Referendum: le ragioni del Sì

QUELLI CHE… come il Prof. Valerio Onida.


(Stefano Rossi) – Nel 2013, il presidente della Repubblica Napolitano chiamava dieci persone (chi si ricorda dei ” 10 saggi“?) per verificare possibili riforme politiche ed economiche. Tra i dieci figurava pure il Prof. Valerio Onida, costituzionalista, avvocato, professore universitario, insomma un grande giurista ed un curriculum di tutto rispetto.

Come terminarono il loro lavoro questi 10 saggi, tra cui il Prof. Onida? Tra le tante proposte eccone una: “Il Gruppo di Lavoro ritiene che sia ragionevole seguire un criterio per il quale la Camera sia composta da un deputato ogni 125 mila abitanti”. “I deputati verrebbero così ad essere complessivamente 480, per i senatori si propone un numero complessivo di 120, ripartiti in proporzione al numero di abitanti in ciascuna Regione“.

Insomma il Prof. Onida Valerio, quando era “saggio” chiamato dal presidente Napolitano decideva di stare tra coloro che ritenevano di diminuire il numero dei parlamentari. Oggi, forse non è più saggio, ritiene di stare dalla parte del “no”.

Ecco un altro caso di come, a volte, vanno certe cose. Non conta il merito, non conta il problema. Ci sono altri interessi in gioco. Ed un SI DIVENTA un piccolo no.

Ma regalo una chicca ai fortunati lettori che sono giunti sin qui. Ecco le parole del Professore con cui conclude un suo intervento per invitare a votare no. “Quanto all’obiettivo, sbandierato fin dal titolo della legge, del «contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni», in realtà esso sembra frutto di un atteggiamento pericolosamente corrivo verso le pulsioni anti-politiche che percorrono oggi la società. Le istituzioni non si riformano per ridurne il costo (il “costo” della democrazia) ma per farle funzionare meglio” (per chi volesse leggerselo tutto  https://www.questionegiustizia.it/rivista/articolo/la-riforma-costituzionale-e-il-referendum_le-ragioni-del-no_338.php).

Appunto, funzionare meglio.

11 replies

  1. Credo che l’autore abbia preso un grosso abbaglio: l’invito a votare NO era per l’impostaione complessiva della modifica Renzi – Boschi. Motivando, coerentemente che: “Si tratta questa volta di un “pacchetto” di modifiche aventi molteplici oggetti, un poco come era accaduto per la prima volta con la legge approvata dalla maggioranza di centro-destra nel 2005, e respinta dal referendum del 2006.”.
    La chicca regalata ai fortunati lettori è proprio la possibilità di leggere la coerenza complessiva ed ampiamente motivata della scelta di votare no alla preceente riforma.

    "Mi piace"

  2. Concordo con quanto scritto da Bertoldo. Ho letto il pensiero del prof Onida riportato da qualche giornale e sono rimasta basita nel leggere questo articolo. Malafede del giornalista o incapacità di capire ciò che il professore dice?

    Piace a 1 persona

  3. Purtroppo chi d’abitudine legge i giornali su cui scrivono questi “personaggetti” prenderà queste parole come oro colato come se i mille riscontri che le smentiscono non esistessero.

    "Mi piace"

  4. Mi auguro che il Prof. Onida provveda a querelare lo scribacchino che per ignoranza o malafede ha
    capovolto il suo pensiero causando grave danno alla sua credibilità e onorabilità.
    Invito inoltre la direzione di Infosannio a non ospitare più scritti di tale inqualificabili personaggi.

    Piace a 1 persona

  5. Ma come si fa a scrivere una roba del genere? Si confondono i due referendum, si tenta di farli apparire uguali quando sono completamente diversi e si tenta di accusare Onida di incoerenza. Forse questo indefinibile soggetto spera che chi legge le sue fandonie ingoi falsità senza ragionamento. Non ci sono parole. Mi spiace solo aver perso tre minuti per realizzare che può esistere qualcuno che scrive questa roba. Ma non si vergogna?

    Piace a 1 persona

  6. Quel che si legge è veramente vergognoso. Costui crede e spera che i lettori non proseguano nella lettura o che non capiscano ciò che ha scritto Onida. Ma come si fa a scrivere queste menzogne senza vergognarsi?

    Piace a 1 persona

Rispondi a pieroiula Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.