Il “Berlusconi grillino”

Le carezze dispensate a Giuseppe Conte (“ha il mio stile”), contraccambiato con l’invito al tavolo delle riforme, fanno parte del battage elettorale per il Quirinale dove il fu Caimano intende giocarsi le sue carte […]

(di Antonio Padellaro – Il Fatto Quotidiano) – È del tutto evidente che il “Berlusconi grillino” (Libero), quello che loda il Reddito di cittadinanza del M5S come cosa buona e giusta poiché “aiuta i poveri”, rappresenta sempre di più la mina vagante nel campo del centrodestra. Giorno dopo giorno, il “federatore”, colui che prima riuscì a coalizzare le forze sparse, e tra loro ostili, dell’anticomunismo (Fini e Bossi) per poi assumere il ruolo di padre nobile dispensatore di saggezza ai giovanotti scavezzacollo (Salvini e Meloni), sembra deciso a rompere gli ormeggi. Per lasciarsi andare, libero e felice, dove lo portano il cuore e, come sempre, gli affari suoi. Avete presente quegli arzilli vecchietti che giunti a una certa età diseredano figli e nipoti per dilapidare i risparmi di una vita al Bingo e nei sexy shop? Ecco.

Certo, le carezze dispensate a Giuseppe Conte (“ha il mio stile”), contraccambiato con l’invito al tavolo delle riforme, fanno parte del battage elettorale per il Quirinale dove il fu Caimano intende giocarsi le sue carte. Senza dimenticare che il proprietario di Forza Italia (accreditato dai sondaggi con un 7-8 per cento non disprezzabile) gioca con il Partito popolare europeo, lontano dai gruppi sovranisti dei suoi alleati-coltelli. Non si può neppure escludere, poi, che l’ingordigia elettorale di Matteo&Giorgia stia fortemente sulle scatole all’ex Cavaliere, deluso anche dalla scarsa considerazione con cui la coppia ha accolto la sua autocandidatura al Colle. Loro non osano contraddirlo perché hanno troppo bisogno delle ospitate di Mediaset dove vengono invitati con assiduità. Lui si fa ritrarre mentre riceve la terza dose del vaccino mostrando l’ago orgogliosamente conficcato nel braccio. Alla faccia di tutti quelli che nella Lega e in FdI si ostinano a lisciare il pelo dei no-vax. Tempo al tempo e vedrete se non riuscirà a traslocare gli azzurri nel centro moderato che Matteo Renzi gli sta apparecchiando. Confinando così la destra-destra in un ruolo laterale. Lasciatelo lavorare.

16 replies

  1. Però, per quanto riguarda il RDC, io gli credo:

    https://www.google.com/amp/www.corriere.it/politica/17_dicembre_27/berlusconi-lancia-reddito-dignita-mille-euro-mese-garantiti-tutti-4f4bd6c2-eb56-11e7-aee4-bc31285a7c38_amp.html

    Dai, almeno quello glielo si può riconoscere… generoso è generoso.
    Poi bisogna vedere come, quanto e perché, ma, da questo punto di vista, Salvini e Renzi sono delle m assolute persino rispetto a B.

    Piace a 1 persona

    • Non si capisce più un cazzo, Berlusconi fa il grilletto hemm grillino, e i grillini Berlusconi, gli credo anch’io… ahahahahahah, ma mi viene da ridere e non so il perché.

      "Mi piace"

    • Ma dai, quella era una sparata elettorale (sondaggi alla mano) per rincorrere i grillini!
      E com’è finita? I grillini ora rincorrono lui! 🤮

      "Mi piace"

      • Nel senso che lo voterebbero come PDR?
        (Perché quello SAREBBE lo scopo di B.)
        Non credo proprio.
        Ho visto Ricciardi respingere con sdegno anche l’appellativo ironico/affettuoso di “zio Silvio” datogli, in una trasmissione televisiva, da Roncone.
        Il fatto di concordare su una misura, non credo che possa cancellare il giudizio negativo su un simile personaggio, secondo me non solo dal m5s, ma soprattutto dalla storia.
        E comunque, casomai, se consideri quello del dicembre 2017 un modo per rincorrere i grillini (e io non credo, perché B dichiarava essere quello l’unico punto in comune), logica vuole che lo sia anche ora, visto che va’ nella stessa direzione e non in quella contraria.

        Piace a 1 persona

      • “Tra i leader dei partiti ci sono ex premier come Silvio Berlusconi e Letta che ci sono passati prima di me e che, in un modo o nell’altro, hanno subito questa instabilità del governo. Il momento è perfetto: quali migliori interlocutori per affrontare la riforma della Costituzione?”

