Alessandro Di Battista: “Quando la Rai invita un politico, dovrebbe scrivere in sovrimpressione non solo la sua carica ma anche i suoi carichi!”

(Alessandro Di Battista) – E’ stato arrestato il Presidente del consiglio regionale calabrese. Ripeto, è stato arrestato il Presidente del consiglio regionale calabrese. Ripeto, è stato arrestato il Presidente del consiglio regionale calabrese. Eppure, da 48 ore, si parla solo esclusivamente di alcune parole, certamente infelici, pronunciate da Nicola Morra che l’arrestato in questione l’aveva segnalato come impresentabile per l’antimafia.

Viviamo in un paese alla rovescia. Politici di Forza Italia, un partito che ormai ha più condannati che elettori, si indignano per alcune parole. Attaccano Morra sostenendo che abbia offeso i malati calabresi. Ma voi sapete perché è stato arrestato il Presidente del consiglio regionale calabrese, ovviamente esponente di Forza Italia? Per aver favorito una cosca della ‘ndrangheta che fa affari e profitti sulla pelle dei malati in particolare vendendo di contrabbando farmaci anti-tumorali!

Un tal Giorgio Mulè ha di fatto preteso che la RAI cancellasse la partecipazione di Morra ad un programma pagato con denaro pubblico e la RAI ha ubbidito. E poi criticano la Corea del Nord. In RAI si vedono parenti di Riina, Casamonica, delinquenti di Forza Italia ma non il Presidente della commissione antimafia e non per reati ma per parole (discutibili ma pur sempre parole). La follia.Se la RAI fosse veramente un servizio pubblico dovrebbe, quando invita un politico, scrivere in sovrimpressione non solo la sua carica ma anche i suoi carichi! Mi immagino Berlusconi a Porta a Porta con la scritta sotto: “Presidente Forza Italia condannato per frode fiscale”. O Alemanno “ex-sindaco di Roma condannato in appello a 6 anni per corruzione”. O Formigoni, “ex-presidente di Regione Lombardia, ex-galeotto, condannato a 5 anni e 10 mesi per corruzione”.

La Presidente del Senato Casellati, seconda carica dello Stato, ha osato dire che “le frasi di Morra disonorano le istituzioni”. Le frasi di Morra disonorano le istituzioni, non la trattativa Stato-Mafia portata avanti dal fondatore del partito della Casellati. Non il finanziamento a Cosa Nostra realizzato dal Presidente del partito della Casellati. Non gli innumerevoli reati (reati, non frasi) commessi dagli amici di partito della Casellati. Proposta alla RAI, la prossima volta che viene invitata la Casellati in sovraimpressione si potrebbe scrivere: “Maria Elisabetta Alberti Casellati Serbelloni Mazzanti Vien dal Mare, Presidente del Senato, esponente di Forza Italia, Sepolcro imbiancato che reputa più disonorevoli per le Istituzioni alcune parole che i reati di mafia”.

11 replies

  1. “Maria Elisabetta Alberti Casellati Serbelloni Mazzanti Vien dal Mare, Presidente del Senato”
    cazzo l’ha scritto!!!!
    fantastico!!!!
    spero che Di Battista abbia un’assicurazione legale perchè la MEACSMVDM lo querelerà sicuramente a nome della Presidenza del Senato per far pagare il suo legale a NOI!!!

    Piace a 3 people

  2. Siamo sempre alle solite, una corretta informazione che non c’è, anzi non c’è mai stata. Purtroppo il mestiere di quelli che attaccano Morra è questo, aspettare qualche frase e scatenare un putiferio politico che con l’appoggio di una becera informazione si mettono da parte le vere problematiche del paese. Colpa anche dei 5S che non hanno messo mano a suo tempo alle nomine in RAI.

    Piace a 1 persona

  3. Come cittadino italiano io mi sento molto meno rappresentato da “Maria Elisabetta Alberti Casellati Serbelloni Mazzanti Vien dal Mare, Presidente del Senato, esponente di Forza Italia, Sepolcro imbiancato che reputa più disonorevoli per le Istituzioni alcune parole che i reati di mafia” che dal Sen. Nicola Morra e ritengo che le istituzioni siano state ripetutamente disonorate dalle parole e dalle azioni della Sig.ra Maria Elisabetta Alberti Casellati Serbelloni Mazzanti Vien dal Mare, purtroppo Presidente del Senato.

