Mario Transformer

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – All’Ottavo nano, il mitico programma della Rai2 di Freccero, partiva ogni tanto lo spot del Berlusconi Transformer, il simpatico pupazzo di B. nei suoi più riusciti travestimenti: “Lo vuoi operaio? Lo preferisci imprenditore? È il tuo nuovo amico. Cercalo nei migliori negozi. Cardinale, comunista, extracomunitario, dottore, giudice… Basta che lo voti e diventa quello che vuoi!”. Nella sua incontinenza verbale, il Cainano si dipingeva ogni giorno per una cosa diversa, inventandosi un’autobiografia prêt-à-porter per piacere a tutti.

Mario Draghi ottiene lo stesso risultato senza neppure lo sforzo di aprire bocca e, le rare volte che la apre, senza dire assolutamente nulla di preciso: provvedono poi i giornalisti al seguito ad attribuirgli pensieri, parole e opere buoni per tutti gli stomaci e i palati. Mario Transformer è descritto come l’antitesi di Conte e “tutto il contrario dei giallorossi” (Libero), anche se ha tutti i giallorossi in maggioranza e 11 ministri su 22 che lavoravano con Conte, elogia Conte per aver “affrontato l’emergenza sanitaria ed economica come mai era accaduto dall’Unità d’Italia”, conferma il Recovery di “alto livello” di Conte, non prende il Mes come Conte…

Tutto ciò che fa è già stato fatto. Il resto lo rinvia, perché nell’ammucchiata nessuno è d’accordo con niente. Oppure non ne parla proprio, per non scontentare nessuno, copiando un po’ da Giavazzi, un po’ da Chance giardiniere, un po’ da Massimo Catalano. Ambiguità politichese? Vuotezza forlaniana? Vaghezza andreottiana? No: “pensiero e azione” alla “Giuseppe Mazzini (Molinari, Repubblica). “La potenza di un’analisi” (Ajello, Messaggero). “Il grande gioco delle idee dietro il discorso fatale” (De Monticelli, Domani). “Il cambio di passo per la politica” (Fontana, Corriere). “La formidabile lezione del professore” (rag. Cerasa, Foglio). “Competenza e visione” (De Romanis, Stampa). Volete mettere la nobiltà del non dire? “Silenzi istituzionali”, “ritorno a una comunicazione autorevole” che “rivoluziona le parole del potere” (Panarari, Stampa). Del resto, non so se l’avete notato, ma Lui “è il solo che parla come i ragazzi del clima” (Domani): lui e Greta, due gocce d’acqua.

Sbianchettata mezza sua biografia dalle asprezze liberiste, privatizzazioni, Goldman Sachs e Grecia, ora Draghi è un “keynesiano pragmatico” (Giampaolo Galli). “Un socialista liberale” (Valdo Spini), “come Craxi” (Martelli). “È contro la patrimoniale e per il taglio delle tasse” un po’ “come Ferruccio Parri” (Salvini). “Un grillino, uno di noi” (Grillo). “Riaccende l’amor patrio” (QN). “Antisovranista come noi” (Zingaretti), un brutto “colpo al sovranismo” (Franco, Corriere). “Segue il modello Johnson” (Verità). È “la scelta più sovranista che potessimo fare” (Claudio Borghi). “Il mio capolavoro” (Renzi). “Un grande italiano come me” (B.) sebbene incensurato, infatti “combatterà la corruzione e le mafie” (Rep).

Tutto e il suo contrario, ma Lui lascia dire: finché gli altri se la bevono. Mario Transformer, e pure trasformista. Ma se Conte cercava 4 o 5 responsabili per neutralizzare i voltagabbana renziani, era “mercato delle vacche”; se Lui inventa un’ammucchiata di interi partiti cambiacasacca che giuravano di non appoggiarlo mai e di non governare mai insieme, si chiama “trasformismo buono” (Foglio), anzi “dimensione repubblicana” e “spirito repubblicano” (Rep-Espresso: mica come quel monarchico di Conte), e non ricorda Mastella, Ciampolillo, Razzi o Scilipoti, ma “De Gasperi, Berlinguer e Monti: quando gli ‘incompatibili’ riescono a fare squadra” (Ceccarelli, Rep). I giornaloni si sbracciano fra “svolta”, “novità”, “agenda Draghi”, “effetto Draghi”, “modello Draghi”, “metodo Draghi”, “stile Draghi”, “rivoluzione Draghi”. L’Espresso esulta per la Resurrezione dell’Italia dal “mucchio di macerie lasciato dai governi Conte”, “la crisi di sistema”, “il fallimento degli uomini nuovi”. Veneziani tripudia per “la fine della farsa giallorosa e il ritorno alla normalità”. Francesco Merlo orienta la lingua sul nuovo destinatario che “ridicolizza la comunicazione truccata e sbracata di Conte&Casalino” e “la Cretinocrazia” che “sbaglia i congiuntivi e geografia (Di Maio)”: poi si ritrova Di Maio agli Esteri. Aldo Grasso, altro scalatore di discese, non sta più nella pelle: “È come se in questi ultimi anni avessimo vissuto un incubo… se ci stessimo risvegliando dall’invenzione di una situazione intollerabile. Com’è potuto succedere? Perché così tanti incompetenti a guidarci?” Poi si sveglia e Draghi “congela i licenziamenti di massa” (Domani), come Conte. “Coinvolge nei vaccini i medici di base” (Sole 24 Ore), come Conte. “Tiene per sé la delega ai Servizi” (Stampa), come quel dittatore di Conte. E sull’Ilva “va avanti con Invitalia” (Stampa e Corriere), cioè con quella ciofeca di Arcuri. Vuole “più pagamenti digitali” (Rep), come Conte.