        Chi lo ha appena detto?
        E tu come lo chiameresti? 🤮

        "Mi piace"

    • Anch’io. Si può parlare delle nefandezze di B. per ore e ore e sarebbe solo un secchiello pieno d’acqua in confronto al mare, ma non si può dire che sia stupido. Ogni persona sana di mente, senza bisogno di essere in buona fede, sa che il RdC è cosa buona e giusta. Sa che il suo maluso non è colpa del provvedimento, ma dei disonesti come per qualunque istituzione. Aggiungi poi che così può riportare a sé parte dei suoi vecchi elettori che negli ultimi anni sono saltati sul carro del vincitore cazzaro verde…

      Piace a 1 persona

  2. Tutta ammuina, per poi farsi indietro e lanciare il nome della ” sogliola appiattita sul fondo “: la sua vera candidata. La signora Serbelloni Dundariva Viendalmare.

    "Mi piace"

    • Leggo solo adesso sul Corriere on line un’intervista a Mastella sull’elezione di Cossiga (che all’epoca era presidente del Senato)… Chissà perché, ma mi fa riflettere.

      "Mi piace"

  3. LE FANDONIE DI GRILLO- Viviana Vivarelli.
    Se Draghi con le balle non scherza, pure Grillo però…

    Svergognate le fandonie di Grillo: “Draghi è grillino”. Draghi non solo non è né sarà mai grillino ma in ogni cosa che fa distrugge una parte del programma realizzato dal M5S e lo farà sempre più fino all’azzeramento totale perché Draghi sarà sempre contro la sovranità popolare data al popolo, contro i diritti dei lavoratori, contro la difesa dei più deboli e proteggerà, difenderà e aiuterà solo e sempre la casta dei più ricchi e strafottenti ed egoisti e corrotti a rinforzarsi rubando soldi e diritti a tutti gli altri.

    “Cingolani porta avanti la transizione ecologica per cui votare Draghi significa votare per l’ambiente”. Non solo questa affermazione è palesemente e sfacciatamente falsa, ma ci buggerano per diamanti il letame perché Cingolani dell’ambiente se ne strafrega e serve solo gli interessi delle grandi compagnie petrolifere e non solo ha interrrotto del tutto il progresso delle energie verdi ma se ne strafrega del cambio climatico e del fatto che il nostro Paese rischia di morire di inquinamento o di andare sott’acqua perché intende solo favorire i peggiori di Confindustria, quelli che inquinano, usano energia sporca, sporcano l’ambiente e per di più schiacciano e soffocano i diritti dei lavoratori, con una precarizzazione disumana, paghe da fame. e una tale quantità di morti sul lavoro da condannare no solo chi le fa ma anche chi glielo permette come un mostro.

    “Il Movimento non può stare fermo al giorno della marmotta ma deve andare avanti”, e andare avanti ha significato distruggere la democrazia diretta, far sparire la voce dei meet up, costruire una piramide verticistica dove solo due sono al potere, ignorare le richiese degli elettori e soprattutto silenziare la voce del popolo così che si sentano solo i media di una casta che rappresenta la parte minoritaria e peggiore del Paese.

    “Si deve fare una democrazia migliore”, e farla ha prodotto l’espulsione immediata di qualunque voce contraria, la demonizzazione di chiunque pensasse con la propria testa, il potere accentrato in solo due persone, il silenziamento della base, la sparizione del blog, l’assenza totale di qualunque spazio di informazione o di discussione o confronto, qualunque pluralismo, la negazione delle votazioni di Rousseau, l’asservimento senza se e senza ma ai comandi di Draghi, la scomparsa di una qualsiasi opposizione, la votazione sempre e comunque ai diktat più barbari e liberisti imposti alla fiducia per non far cadere il governo.

    Ma, dopo aver sventato questa fandonie che Beppe Grillo ci ha spacciato come verità assolute e che i suoi fan hanno accettato e ripetuto come tanti zombie, ancora una sopravvive sui blog senza che venga svergognata a dovere:; “Che noi nel governo Draghi ci stiamo “per controllare””. Visto come governo Draghi senza sentire niente e nessuno, ripetere ancora questa falsità non denota solo un basso livello mentale ma pure un basso livello morale.

    "Mi piace"

  4. Mettiamola così : Berlusconi è Satana in persona, capace di inganni e raggiri di prim’ordine e d’infonocchiare pdini ,sinistroidi da salotto,psicointellettuali da domenica in e rivoluzianari a stipendio fisso. Salvini e Meloni sono diavoletti di terza categoria,tipo Astaratte,Balfagor etc… Servono il capo più o meno consapevolmente credendo penosamente di fare il proprio gioco e interesse.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...