Il comunista-immobiliarista…

(Franco Bechis – il Tempo) – Davanti a Tommaso Labate che lo intervistava per Sette il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, ha voluto fare il piagnina, descrivendosi come l’ultimo dei comunisti, quasi proletario. “Non solo sono nato in una casa popolare. Tuttora vivo a La Spezia in quelle che una volta si chiamavano le “case Fanfani”, dal nome del ministro del Lavoro che portò alla realizzazione dell’edilizia popolare. Sì, certo, avrei avuto la possibilità di comprare un’altra casa.

Ma non l’ho fatto. Era la casa in cui mio nonno viveva e che poi ha riscattato. Sono rimasto lì, non per vezzo o per chissà cosa. Se sei nato in periferia, sai benissimo che la periferia non è un’esperienza esotica, come la raccontano alcuni. È una cosa normale, che va trattata come una cosa normale. E che è cambiata moltissimo in questi anni”. Verrebbe voglia di assegnargli il reddito di cittadinanza, non avesse lo stipendio da ministro. Ma secondo il terribile Dagospia Orlando non la racconterebbe giusta: “Lui vive cinque giorni su sette in un bell’appartamento in pieno centro di Roma. A La Spezia ci va una volta al mese. E in Messico ha una casa dove svacanza…”.

Sul Messico poco da dire, perché non può risultare alle banche dati italiane. Ma Orlando di sicuro non è un inquilino qualsiasi di una casa popolare. Perché al catasto italiano risulta proprietario di ben 5 fabbricati e un terreno. Quattro fabbricati sono a La Spezia, due appartamenti da 5,5 vani ciascuno, accatastati come “Abitazione di tipo economico”, e quindi non case popolari e due magazzini C/2 – uno di 33 mq e l’altro di 21, agli stessi indirizzi delle case. C’è anche una casa a Roma di proprietà di Orlando, questa sì classificata “di tipo popolare”, di 3,5 vani in una stradina però ora diventata chic dietro le Terme di Caracalla.

Dunque una certa passione per il mattone il ministro Orlando deve averla. E ne ha fatto perfino una piccola attività imprenditoriale: con la sorella Silvia Orlando e un ristoratore spezzino, Duccio Mele a lei legato, ha messo su una società (di cui Andrea è principale azionista): la Das srl, che ha come oggetto sociale “affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence”. L’attività è iniziata con il nome di Shelley proprio in uno dei due immobili posseduti dal ministro a La Spezia, vicino alla stazione.

Ed è un successo, viste le recensioni su Tripadvisor: “Il proprietario il Sig. Duccio è di una gentilezza e disponibilità davvero rara. Saprà indirizzarvi con onestà e preparazione alla scoperta di questa bellissima terra. Consigliatissimo”, scrive un cliente nel maggio 2021. E prima di lui un altro cliente: “Se Duccio ha una stanza libera non fatevela scappare . A due passi dalla stazione la struttura presenta camere moderne , pulite e ben attrezzate . Lasciatevi guidare da Duccio per il resto della vacanza”. E soprattutto, svacanzando lì a La Spezia si eviterà per sempre il reddito di cittadinanza al ministro Orlando, il comunista-immobiliarista…

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

31 replies

    • Orlando per essere credibile secindo sto tizio dovrebbe donare il suo stipendio e vivere sotto un ponte.
      Vorrei sapere quanti appartamenti ha Angelucci in parlamento da 100 anni e che gli permette di scrivere questi pezzi da Pulitzer.

      Piace a 2 people

    • Non c’entra, il marito della moglie di Cesare deve essere sempre al di sopra di ogni sospetto.

      Come Franceschini et al., questo qua si fa la bella vita in parallelo.

      "Mi piace"

      • La sola cosa che suscita sospetto è (ma non ho letto tutta l’intervista) la bugia che gli fa dire di vivere in quella casa Fanfani.

        "Mi piace"

      • “Il 28 febbraio 1949 viene varato dal Parlamento il “Progetto di legge per incrementare l’occupazione operaia, agevolando la costruzione di case per i lavoratori” destinato a restare nella memoria collettiva come “Piano Fanfani” dal nome del suo propositore e sostenitore, l’allora ministro del lavoro e della previdenza sociale Amintore Fanfani.

        Un’idea solidaristica
        Inizialmente previsto per una durata settennale, verrà poi prorogato sino al 1963. L’idea è quella di costruire case per i lavoratori prelevando una trattenuta sulle loro retribuzioni. L’intervento, oltre al rilancio dell’attività edilizia con la costruzione di alloggi per le famiglie a basso reddito punta a diminuire la disoccupazione favorendo anche l’assorbimento di una notevole massa di disoccupati.”

        Quattordici anni di durata
        Il primo cantiere viene aperto nell’estate del 1949, pochi mesi dopo l’approvazione della legge e nell’autunno dello stesso anno i cantieri aperti sono oltre 650. Dopo la sua entrata a regime il Piano Fanfani produce circa 2800 unità abitative a settimana con la consegna sempre settimanale di circa 550 alloggi alle famiglie assegnatarie. Nei primi sette anni di vita vengono investiti complessivamente 334 miliardi di lire per la costruzione di 735.000 vani corrispondenti a 147.000 alloggi. Alla fine dei quattordici anni di durata i vani realizzati saranno, invece, in totale circa due milioni, pari a 355.000 alloggi.

        Perche bugia ? Un merito a Fanfani .