C’è, è vero, qualche bella svolta rivoluzionaria. Tipo questa: “Con Draghi l’Italia ha scelto l’Europa” (Sassoli), mica come Conte che aveva scelto l’Oceania. Senza contare che Draghi vuole “l’alleggerimento dei divieti” (Libero) e “basta Dpcm” (Giornale): infatti proroga tutti i divieti di Conte, ne aggiunge qualcuno e lo fa con un decreto e un Dpcm, come Conte. Però c’è modo e modo, anzi moda. Repubblica: “Il Dpcm alla moda di Draghi”. Il primo Dpcm in minigonna della storia.

84 replies

  1. Che palle questo! Ma per una volta almeno invece di fare la comare biliosa che ancora rumina rabbia, potrebbe per una volta fare giornalismo?

    "Mi piace"

    • Sig.ra Bruna, per non dire Ah Brú, questo è IL giornalismo, non le sciocchezze (e mi fermo a sciocchezze…) che si leggono a firma di clown ammaestrati ad arte. Se ne faccia una ragione al più presto anziché continuare ad essere poco credibile con i suoi commenti inconcludenti, tipici dei cosiddetti troll.

      Piace a 3 people

    • Ma che palle lei Bruna, per non dire “ah Brú hai rotto”. Che le piaccia o no, questo è IL giornalismo, non le sciocchezze (e mi fermo a sciocchezze…) che si leggono a firma di clown ammaestrati ad arte. Se ne faccia una ragione al più presto anziché continuare ad essere poco credibile con i suoi commenti inconcludenti, tipici dei cosiddetti troll.

      "Mi piace"

    • @gazzelloni
      Ma i tuoi soliti epiteti ed insulti, che fine hanno fatto?
      Anche la brevità dell’intervento è incomprensibile. Soprattutto INASPETTATA.
      È l’inizio della tua ritirata?
      O da infosannio è arrivato qualche richiamo?
      Fammi e facci sognare :
      TI È ARRIVATO UN PLICO VERDE DAL TRIBUNALE? 🤭🤭🤭🤭🤭

      Se così fosse è probabile che apprendere o le tue gesta da qualche sito. 💁‍♂️🙏🍾🥂🎉🎉🎉🎊🎊🎊🎈🎈🎈🥳🥳🥳
      Dai che ci stiamo togliendo dai piedi pure sto troll⚰️⚰️⚰️⚰️

      "Mi piace"

      • ho solo un dubbio
        è una interlocuzione coniata ad Oxford o a Cambridge?
        la signora è odiosa, anche nei suoi ridicoli errori grammaticali
        (forse ha le dita grosse e la tastiera piccola), ma
        certi evocazioni su gusti sessuali alla moda, potrebbero
        essere percepite come “sig.ra Fantocci, vadi a godere”.
        magari un più sano “ma va a cagher”

        "Mi piace"

  2. Questo è lo spaccato della mediocrità degli italioti, la maggioranza degli itagliani crede nei loro referenti politici, non importa di che colore sono e di cosa raccontano,

    Piace a 1 persona

  3. In Italia funziona così. Se fai il finto morto e non fai un cavolo sei un eroe. Se fai scelte (e inevitabilmente qualche sbaglio), sei un incapace. Speriamo che Draghi rimanga impigliato nella rete di saliva che gli stanno tessendo attorno, e che non faccia danni al popolo. E che faccia il finto morto fino alle prossime elezioni del Presidente della Repubblica.

    Piace a 2 people

    • Concordo. Solo che… fino all’elezione del PdR, sai quanto tempo ci tocca tenerci ’sto SuperMario? Mesi e mesi!. Hai voglia a errori, eh! Con questo governo di imbecilli masso-mafiosi il cui unico scopo è di spartirsi la ricca tortona del RF, sai che manicomio di casini dovremo sorbirci, ancora?
      Sarò naïf, ma a me Conte manca tantissimo. 🤷🏼‍♂️

      "Mi piace"

      • Gentile, concordo in pieno su ciò che ha scritto. Ma ho paura che Draghi farà Draghi, ossia il banchiere al servizio di chi lo ha messo alla BCE (Silvio B.) ed dei poteri marci che ci ammorbano l’esistenza da sempre (i soliti parassiti che non vedono l’ora di papparsi il recovery) e che non hanno fatto altro che tentare di buttare giù il migliore governo degli ultimi trent’anni (per lo meno). Rimango della speranza (ciao core) che Draghi miri alla PDR, metta il pilota automatico su ciò che aveva fatto di buono Conte e non faccia incazzare la gente. Cordialità.

        "Mi piace"

      • Ancora non abbiamo visto niente. Quest’estate comincia il semestre bianco, nel quale praticamente vale tutto, si può solo sperare di non doverlo chiamare “semestre nero”.

        "Mi piace"

  4. Se sta ciofeca è giornlismo…Non mi ricordo un solo articolo del suo maestro Montanelli che si sprecava a fare le pulci ai colleghi, aveva di meglio da fare dare informazioni o la sua interpretazione dei fatti ai suoi lettori!

    "Mi piace"

      • Andreas, ma come… non lo sai?
        Il suo riferimento culturale, l’unico che lei ritenga “attendibile” (parole sue) è… tadadadà:
        DAGOSPIA.
        Su, non svenire, su…

        "Mi piace"

      • scusi sig.ra Gazzelloni se mi intrometto, ma piuttosto che commentare le sacrosante esternazioni di Travaglio che a modo suo comunque informa, vogliamo piuttosto commentare quello che scrivono la maggioranza dei giornalisti, se così li possiamo chiamare, asserviti ai proprietari delle testate? …basta è veramente uno schifo non se ne può più!

        "Mi piace"

    • Montanelli :

      “Tutta l’intellighenzia italiana ha una vecchia tradizione di servilità, com’è logico, perché si è sviluppata in un Paese analfabeta, per secoli e secoli analfabeta. Non avendo il lettore doveva per forza procurarsi il protettore. Scriveva per il protettore”.

