Bocelli si scusa, ma da Orzinuovi parte un esposto in procura

(brescia.corriere.it) – «Non volevo offendere chi è stato colpito dal Covid». Due giorni dopo il suo intervento al convegno dei «negazionisti» in Senato, che ha infiammato il dibattito politico e il web, Andrea Bocelli chiede «sinceramente scusa» sulle sue pagine social: all’evento, organizzato da Armando Siri e Vittorio Sgarbi, con Matteo Salvini senza mascherina, il tenore aveva espresso dubbi sulla gravità della situazione e era detto «umiliato e offeso» per le limitazioni alla sua libertà durante il lockdown.

Parole finite al centro della bufera, tanto che anche oggi il sindaco di Codogno, Francesco Passerini, invita i negazionisti a visitare il cimitero della città lodigiana, primo focolaio italiano («magari capiscono qualcosa») e un 28enne di Orzinuovi, il paese del bresciano più colpito dal virus, presenta un esposto alla procura di Roma contro il convegno. E sono altri 10 i nuovi positivi a Brescia, 46 i nuovi casi in Lombardia, ma oggi nessun decesso, mentre ieri l’unico in Lombardia, dopo sei giorni di calma, un anziano nella Rsa di Lumezzane.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

11 replies

  1. Bocelli non aveva offeso nessuno, da persona rispettosa ed educata quale è, ha solo espresso l’opinione che sia tutto un po’ esagerato. L’attacco mediatico feroce che ha ingiustamente ricevuto è un sintomo sconcertane; siamo sull’orlo degli psicoreati. Quanta compostezza e umiltà, nelle sue scuse comunque offerte; e quanto presuntuoso livore nei novelli assolutisti, portatori Verità.
    Personalmente, sento una gran puzza di intimidazione. Per quanto ancora sarà consentito aprire bocca?

    "Mi piace"

    • L’opinione sarebbe che non conosce nessuno finito in terapia intensiva? O che si è sentito umiliato?
      Il sintomo sconcertante è che partecipi al convegno di Sgarbi e Siri, per non dire gli altri.

      Piace a 1 persona

    • Come autodistruggersi una reputazione di artista in un minuto: “Le limitazioni alla sua libertà “, in villo a con piscina e parco …per carità , tutto frutto dei suoi guadagni di cantante, ma prima di parlare ha pensato a che “limitazioni alla libertà “ possa aver provato chi abitava in 3-4 in 50 mq senza balconi ?

      Piace a 1 persona

    • Te lo dico nel mio dialetto, quello bresciano: encület! Quando si vive in una villa hollywoodiana lontano dai luoghi del dramma, meglio tacere per rispetto. Qui a Brescia le sue scuse sai dove ce le mettiamo?

      "Mi piace"

  2. Ma vi sembra normale per uno come Bocelli andare a un incontro di negazionisti organizzato da Armando Siri e Sgarbi?Ma ci siamo dimenticato chi è Siri?Bocelli è molto ricco,può permettersi di avere tutte le idee del mondo,è stato fortunato perché ha una vocina ina una,ma resto a casa e lontano dalla politica!

    Piace a 2 people

  3. Magari, sarebbe stato auspicabile che declinasse l invito di Siri???? E Sgarbi .. due noti parlamentari che, come si dice da noi ” voglia di lavorare ,saltami addosso” mi limito a questo per evitare di dire di peggio!

    Piace a 1 persona

  4. Ha fatto la fine di Luttazzi, da “satrapo” ad opinionista da quattro soldi. Tanto più che se non sei vedente di norma hai un udito speciale, ma no, pare neanche.

    "Mi piace"

  5. Qui non si sta discutendo del merito del discorso di Bocelli (che ha detto cazzate, punto e basta), ma del fatto che dopo averle dette è stato denunciato da qualcuno che non ha gradito.
    Lo ripeto: io penso che Bocelli abbia detto cazzate. Ma non penso che debba finire in tribunale, men che meno in galera, solo perché a qualcuno non piace quello che ha detto.
    Facciamo attenzione a questa deriva: è molto pericolosa. Oggi magari può far piacere che finisca alla sbarra Bocelli, perché ha detto una cosa che non condividiamo. Domani ci può far piacere che ci finisca Pincopalla, perché ha detto un’altra cosa che non condividiamo.
    Ma chi ci garantisce che dopodomani non ci finisca uno che dice una cosa che condividiamo, ma che a qualcun altro non va a genio, e disgraziatamente questo qualcun altro è abbastanza influente da imporre le sue opinioni alla massa?
    Chi ci garantisce che dopodomani non ci finiremo noi?
    Se crediamo nella libertà di manifestare il proprio pensiero, dobbiamo accettare che qualcuno manifesterà un pensiero che a noi non piace, e lasciarlo fare.
    Deriva pericolosissima quella di garantire di esprimere solo il pensiero che non dispiace a nessuno.

    "Mi piace"

  6. i Leghisti lanciano questi personaggi per fare clamore in modo che il popolino abbocca, ma poi anche se il personaggio si scusa oramai la frittata è fatta perchè la notizia gira su tutti i media e non c’è più verso di smentite…il danno è arrecato… e loro come sempre si sono serviti per loro scopi elettorali

    "Mi piace"

Rispondi a Gelsominaimpertinente Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.