad esempio questo:
    “L’astensione del M5S in Giunta costringe il Senato al voto. Se i 5 Stelle avessero votato NO, con la maggioranza certa del SI, la questione sarebbe stata definitiva. Conte è un giurista, conosce la legge e sa come farla applicare! Sappiatelo!”

    "Mi piace"

    • Bravo ! chissa se Caruso e & hanno capito cosi magari in seguito impara a scrivere correttamente la verita e non fuffa per coglioni ! !

      "Mi piace"

    • Non conoscevo questo elemento, grazie per averlo pubblicato, perché se l’ astensione è stata determinante per far arrivare la votazione in Senato, senza passare direttamente alla Corte costituzionale, è stata una giusta scelta! Vedremo chi in aula vota contro o a favore del senatore Renzi!

      "Mi piace"

  12. Il problema non è il voto ma il comportamento che si assume nelle decisioni, oggi nella consulta delle immunita’ ieri nel consiglio dei ministri quando votarono favorevolmente alla porcata della legge Cartabia e solo il successivo intervento di Conte riuscì a limitare i danni. Questa è una constatazione e non una critica fine a stessa e che spero serva da stimolo. Riconosco che gli stravasi di bile spesso servono a capire quanto sia sincero e forte il rapporto che ti lega alle persone e in questo caso al Movimento. Il mio articolo voleva essere da stimolo nel dire Noi ci siamo ma ora datevi una smossa, ora tocca a voi.

    Piace a 1 persona

    • Oramai la smossa se la danno solo in presenza di una tavola apparecchiata, non sia mai che debbano raccogliere solo le briciole.
      Dalle stelle alla poltrona il passo è stato breve.
      Il bizzarro è che ci sia ancora qualcuno che sostiene quella banda di cialtroni poltronari.

      "Mi piace"

  13. L’articolo è altamente apprezzabile e sicuramente non è apprezzabile la spiegazione data per l’astensione.
    Cosa vuol dire che la documentazione era incompleta, quando il movimento ha sempre sostenuto che i parlamentari non devono entrare nel merito delle indagini?
    Le indagini le debbono fare i PM e sull’argomento si debbono esprimere i giudici e non i politici.

    "Mi piace"

  14. Dott. Caruso, non ha mai beccato tanti commenti come in questo articolo: ha trovato la vena giusta, non la molli! ahahah…

    PS: ah, per quello che vale sono d’accordo con quello che ha scritto; l’ItaGlia è piena di MOLLI & SPORCHI invidiosi (cit.) dei DURI E PURI. Un saluto.

    "Mi piace"

  15. Quali carte avrebbero dovuto vedere? è solo un puerile scusante.
    Per principio i 5S hanno sempre detto e votato perchè i processi si facessero!
    e ora si astengono contro un fiancheggiatore della camorra dichiarato? e uno Spergiuro?
    e chi diavolo sono questi difensori della nuova regola di “vogliamo vedere le carte” inventata al momento?
    Le tre senatrici, se in buona fede, sono delle sprovvedute, invece penso che siano alla ricerca di una qualche benemerenza incofessabile!!!!

    "Mi piace"

  16. al Dipartimento solo funzionari, che per colpa del “mancato nobel dell’economia” non possono più lavorare in smartworking, per cui sono costretti a dare appuntamenti al Dipartimento anche a chi arriva dal Friuli o dalla Val d’Aosta o a me da Padova. Poco male, dovevano solo dare l’ultimo visto di conformità.
    La rottura di scatole sono i leghisti o faccendieri che girano attorno a queste cose.
    Sono Fondi strutturali che hanno una procedura particolare, devono essere programmati per tempo in forma progettuale per alcuni settori ben definiti.
    Noi (la mia azienda) facciamo solo consulenze, Non decidiamo i progetti o i settori dove intervenire, chi decide è la politica.
    Ma si sa che i faccendieri “faccendano” e i leghisti “dureggiano” ed insistono.
    Per liberarmene la risposta è sempre: parlatene con Zaia o con Caner o Calzavara., una volta c’è stato persino uno che si è presentato con una lettera di richiesta FALSA di Zaia. Quando si sa che Zaia non lascia mai impronte.

    "Mi piace"

    • “Noi (la mia azienda) facciamo solo consulenze, Non decidiamo i progetti o i settori dove intervenire, chi decide è la politica.”

      Ci sono talmente tanti soldi già in giro che proprio per questo motivo ho sempre pensato che questo pnrr con questi aoffwrri non ci avrebbe apportato alcun miglioramento. Vabbé ma l’atuonominatosi candidato al premio nobel lo hai visto?

      P.s.
      Almeno hai beccato una settimana stupenda: adoro Roma in questo periodo, gelata ma col cielo celeste e un sole accecante.

      "Mi piace"