      Piace a 1 persona

    • Montanelli:

      “Gli intellettuali cortigiani da sempre non vedono l’ora di stare alle dipendenze dell’ Uomo della Provvidenza del momento, ignorano l’importanza della libertà e dell’ indipendenza, sono i veri cantori di tutti i regimi possibili.”

      Piace a 2 people

      • Si parla di intellettuali ed in generale, mica di giornalisti facendogli sempre le pulci anche se una dice che Draghi ha una visione (che non mi sembra niente di eccezionale!)…

        "Mi piace"

  5. Se essere un burattino, furbo comunque, per lei equivale ad essere un santo…
    No, non si preoccupi non si tratta di una malattia grave ma purtroppo di illetteratismo..
    Un po’ piú di applicazione nello studio, meno Tv e fanatismo politico pare che siano un buon inizio, veda lei

    Piace a 2 people

  6. Pagliacci che fanno ribrezzo anche a Draghi, ma sono funzionali.
    In ogni caso, temevo questo governo, ora di più: ci sono dentro non gli ” incapaci ” bensì i “capaci di tutto “.

    Piace a 4 people

  7. Anche oggi hai trovato il modo di farci conoscere la profondità del tuo pensiero onesto e coerente, ben allineato con i tuoi neuroni.

    "Mi piace"

  8. A VLASTA CHE HA VOTATO SI’ DA VIVIANA CHE HA VOTATO NO- Viviana Vivarelli.

    Cara Vlasta
    Io sono una no global. Credevo nella democrazia diretta molto prima che ne parlassero Grillo e Casalecchio e continuerò a sperare che il M5S ne sia l’erede e porti avanti le nostre battaglie. Credo nell’emancipazione dei popoli e nel pericolo gravissimo dei poteri neoliberisti che il popolo lo vogliono defraudato e succube.
    Credo che il Movimento possa fare degli errori come tutti ma non lo abbandonerò se quello che fa non coincide con i miei desideri, come ho fatto col mio matrimonio che non sempre è stato perfetto ma non l’ho rotto per questo.
    Non ho avuto mai il minimo dubbio sulla pericolosità di Draghi e non cambierò facilmente opinione.
    Buttare l’Italia nelle braccia della Finanza è un errore gravissimo e che lo faccia addirittura il M5S, che dei popoli dovrebbe essere il primo difensore, ha dell’incredibile. Se credi che io abbia riportato notizie false, non devi fare accuse generiche ma circostanziate e valuterò.
    Ho davanti a me fatti storici ben precisi che attestano quanto male abbia fatto Draghi ai Paesi europei e come abbia distrutto la Grecia con la scusa di risanarla e temo fortemente che lo farà anche con l’Italia. Tutte le prove storiche sono a suo sfavore.
    Ho ben chiari quali sono i suoi propositi sul nostro Paese e non mi fido affatto di lui. Vedo al contrario che molti lo sostengono ‘sperando’ che sia cambiato e che improvvisamente si metta a fare del bene all’Italia.
    Se i fatti condannano un uomo come pedofilo, non gli affido i miei figli ‘sperando’ che sia redento. Invece tanti 5 stelle non sanno presentare altro che le loro speranze basate sul nulla.
    Qui abbiamo da una parte dei partiti corrotti che hanno buttato al cesso tutti i loro programmi per basso interesse e dall’altra un M5S, che doveva costituire un polo di resistenza e di opposizione al neoliberismo e agli squali della Finanza che si arricchiscono sulla rovina dei popoli, e invece si sta comportando come gli altri per la brama di prendere qualche briciola, scambiando un Draghi per uno Zingaretti o un Salvini, oltre tutto in condizioni ben diverse, non di parità o superiorità come nei precedenti governi che hanno rispettato i nostri 300 parlamentari e il fatto che siamo la prima forza del Parlamento ma di totale inferiorità, e lo si è visto dal poco che Draghi ci ha dato, favorendo molto di più, per es., la Lega che in Parlamento è terza.
    In quanto a chi ha votato SI’ alla fiducia, non ho letto da parte di nessuno delle motivazioni serie ma solo ‘speranze’ molto vaghe e riposte sul nulla.
    Ma se tu credi che dirlo sia offensivo nei confronti di chi ha votato si’ a occhi chiusi e senza conoscere chi è Draghi, non so che dirti.
    La malafede e il tradimento di tutti i partiti, che hanno rinnegato tutto ciò che dicevano di essere per partecipare alla magiatoia mi sembra più che evidente ma vedo anche tanta ingenuità e ignoranza in tanti elettori a 5 stelle.
    Non ho dubbi sul fatto che Grillo abbia abusato di un potere da capo politico che non gli spettava, che abbia condotto malissimo le trattative e che sia stato fregato.
    Tu credi che dirlo sia offensivo? Io non riconosco personaggi sacri a cui mi devo inchinare. Credo solo nei fatti e nel mio giudizio critico, e non lo cambierò se questo mi farà perdere la simpatia di qualcuno. Se poi i fatti diranno che sbaglio, accetterò i fatti. Si chiama ‘realismo’.
    La salvezza del mio Paese passa avanti alle speranze o alla credulità di qualcuno e anche ai desideri di Grillo che possono essere giusti o sbagliati come quelli di chiunque altro. Non ho mostri sacri da venerare. E credo che anche io posso sbagliare come chiunque altro. Mi sono sbagliata votando Prodi che ci ha infilati nell’euro, sbaglierò anche ora. Per Prodi ho sbagliato perché non sapevo molti fatti, se allora li avessi saputi avrei fatto meglio. Sono stata ignara e ingenua.
    Ma se oggi vedrò negli altri ingenuità e disinformazione, lo dirò, anche se mi dispiace se ciò sarà visto come una cattiveria. La fede cieca che nega i fatti la lascio agli altri.
    Su Di Battista ho cambiato idea. Prima lo attaccavo più o meno con gli argomenti di tutti, ora credo di averlo capito e lo rispetto. Ho cambiato idea anche su Grillo. Prima lo credevo bravissimo, ora penso che fa degli errori come chiunque altro e sta invecchiando.
    In quanto al fatto che io riporti articoli che sembrano opposti, lo faccio perché ognuno veda ogni situazione anche da punti di vista diversi, perché è difficile che la verità stia tutta da una stessa parte.
    Sui dissidenti, penso che non meritino tanti attacchi, alcuni bassi e brutali fatti dai nostri nemici che si travestono da 5 stelle, credo che tra loro ci siano persone molto valide che sono da rispettare se hanno seguito la propria coscienza, la quale è superiore a qualunque statuto o legge, penso che siano risorse preziose che il Movimento deve conservare e non mi è affatto piaciuta la sbrigatività dittatoriale di Crimi. Un Conte al suo posto si sarebbe comportato in modo ben diverso e più cauto.
    Credo che, se invece non avranno seguito la propria coscienza, se ne andranno da soli.
    In ogni caso, a decidere non deve essere un Vito Crimi qualsiasi, messo in un posto di grandissima responsabilità solo perché è il più vecchio e che ha abusato abbondantemente dei suoi compiti mentre ha lasciato passare un anno senza fare quasi niente, ma deve decidere la votazione degli iscritti, mentre tutti i dirigenti hanno pesantemente sbagliato a far passare un intero anno nell’inerzia, senza l’elezione di un governo collegiale e con un blog in condizioni pietose, abbandonando anche i meet up che dovevano essere basilari e con scarse informazioni o votazioni. Loro per primi hanno danneggiato il Movimento, per inerzia e sordità. E questa è la prima regola dello statuto o dei valori della democrazia diretta che è stata calpestata.
    Car Vlasta, ti saluto, conservando ogni stima che ho per te. Siamo entrambe in buona fede, difendiamo entrambe un ideale ed è questa la cosa che conta.

