Il pianeta delle Sim

(Marcello Veneziani) – La terra è un pianeta abitato dagli smartphone, popolazione mobile con forti capacità comunicative. I Telefonini hanno infatti superato in numero gli umani: sono al momento 7,5 miliardi contro i 7,4 miliardi di umani. Come qualcuno ricorderà, gli umani erano accessori dei Portatili, servivano come loro custodie, astucci, veicoli e portavoce per alimentarli e trasportarli. A ogni telefonino non corrisponde un umano ma è come la famosa statistica del pollo di Trilussa: mezza umanità ne ha il doppio. Molti sono in quiescenza, anche senza arrivare a quota 100.

L’evoluzione dello smartphone non ha ancora trovato il suo Darwin: in principio i portatili erano dei bestioni che somigliavano al loro primate, la ricetrasmittente d’uso militare. Se li portavi in tasca procuravano ernie inguinali e quando si mettevano a suonare e a vibrare producevano stimolazioni urinarie o sessuali, orgasmi o crisi epilettiche. Poi con l’evoluzione della specie il telefonino si fece sempre più piccolo, fino a diventare in alcuni prototipi una cozza, a volte gratinata; sparivano, non si trovavano nelle borse. Il telefonino passò poi alla clandestinità, lasciando che gli umani parlassero tramite auricolare. Infine tornarono grandi, piatti e versatili nell’ultime generazioni di i-phone, accoppiandosi coi tablet. E facendosi sempre più Sintesi del Mondo, tabernacoli visivi del mondo e dell’umanità. Come sarà la terra quando si estingueranno gli umani e resteranno solo i Telefonini? Si chiameranno tra loro con la voce di Siri o di Alexa, ma chi li alimenterà, come si sposteranno e di cosa parleranno? Ho visto file di portatili agli astrologi per farsi leggere il futuro nelle carte sim.

5 replies

  1. Speriamo che arrivi presto un nuovo diluvio universale, senza lasciare sopravvissuti, così il padreterno finalmente si chiederà :
    “Ma perchè avevo voluto creare questi stronzi inutili ?”
    Quindi dei telefonini non gliene fregherà più niente a nessuno, tantomeno a Veneziani.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...