        Piace a 1 persona

      • Merito ai lavoratori che credo ancor oggi, con nome diverso, lascino una percentuale del loro salario per la costruzione di case popolari,. Anche se non se ne costruiscono ormai più.
        Quanto alla bugia, Tracia mi riferisco a quella dove, nell’intervista, dice che quella casa Fanfani (che ai tempi era data a famiglie di lavoratori numerose e molto povere) è la sua abitazione principale. Mentre, sempre da quel che si capisce nell’intervista, sembra non sia vero.
        E, per un politico della sinistra, non va bene. Almeno per come la vedo io.

        Piace a 1 persona

      • Da wikipedia: Gescal (acronimo di GEStione CAse per i Lavoratori)
        “I fondi GESCAL sono stati aboliti nominalmente, ma, in realtà, continuano ad essere prelevati sotto voci di imposta “contenitore” che accorpano parecchie voci “solitarie” del passato.”

        "Mi piace"

  1. Bechis,conferma un’altra volta di essere….Bechis!
    La notizia potrebbe essere che Orlando evade IMU o altro ; che gli immobili di cui è proprietario gli sono stati intestati e pagati a sua insaputa….
    Forse anche che il cognato è un delinquente e non una persona gentile.
    Sarebbe stata una “notizia” da pubblicare anche se il giornalista (si fa per dire) dopo una ricerca accurata avesse appurato che quegli immobili pur essendo di sua proprietà fossero stati intestati a prestanomi di comodo.
    Niente di tutto questo. A quanto sembra tutto regolare. Tutto è regolare,legale: per lui e i per chi lo paga e’questa la notizia?
    A volte un po’ di vergogna…

    Piace a 2 people

  2. La meschina e la scoreggiona

    Il BELLO di voi 2 vere poveracce, parlo della MESCHINA e della Scoreggiona, è che il vostro MODELLO di riferimento del sistema m.k.s. sono i delinquenti.

    Sono gli angelucci il vostro metro, il vostro modello di confronto dal quale partire. E’ con quel modello che avete scelto i vostri mariti DISGRAZIATI e SFIGATI.

    E’ chiaro che i vostri mariti, gli orlando senza laurea e gli zingaretti senza laurea, sono il vostro modello vincente, cioè PERDENTE, in un paese normale fatto di gente normale. Cioè NON voi 2.

    orlando è quello che le intercettazioni violano la privacy dei cittadini, NON dei MAFIOSI ai quali para il kulo, NO NO NO.

    zingaretti, il ventriloquo di gatto silvestro, è quello che la monnezza di roma è colpa della raggi, anzi del figlio della raggi.

    La Meschina e la Scoreggiona, prossimamente al Cinema.

    Piace a 1 persona

    • Si può sapere chi sono le m.k.s. che offendi?
      Perché non ti guardi allo specchio così ti vedi meglio e ti senti mentre parli le tue pizze si odono fino in Cina.
      E poi prezzolato di un bell’imbusto si vedrà te al cinema insieme alle majorettes di tinto brass, avete la solita feccia, pardon disse Pertini alla pagina Elisabetta, faccia!

      Piace a 1 persona

      • Mi chiedo che cosa aspettano a togliergli il cellulare, quelli del reparto psichiatrico.
        O A BANNARLO QUI AD INFOSANNIO.
        Non vi sembra che stia esagerando?
        A parte gli evidenti segni di SQUILIBRIO, si permette pure di alludere alla vita privata con reiterati insulti…e tutto va bene?
        Avete perso una marea di commentatori SANI per via di questa bolgia di troll e di casi psichiatrici.
        Questo non fa che DENIGRARE il BLOG in tutti i modi ed è ANCORA QUI?
        Vi sembra che migliori il dialogo una presenza così DISTURBANTE, che continua ad emettere sentenze e insulti DELIRANTI?
        A chi si deve denunciare la cosa?

        "Mi piace"

  3. Che schifo ! Andate a litigare nei giardini comunali x alternarvi l uso dell altalena ! Dai !questo blog è diventato oramai una cloaca di idioti che sfogano le loro frustrazioni! Peccato! Era
    Meglio frequentato.. adesso vedo solo bulli che si insultano.. sino a poco tempo fa : seppur nelle diverse opinioni c era molta educazione e garbo nell esprimere i propri pensieri e concetti ! È tempo di lasciare andare la deriva e trovare altri mari ( cit.)

    Piace a 1 persona

  4. Qua l’unico cojone che va a piangere da pengue sei tu: gentile redazione, come mai avete cancellato il mio messaggio e non il suo?
    Non è giusto, allora me ne vado. Addio Pengue, stai dove batte il sole
    Ah ah ah!
    cojine demmerda!

    Piace a 1 persona

  5. Suicidati cessodemmerda!
    Ti schifano pure gli spostati ah ah ah.

    Esimio cogliostro e Caglione, mi può cortesemrnte rispondere: noto che abbiamo lo stesso titolo di studio,me lo può gentilmente confermare? Sa, io la stimo.

    Ah ah ah

    Piace a 1 persona

  6. Te piacerebbe, non solo non ti ho mai dato il mio numero (e ce mancherebbe, vecchio pervertito!) ma ti ho sempre schifato.
    Io i viscidi come te li sgamo subito.
    Patetico cojone!
    Mo vai a piagnucolare con la redazione.
    Ah ah ah!

    "Mi piace"

    • “ti ho sempre schifato.”… CHI BATTE AMA… ahah… Hai presente le sabbie mobili? Ecco… Quando imparerai a non agitarti troppo, ci farai più bella figura con i tuoi amichetti/e… ahah… Salutami il tuo idolo Zeus-Pengue.

      Se per caso ci ripensassi, sempre a tua disposizione…💔 💋💋💋 svitata…

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...