    "Mi piace"

    • “In quanto a chi ha votato SI’ alla fiducia, non ho letto da parte di nessuno delle motivazioni serie ma solo ‘speranze’ molto vaghe e riposte sul nulla.”
      Non so gli altri, ma anch’io alla fine ho votato si e non perché non sappia chi sia Draghi, ma proprio perché lo so e so anche che non c’è alcuna speranza. Come ha detto anche Licheri al Senato prima della fiducia, il M5S è entrato in questo governo per rompergli continuamente le balle! Alla stessa stregua di quanto fatto da Salvini/Renzi nel Conte1/2.
      Avrei votato no solo se fossi stato sicuro al 100% che non si sarebbe formata nessun governo, ma Salvini ha rinnegato pure sua madre per entrare, sarà così scemo? All’opposizione il M5S non avrebbe potuto logorare da dentro la squadra e mandare tutti a votare il prima possibile. Non avrebbe potuto obbligarli a fare solo lo stretto indispensabile per superare la pandemia e nient’altro. Se si fosse formato un governo senza M5S, avrebbero avuto tutte le scuse per distruggere qualsiasi loro conquista e avrebbere avuto tranquillamente la maggioranza per farlo. Ce l’hanno anche conl M5S dentro, ma così non gli possono andare spudoratamente contro visto che, in teoria, dovrebbero collaborare. Perciò oggi non possono andare contro le riforme del M5S senza essere fortemente criticati, mentre avrebbero potuto farlo senza problemi col Movimento all’opposizione.
      Insomma mi sono convinto che questa è la strategia giusta, e siccome sui temi la pensiamo allo stesso modo, ora non capisco che motivo ci sia di criticare una scelta fatta a maggioranza e peggio, di uscire dal Movimento come ha fatto Dibba perché contrario a questa linea. Non siamo diventati amici di Draghi e di Berluscono, tutt’altro, e spero che le azioni future lo sottolineeranno!

      Piace a 3 people

      • Oh, finalmente un’analisi intelligente e lucida di quel che sta succedendo e soprattutto, del perché sia successo! Bravo Luca! 💪🏼

        "Mi piace"

      • Della propria interpretazione dei fatti non me ne frega nulla, i giornalisti devono dare le notizie non le interpretazioni dei loro padroni

        "Mi piace"