    Piace a 5 people

  4. Cinque stelle deve chiedere che si dimettano tutti i dirigenti della rai.A qualsiasi costo.Altrimentii 5stelle dimostrano tutta la loro ridicolaggine nei momenti importanti Non sono piùrispettabili ed ogni giornalista non li terrà più in considerazione quando parteciperanno a qualsiasi trasmissione Basta con i leccaculi superpagati della rai.mandateli a casa

    Piace a 1 persona

  5. BERLUSCONI È IL DEMONIO. Viviana Vivarelli.
    Occorre capire molto bene e con estrema chiarezza che questo Paese, le sue istituzioni, la Rai, i partiti, la Costituzione, i principoi e valori dello Stato… non sono al servizio di Berlusconi. Non deve mai più accadere che un uomo di Forza Italia telefoni alla Rai e ordini che si chiudino le porte a una certa persona, annche se è il Presidente della Commissione antimafia. BASTA EPURAZIONI! L’Italia non è una proprietà di Berlusconi e noi non siamo i suoi servi. Questa è una Repubblica, che cerca magari di essere una democrazia e non ci riesce, ma non è un Principato, non è un possesso privato di un ottantaquattrenne vizioso, evasore, corrotto e corruttore, colluso con la mafia e forse mandante di stragi. Siamo l’Italia. Non siamo Berluscolandia.
    Per questo questo direttore di Rai 3 Franco di Mare, questo direttore della Rai pubblica Marcello Foa devono essere licenziati in tronco perché colpevoli di tradimento, come si licenzia in tronco qualunque direttore di azienda privata che faccia gli interessi della concorrenza. Cessa immediatamente il rapporto fiduciario col loro datore di lavoro che qui è il popolo italiano e il suo preminente diritto ad avere una informazione decente e non venduta. È un licenziamento obbligato per giusta causa. Come in una guerra il passaggio al nemico, Come per un ricercatore che venda il suo brevetto a società diversa per quella per cui lavora, solo che qui al posto di un brevetto abbiamo un diritto, il diritto imprescindibile del popolo italiano alla verità. E la verità non può essere manipolata dall’alto per gli interessi e i diktat di uno solo e della cricca dei suoi sodali.
    I personalismi di Berlusconi sono diventati insopportabili come palloni troppo gonfiati pronti a scoppiare. Non si può mettere un Paese intero al servizio di un uomo solo, chiunque egli sia e qualunque cosa si creda di essere. I manicomi sono pieni di gente che crede di essere Napoleone o di governi con gente che crede di essere il sultano di un califfato.
    Vorrei anche difese più rigide alla Costituzione contro eventuali cambiamenti, per non vederla una banderuola nelle mani di incoscienti, come Berlusconi o D’Alema o Renzi o Salvini, pronti a riformarla secondo i propri interessi, richieste di lobbye o diktat di cricche di potenti esterne allo Stato, cessando di salvaguardare i principi fondamentali del Paese. E per carità di Dio teniamo fuori da futuri governi: secessionisti, fascisti di ritorno, neonazisti, naziskin, leghisti, separazionisti, localisti, isolazionisti, mafiosi, razzisti, nemici dell’Italia e gentaglia consimile! Sarebbe come mettere a capo del nostro organismo virus e batteri velenosi.
    In quanto alle pretese inaudite di parte del Pd di associarsi a Berlusconi, non ho parole per dire lo schifo e il disgusto che questa proposta mi produce, il vomito addirittura; non solo i vertici del Pd sono fiacchi, deboli, insulsi e incapaci di chiarezza, ma anche solo parlare di collusioni con Berlusconi significa buttare lo Stato nelle braccia delle tre mafia e dei peggiori delinquenti d’Italia!

    Di Battista e Giarrusso li abbiamo sentiti. Dove sono gli altr? Il loro silenzio è inaccettabile. E coloro che intendono stare a capo di un Movimento ma sono sordi e non in sintonia col sentire generale di quel Movimento sono FINITI !!

    Piace a 2 people

    • Viviana non ti avevo letto ieri, ed infatti scrivo a te nell’articolo di travaglio di oggi, ti chiedo scusa perché il tuo finale è lo stesso mio, potevo evitare, sei mitica, viviana for ever

      "Mi piace"

    • @vviviana.v,
      sbaglio o anche tu stai cominciando a prendere coscienza che nel moV vi sono dei tetrapoltronari taditori, usurpatori e pure un po buffoni…???
      é notizia fresca, data dal giornale “il fatto”, pare vi siano state telefonate tra taluni big della rai e del mov… prima della trasmissione “titolo V” andata in onda senza la presenza del Senatore Morra…!
      chi sono i big del mov e che cosa si son detti con quelli della rai…?
      forse che andava bene l’escusione di Morra dalla trasmissione???
      se fosse cosi, ci si rende conto della gravità… del comportamento di questi traditori…???

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.