Alessandro Di Battista: “A proposito di libertà di stampa…”

(Alessandro Di Battista) – A proposito di libertà di stampa…Questa sera andrà in onda su Report un servizio su un incontro “carbonaro” tra il senatore Renzi e Marco Mancini, pezzo grosso dei servizi segreti nonché agente coinvolto nello scandalo Telecom-Sismi e nel rapimento illegale di Abu Omar. Renzi non ha incontrato Mancini nei palazzi istituzionali. L’ha fatto in una piazzola di un autogrill. L’incontro, tra l’altro, avvenne nei giorni in cui Renzi stava brigando per far cadere Conte utilizzando ogni tipo di puerili scuse, tra le quali anche la questione sulla delega ai servizi segreti. In realtà l’obiettivo (ahimè raggiunto) era ossequiare qualche potere forte nostrano e non (sicuramente Confindustria ed il gruppo Elkann) spingendo per un uomo notoriamente di establishment come Draghi.

Il punto però è un altro. Appena uscita l’anticipazione di Report alcuni “sgherri” di Italia Viva hanno dichiarato che è in arrivo un’interrogazione parlamentare su un pagamento effettuato da Report ad una “fonte” per ottenere informazioni da utilizzare contro Renzi. Dovete sapere che se viene presentata un’interrogazione parlamentare è molto più difficile denunciare per diffamazione il parlamentare che ne è l’autore. In un mondo normale questo sarebbe anche giusto dato che gli atti politici non dovrebbero mai essere sindacati. Ma nell’Italia di oggi molti politici utilizzano le Istituzioni per scopi personali. Report annuncia un servizio su Renzi ed i parlamentari di Italia Viva provano a “far pressioni” utilizzando atti pubblici quindi, di fatto, denaro pubblico. Il tutto a meno di 48 ore dall’ipocrita levata di scudi da parte della politica sul caso Fedez-RAI. Fino a che il governo (quindi la politica e oggi, con l’assembramento al potere più o meno tutti i partiti) sarà l’editore della RAI, pressioni, censure, minacce velate, intimidazioni mediatiche etc, etc, non finiranno. Noi cittadini, tuttavia, abbiamo un grande potere se solo ce ne rendessimo conto. Quello di informarci ed indignarci. E occorre farlo soprattutto oggi che la PAX draghiana pare abbia fatto calare un mielato silenzio su denunce contro i potenti di turno (vedi caso Casellati-aerei di Stato). Guardiamo tutti Report stasera. E’ il miglior modo di difenderci.

8 replies

  1. E vai x report,
    Che schifo, un parlamento composto in larga maggioranza di delinguenti, sia che essi siano di destra sia che essi siano di sinistra,
    Normalmente in un paese civile verrebbe definito un parlamento composto da cosche mafiose.

    Piace a 1 persona

  2. ” Fino a che il governo (quindi la politica e oggi, con l’assembramento al potere più o meno tutti i partiti) sarà l’editore della RAI, pressioni, censure, minacce velate, intimidazioni mediatiche etc, etc, non finiranno”.

    Come non essere d’accordo?
    La partitocrazia ha snaturato la funzione dei partiti visto che negano quei diritti che dovrebbero invece promuove.
    La loro presenza pervasiva nella PA è un grosso problema.
    Un problema che dovrebbe riguardare tutti, anche coloro che nella PA ci lavorano.
    I partiti dovrebbero occuparsi di leggi ed azione di governo e non uccupare tutti i gangli del potere, con incarichi che vanno dal più alto dirigente all’operaio.

    Piace a 1 persona

  3. Ma per caso Renzi deve rendere conto a voi povery chi incontra o non incontra?
    Non esiste per noi tutti (e finanche per voi povery) il diritto di incontrare chi si vuole, quando si vuole e dove si vuole?
    Vi si deve spiegare simili banalità, e poi vi meravigliate di essere povery e di campare a cinquant’anni con la pensione di mammà e/o il reddito di nullafacenza?

    "Mi piace"