      • Lucapas io credo invece che voi non abbiate proprio capito un bel niente a votare si!
        E mi spiego, perché ritengo che un occasione cosi grossa non succederà più, anzi che porti i 5s a brevissimo ( max 2023) dal 3 al 7 %
        Tu dovevi dire NO tassativo, andavi all’opposizione ( come pensi di aver preso il 33%, stando dentro o guardando gli altri fare disastri?) bene 1 occasione : si spacca il Pd e tu raccogli, il pd di zingaretti che fa? Sposa renzi berlusconi e salvini( per governare draghi ha bisogno di quei voti) tu ridi e passi all’incasso ( guarda esperienza Monti da dove è partito il Pd e dove è arrivato nel 2018) i renziani del pd vogliono il governo, benissimo il pd deve spaccarsi e fare leu 2 o leu 3 tutti con 10% scarso, tu detti le condizioni nel 2023 ( con Conte in prima fila) per la coalizione e governi per 5 anni e hai una prateria davanti, conte il giorno che ha salutato ha raggiunto 1 milone di like!!!!!!!!!!!!!!!!!
        Adesso se io fossi Conte con persone che il giorno prima mi osannavano e il giorno dopo hanno sposato i peggiori nemici politici, non ci vado manco a prendere il caffè, insegno e pratico la libera professione, ciaone!!!!!
        Tu ti illudi di fare che cosa, fino al 2023?
        Vedrai fino a luglio farai si e no i vaccini( proseguio di cose già programmate)
        Da luglio semestre bianco fino al 2022 si vivacchia, non si può votare, tu intanto non avendo i riflettori accesi su di te, ti dai da fare per occupare più poltrone( 500 in scadenza) e pararti il tuo qlo, poi degli italiani ci penseranno quelli che verranno poi!
        Cosa può fare Draghi fino alle elezioni del presidente della repubblica? Giocherà per gli italiani o si guarderà da Mattarella o berlusconi per la conquista dello scranno?
        Governa per gli italiani ( spero).
        Che si fa? RF bene ad aprile devi consegnare progetti per avere prima trance ( quando arrivano gli ok ai progetti e quindi i soldi?)
        Io credo che prima del 2023 non si muova niente e se fossi in questa dx farei di tutto per ritardare, far fare la figura di cacchina ai 5s per 2 anni senza fargli toccare palla.
        Tu ti ritrovi prima a dire si poi vai a spiegare alla gente che con semestre bianco, poi elezioni PDR
        hai il mal di pancia che le cose non vanno avanti e sei scontento, sai cosa ti arriva in faccia?
        Pensi veramente di contare con il ministero degli esteri con draghi premier? Con il ministero Dell’agricoltura?
        Beata gioventù
        Io, ripeto già scritto in altro post, vado al mare e prima di rivotarvi nel 2023 ne deve passare di acqua…
        Ma voi del si sarete contenti, il futuro è nelle vostre mani, siete dentro……
        Sapete guidarlo il trattore…….
        Io se volete, vi organizzo torneo di burraco, nel 2023 tempo ne avrete….

        "Mi piace"

  9. Fa bene Travaglio a ricordarci ogni volta la stampa di regime ma chi legge qui (presumo) tutto questo già lo sa ( pro o contro che sia),serve solo a svagarci un po’…però dopo un primo sorriso io un po’ anche mi inca..o e non per la stampa no, ma per quei partiti della cosiddetta sinistra ( io lo sono,o penso di esserlo e ho rispetto per chi civilmente non lo è) che hanno consentito e consentono il costituirsi e il protrarsi del tutto ( so già la risposta ahimè, le poltrone,come direbbe qualcuno,e non è un bel sentire)

    "Mi piace"

  10. La Francia ha già presentato il recovery plan, si chiama France Relance ed è un bel tomo consistente e concreto, anche Germania e Spagna sono a buon punto. L’Italia finora era ferma a delle simil bozze inconcludenti, come avrebbe potuto essere approvato da un parlamento senza numeri?? È questo il punto, il resto è un contorno di chiacchiere

    "Mi piace"

    • Invece il nord Italia non l’aveva ancora presentato???????adesso si che lo presenterà…vedrai costruiranno un mose antinebbia per la padania che schiarira’l’orizzonte ai nordisti ma farà rimanere la nebbua fitta per quelli del sud ,e si anche il
      Mose sarà razzista.Adesso ci sono i capaci di rubare, prima c’erano gli incapaci di farlo.per i giornatelevendolileccaculi è un bel cambiamento

      Piace a 3 people

      • Marco bo, un nome che vuol dire non so niente, e infatti non sa che il France Relance sono “solo” 296 pagine 😁

        "Mi piace"

      • Marco Bo,
        potresti dire alla austro ungarica o lombardo veneta, o quello che è che la Francia riceverà 39 mld, ovvero il18,6% del nostro RF?
        grazie

        "Mi piace"

      • Appunto cara omonima, a noi spettano molti più soldi, quindi adesso per stilare un piano decente ci penserà il mio conterraneo Daniele Franco

        "Mi piace"

    • @Paolabl
      Se scrivi che l’Italia è in ritardo con la stesura del RP, probabilmente ti è sfuggito che il precedente governo (che è bene ricordarlo ha portato a casa la possibilità di ottenere dalla UE 209 mld) è stato tenuto in ostaggio per due mesi da un senatore toscano (il leader politico con il minor consenso), e dai sui accoliti (che si sono fatti eleggere in un altro partito), il cui movimento pare abbia il 2% dei consensi tra i cittadini italiani …
      Ma in fondo è questo il grande problema degli italiani: la memoria!

      "Mi piace"

  11. Se la gente riuscisse a leggere tutti i giornali come fa Travaglio per mestiere, si renderebbe conto chiaramente che li stanno prendendo per i fondelli. Ovviamente nessuno di noi è in grado di leggerli tutti ma per fortuna abbiamo Travaglio che ci fa la sintesi.

    Piace a 2 people

  12. “Un socialista liberale”

    E dalli con questa storia… Ora devo uscire e mi risparmio un pippone,ma (puntini puntini) solo l’unico a vedere ‘sta accoppiata come illeggittima? Laddove con questo intendo che liberale esclude socialista eccetera.

    "Mi piace"

    • Se come socialismo intendiamo quello marxista hai perfettamente ragione.
      Se intendiamo un’economia di mercato in cui chiunque ha il diritto di stipulare un contratto di compravendita, ma in cui lo Stato interviene attivamente a tutelare le fasce più deboli, a garantire un servizio pubblico efficiente (magari con una partecipazione diretta alle attività produttive) e, in generale, indirizza il mercato e la proprietà privata verso l’utilità sociale, il discorso cambia.
      L’assunto di base è che i diritti sociali ed economici siano necessari per esercitare appieno quelli civili, cioè le libertà individuali. Del resto, vogliamo un socialismo che non si curi delle libertà individuali?
      Si veda, a tal proposito, il pensiero di Carlo Rosselli e di Olof Palme, fra i tanti.

      Piace a 1 persona

      • Il liberalismo sociale è quello di Gobetti, Bobbio e altri, e predica l’intervento statale nell’economia. Il socialismo liberale è quello di Rosselli in Italia e di Olof Palme, padre della socialdemocrazia scandinava, e insiste molto di più sulla necessità di costituire un sistema economico misto. Non c’è una grandissima differenza tra le due visioni, però entrambi i termini hanno un preciso significato. Esiste anche un’importante rivista chiamata “Socialismo liberale”, con illustri contributi.

        "Mi piace"

    • Sig. Ennio,
      Io non so cosa voglia dire perché per me socialista è Craxi, ma il prof. Canfora ha detto che ‘se è vero che è un socialista liberale (mi pare avesse detto liberal socialista) direi che è una buona notizia’.

      "Mi piace"

      • Devo… devo… resistere, devo res…resistere alla tentazione… devo resistere… pippone cosmico sul…. devo resistere, e’ un trabocchetto… il socialismo… devo… devo…

        "Mi piace"

  13. “Il mio capolavoro” (Renzi)

    Ex DC, poi si fa sindaco di Firenze poi scala il PD. Poi mentre perde quasi tutto il perdibile usa le connessioni sviluppate dal nocciolo duro degli amichetti ed amichette del suo giro alla Firenze Acqua per seminare offerta di influenza nelle cosiddette Fondazioni e pararsi le spalle contabilmente.

    Poi da ex-tutto tira su spettacolini come il documentario surpagato, come le conferenze. Poi fa cadere il Governo (i fatti d’Arabia Saudita sono un dettaglio).

    Renzi si e’ riposizionato e messo sul mercato, questa e’ la sua scommessa “politica”. Tutto il paparino.

    Anni ’70 come se piovesse…

    Piace a 5 people

  14. Agostino Depretis è passato alla storia come il fautore e promotore del TRASFORMISMO
    Draghi passerà alla storia col traduttore incorporato “TRASNFORMER” what ever it takes

    "Mi piace"

  15. su su
    che c’è l’ansa a rallegrarci
    – Draghi, il suo macellaio: ‘Ama cucinarsi da solo il brasato’
    il prossimo intervistato, dopo la foto che aspetta come un pinguino,
    il suo turno per prendere un prodotto al supermarket
    sarà il suo barbiere
    scoop
    – Draghi. il suo barbiere: ‘Ama la lozione dopobarba all’essenza di arancia amara’

    se fossi nei panni del genitore che ha fatto sacrifici per fare studiare un figlio/a
    e mi produce tali perle di piaggeria mi domanderei se non fosse stato meglio,
    quella sera, quella del suo concepimento, andare al cinema.

    "Mi piace"

  16. la cosa assurda è che la manovalanza dei giornalisti non si sente nemmeno umiliata a toccare così il fondo della propria dignità.
    Spesso sono precari , mal pagati ,sottoposti a pressioni e mobbing delle “linee editoriali” , fanno una gavetta mostruosa e sconfortante buttati in mezzo alla strada , sgomitando nelle redazioni per un piccolo posto al sole momentaneo ,
    I direttori ? se non fosse per i soldi pubblici e la benevolenza dei loro gruppi editoriali sarebbero a fare l’elemosina per un posto da addetto stampa .
    Ma chi glielo fa fare? non è meglio fare il cassiere?

    Piace a 2 people

  17. La propaganda quando lancia una testa di legno del potere, prima gli fa una bella campagna a tappeto su tv e giornali, e la lancia, come quando esce l’ultimo iphone o il nuovo prodotto per lavare i vetri..

    La pubblicità è figlia della propaganda e nasce verso la metà del secolo scorso come fenomeno di massa, mentre la sua mamma propaganda era già adulta da parecchio (hitler per esempio diceva che la Germania aveva perso la prima guerra mondiale perchè la GB aveva una propaganda più forte).

    A volte l’operazione non riesce, e qualche personaggio che doveva fare faville si perde per strada (come nella pubblicità prima di mettere in vendita un personaggio fanno le analisi di mercato e ne verificano il gradimento), tipo cottarelli. Ve lo ricordate? Hanno fatto di tutto per vendercelo, ma il prodotto non tirava, e hanno abortito il tentativo
    Poi ci sono quelli che sfondano ma reggono poco, tipo salvini o renzi. Con la propaganda favorevole che si sono presi loro dovevano diventare papi, e invece si sono sgonfiati. Come quando lanciano un prodotto con una campagna pubblicitaria smodata, ma poi il prodotto è scarso, e dopo un primissimo periodo le vendite che erano partite benissimo, crollano. E appena la propaganda li molla spariscono, e tornano anonimi.

    Ora hanno investito tutto su draghi e è impressionante come una montagna di gente in pochissimo tempo abbia iniziato a desiderarlo. In realtà erano anni che gli preparavano il terreno, per cui quando si è presentato aveva già il pubblico (telecittadini) ben disposto.
    Niente di nuovo sotto il cielo comunque. Vi ricordate quando hanno lanciato monti, e quanto era bravo e quanto era sobrio, e il loden ecc ecc?

    Il figurante prestanome delle logge e lobby (e mafie?) però ha davanti un compito sgradevole, e hanno paura ad iniziare, perchè temono che appena prende posizione l’incantesimo si rompa.

    La partita è ancora aperta puù essere che appena l’uomo senza labbra dirà una parola perda tutto il suo fascino e cada, e con lui questo governo ikea, male assemblato.
    Non sono convinto che riuscirà a fare lo stesso gioco di monti, perchè i telecittadini li puoi fregare facilmente, ma dopo la prima volta è sempre più difficile farceli cascare.

    Piace a 1 persona

  18. "Mi piace"

  19. "Mi piace"

  20. però oggi la pubblicità ha un arma potentissima che sono gli strumenti predittivi del web.
    Oggi il prodotto non lo lanci ,lo pubblicizzi e lo vendi . Bensì prima crei la società predisposta al prodotto, poi lo metti come fosse la cosa più naturale del mondo e lo vendi (come peraltro ha giustamente sottolineato lei precisando che era predisposto da tempo il terreno ).
    Purtroppo i prodotti predittivi sono meno volubili dei prodotti che poi si sgonfiano perchè costruiti con meno rischi . E sopratutto sono modellabili su misura per intercettare il clima .
    Il prodotto Draghi ovviamente non potrà garantire i miracoli adesso promessi , la sua credibilità scemerà ma stanno preparando il terreno per il concetto di “senza alternativa” , una sorta di mantra che lo stesso prodotto Draghi ha gia anticipato usando termini perentori come “irreversibilità ” , ” non è un opzione ” etc etc . Il linguaggio modellerà il discredito per l alternativa .Altre parole totalmente vuote di significato come “europeismo” o “responsabilità ” sono usate come proiettili nel subconscio dei consumat…ehm…elettori/ cittadini terrorizzandoli con spettri estremisti e dandogli l unica via ” senza alternative” del pensiero unico come bunker di sicurezza .
    In molti penseranno che in effetti questo Draghi non era il Dio che tutti dicevano ma allo stesso tempo penseranno che non vi sia un mondo diverso in cui vivere.
    Come diceva un tale : ” l’ottimista pensa di vivere nel migliore dei mondi possibili , il pessimista teme che sia vero”

    Piace a 3 people

  21. Ma a parte il lecchinaggio misto a sudditanza psicologica, riescono a fare intere trasmissioni e a scrivere ogni giorno pezzi su una frase che ha detto 10 anni fa (whatever e bla bla bla) e una che ha detto 8 mesi fa (debito buono e bla bla bla).
    E ognuno di loro le dice o le scrive come se le usassero per la prima volta e le usano per spiegarci (a noi poveri scemi) qualunque concetto: ABBIAMO CAPITO!

    Piace a 1 persona

    • aahaha vero ,ho trovato i concetti di mansplaining(o womansplaining) ovvero usare concetti banali e ovvi con tono paternalistico presupponendo che di fronte hai uno scemo.
      Il prossimo che mi parla del debito buono e quello cattivone lupone o whatever staminkia lo iscrivo alle newsletter di Renzi per punizione

      Piace a 1 persona

  22. A Travaglio Fido Coniglio e IL FATTO e i fans acefali nion ne va una giusta, ruischiano il ridicolo ad ogni piè sospinto…Stamattina Peter Gomez ha fatto ridere i polli perché non era stata ripresa una notizia sul copia incolla del piano economico di un economista trascritto pari pari…Ha osservato il comico Gomez che loro giornalisti ci stanno per fare i cani da guardia del potere….S’è chiaramente visto quanto0 erano aggressivi e guardinghi col precedente governo Conte sottoposto ogni giorno alle loro verifiche critiche…. Poi i fan acefali di travaglio Fido Coniglio facciano i fans anche di Barbara D’urso è effettivamente “eccentrico”…Riportavo infatti due giorni fa l’osservazione di quanto fosse ridicolo casalino che faceva lo sponsor della D’urso riconoscendole una capacità di influenzare l’elettorato ad ogni critica ai 5 stelle di far calare i sondaggi di un punto, cosa che li terrorizzava e ovviamente venivo infiocinata da quattro str…ti fans acelali di Travaglio Fido Coniglio e oggi si riporta quella frase di casalino come un leccamento di casalino dei vertici Mediaset e della D’urso visto che per i scarsi ascolti la trasmissione la chiudono proprio…Eh si proprio sfigata l’armata Travaglio Fido & fans….Non ne azzeccano una!

    23 FEB 2021 11:51
    “BARBARIE” PUO’ ANDARE IN VACANZA – A CAUSA DEI BASSI ASCOLTI, CHIUDE IN ANTICIPO “LIVE – NON È LA D’URSO” – AL SUO POSTO, DALL’11 APRILE, CI SARA’ PAOLO BONOLIS CON “AVANTI UN ALTRO” VERSIONE PRIMA SERATA – IL BUON VISO A CATTIVO GIOCO DI MAURO CRIPPA, LE BALLE DI TA-ROCCO CASALINO PER ACCREDITARE LA TRASMISSIONE COME “INFLUENTE” VERSO I TELEMORENTI – LA COLLABORAZIONE OSCURA DI EMANUELA FIORENTINO, SIRIA MAGRI, FRANCESCA FAGNANI…

    +https://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/quot-barbarie-quot-puo-39-andare-vacanza-causa-bassi-ascolti-261986.htm

    Crippa a quel punto ha provato una difesa di sponda della trasmissione, con l’aiuto di Ta-rocco Casalino. Il porta-croce di Conte, ospitato nella puntata di domenica 21 febbraio, ha elogiato il programma decantandone addirittura il potere di influenza nei confronti dell’elettorato. Per la serie: quando nel salottino di “Barbarie” si criticavano i grillini, il M5s perdeva due punti nei sondaggi. Una “casalinata” d’alta scuola che non ha intortato i vertici Mediaset.

    "Mi piace"

  23. Non c’entra niente con l’editoriale di Travaglio che tanto ripete le stesse cose.
    Questa è la mia città:
    “Bloccato in sedia a rotelle sulla banchina della metropolitana, senza possibilità di uscire, a causa dell’ascensore rotto. È accaduto Dario Dongo, utente (e avvocato): per passare dalla linea B, su cui viaggiava, alla A, alla fine altri passeggeri l’hanno dovuto sollevare e trasportare di peso”.
    Com’era la storia del mio ombrello e della Raggi che però ha detto no alle Olimpiadi eccetera eccetera?

    "Mi piace"

  24. visto che il tema è uguale a quello di ieri, il commento pure è dello stesso tono:
    ma quanto rosica Travaglio perché gli hanno tolto il suo giochino del governicchio che gli piaceva tanto?
    si lamenta delle lingue altrui, quando la sua l’ha consumata leccando Conte e i 5S nell’ultimo anno e mezzo. un anno e mezzo in cui ci ripeteva un giorno sì e uno pure quanto Grande fosse l’Incommensurabile Statista Conte di stamminchia.
    e adesso…. PUPPA!!!!!!
    Conte ce lo siamo levati dalle balle definitivamente, quindi se Travaglio continua a fare un editoriale rancoroso ogni giorno in cui non avremo Conte a Palazzo Chigi, sarà bene che si adatti a fare un articolo e a fotocopiarlo ogni giorno da qui all’eternità.
    e anche tutti i nostalgici giallorossi…. ATTACCATEVI AL CAZZO, che tanto Conte lo rivedrete col binocolo.

    "Mi piace"

    • Già se lo volevano togliere tutti dai coglioni Conte e solo in questa landa desolata del FATTO e della truppetta di mnani e ballerihne di naufraghi8 possono sperare abbia ancora un ruolo! Poi se il PD si guarda bene dal candidarlo a Siena e Bettini dice che della Raggi a Roma non se ne parla, è una cosuccia che a Travaglio fido ed i suoi fans acefali sfugge completamente…Come dice il detto? Dai nemici mi guardo io ma dagli amici mi guardi iddio! E se quelli del PD sono amici….

      "Mi piace"

  25. Ma Travaglio Fido Coniglio davvero crede che le sue balle possano sembrare giornalismo9 a chi lo legge libero dall’acefalismo dei suoi fans? Quando scrive Conte cercava i responsabili (e li chiama pure lui “responsabili” quando Conte dovrebbe essere grillino qi quelli che volevano il vincolo di mandatio! per contrastare i voltagabbana renziani! Inaudito! Dunque quelli che rimangono fedeli a Italia Viva anche rimettendoci un ministero sono voltagabbana mentre quel manipolo di miserabili non più di 9 (pensa te quanta stima raccoglieva Conte in parlamento dove lo conoscevano bene) sono “responsabili”! Si resta davvero senza parole a fronte di uno sparaballe di questa fatta che manco si vergogna!

    "Mi piace"

  26. Evidentemente vista l’inconsistenza dei ministeri riservati ai 5 stelle (manca solo ll sadismo autolesionista alla marchese De Sade) se Di maio è stato confermato agli esteri non sapendo né congiuntivi né la geografia significa che quel Ministero è considerato inconsistente…D’Altronde è risaputo che alla Farnesina conta ben altro della testa di legno posta a capo del Ministero!

    "Mi piace"

  27. Ammazza in effetti è supersonico9 Draghi a fornire risultati! Soprattutto quelli negativi! ahahahaha tutte le zone rosse di questi ultimi giorni, persino le varianti inglesi, e di mezzo mondo sono colpa diDraghi! perché in effetti l’editoriale di quel pataccaro di Travaglio Fido Coniglio si potrebbe ribaltare, se si può criticare iol leccaculismo della stampa e del giornalismo italiota cpompreso il suo (perché cambiando il Presidente dell Consiglio il leccaculismo non cambia cambia solo il destinatario, per Travaglio Fido Coniglio ed la truppetta di nani e ballerine del FATTO è Conte, per il resto è Drafghi ma sempre di leccaculismo si tratta), allora come tutte le belle cose che Draghi si è portato dietro sono frutto di Conte quelle cattive sono 8inziate giù prima si formasse il suo governo e sono tutte frutto di Draghi! Ahahahahahah grandi! E manco sentono il peso del riticolo i fans acefali del pifferaio magico più acefalo di tutti!

    "Mi piace"

  28. 23 FEB 2021 18:41
    SPERANZA HA MENTITO ALL’OMS? – UN’INCHIESTA DEL “GUARDIAN” GETTA ULTERIORI OMBRE SUL MINISTRO DELLA SALUTE E LA SUA GESTIONE DELLA PANDEMIA: SECONDO IL GIORNALE BRITANNICO NEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE COMPILATO IL 4 FEBBRAIO 2020 C’ERA SCRITTO CHE LA PREPARAZIONE DI RISPOSTA A UNA PANDEMIA ERA AL LIVELLO PIÙ ALTO, IL 5. PECCATO CHE IL PIANO PANDEMICO ITALIANO NON VENIVA AGGIORNATO DAL 2006!

    https://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/speranza-ha-mentito-all-rsquo-oms-nbsp-ndash-rsquo-inchiesta-262049.htm

    "Mi piace"

  29. 23 FEB 2021 19:00
    FERMI TUTTI, L’AFFARE S’INGROSSA! A “QUARTA REPUBBLICA” MARIO BENOTTI, INDAGATO PER LA TRUFFA DELLE MASCHERINE, SQUADERNA DECINE E DECINE DI SMS CON ARCURI E ALZA IL TIRO SPARANDO UN MISSILE NUCLEARE CONTRO “GIUSEPPI” CONTE: “A MAGGIO ARCURI MI INCONTRO’ E MI DISSE DI NON COMUNICARE PIU’ CON LUI PERCHE’ DA PALAZZO CHIGI LO AVEVANO AVVERTITO CHE C’ERANO INDAGINI DEI SERVIZI”. CHI LO AVVERTI’? C’ENTRA QUALCOSA CON LA DELEGA CHE CONTE SI E’ SEMPRE RIFIUTATO DI CEDERE…? – VIDEO

    https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/fermi-tutti-39-affare-39-ingrossa-quot-quarta-repubblica-quot-262019.htm

    "Mi piace"

  30. Hahahahahahahhhhaaaahhhaashhhhaaghhhaaahhhaaahhhaaahhaaahhhaahhhaahhhaaahhhaaahhhaaahhhaahhaahhhaa è andato anche in Arabia ARABIA ARABIA che ridere abbiamo scoperto un’altra scomica hahsjahahahahahahshshsushshshaaaaahh)daaaaaaaahhhhhhh

    "Mi piace"