Ricciardi sulla sanità lombarda ha una sola “colpa”: aver detto la verità

(Luca Telese – tpi.it) – È il trucco più vecchio del mondo. Un deputato – giusto o sbagliato – mette sotto accusa “il sistema Lombardia” e chi si trova in difficoltà per quella accusa si difende con l’iperbole mistificativa: “Hanno attaccato la Lombardia”. Ma è una bugia con le gambe corte. È del tutto evidente che nessuno può essere così scemo, o stolto da attaccare “La Lombardia”, semmai – propaganda a parte – sono proprio i lombardi oggi che si fanno domande sul cosiddetto “Modello Lombardia”. Sono i parenti di coloro che si trovavano nelle case di riposo per anziani che ci scrivevano furenti quando l’ineffabile assessore Gallera, o chi per lui, emanò la famosa circolare con cui destinava gli ex malati di Covid alle RSA.

Non c’è nulla di scandaloso, dunque, nel contestato intervento dell’onorevole Ricciardi in Parlamento. Il deputato del M5s ha detto che quel modello è stato messo in crisi dal Covid (innegabile) che l’ospedale della Fiera è stato un’opera costosissima che non ha funzionato (i primi a dirlo sono i medici “Lombardi”), che spostare il finanziamento pubblico sulla sanità privata è stato un suicidio (difficile provare il contrario) e che le invettive dell’ex sottosegretario Giorgetti contro i medici di base erano una presa di posizione incomprensibile (magari quella rete avesse tenuto). L’unico vero errore di Ricciardi è stato sostenere che l’ospedale della Fiera sia stato costruito con denaro pubblico (non è vero, ci sono stati i fondi ingentissimi delle donazioni private) ma è vero che molti equipaggiamenti sono stati forniti dal governo (ad esempio i primi ventilatori polmonari arrivati dalla Russia, e giustamente indirizzati in quella struttura dal governo).

L’ospedale della Fiera con i suoi costi stellari (“25 milioni di euro per 21 pazienti”, sintetizza Ricciardi) non è stato solo un’opera sanitaria: è stato venduto al mondo come una incredibile opera di propaganda. Tuttavia noi siamo contenti che sia stato realizzato, e a tempo di record. Molti medici – ad esempio il dottor Zangrillo, proprio su questo sito – ci hanno spiegato che il modello “cattedrale nel deserto” non può funzionare. Dice Zangrillo: “Funziona meglio un reparto Covid allestito in un campo da calcetto, se dietro ha un ospedale, di una sola rianimazione, collocata nel nulla”.

Ma il tema è la propaganda. Non possiamo dimenticare che nel pieno della crisi Coronavirus l’assessore Gallera si candidò a sindaco di Milano, proprio mentre era in tv tutte le sere a parlare di morti e di virus. Accortosi della gaffe, fece una precipitosa e grottesca marcia indietro. Così scomposta da apparire improvvisa e ridicola. La via sanitaria alla secessione è stata una mezza farsa, ma non era priva di potenzialità di successo. E criticarla non è una scelta politica, tant’è vero che su questo sito abbiamo più volte preso atto che il governatore Zaia aveva azzeccato uomini e strategie (lo ha scritto per esempio Selvaggia Lucarelli). Due giunte leghiste, due modi diversi di intendere le istituzioni e le strategie sanitarie. Non dire dunque che “il modello Lombardia” non si tocca. Spiegate agli agitatori, che quel modello non ha funzionato. E spiegategli che questo va detto non contro i lombardi, ma nel loro interesse.

30 replies

  1. Caro Telese, per una volta che scrivi una cosa di sinistra, ci tieni a chiudere dicendo che non è di sinistra perché hai elogiato Zaia. Non sia mai.

    "Mi piace"

  2. Scusi Telese , ma lei che continua a dire che il modello lombardo ha fallito , rispetto a quale altro modello lo mette a confronto ? Il modello Veneto non si puo’ parificare con quello lombardo , cosi’ come nessun’altro in quanto non ha avuto lo stesso impatto devastante questo lo capisce o no ?
    Sicuramente vi sono stati errori e che il modello di Formihoni era molto meglio e questo i lombardi lo sanno benissimo vada a domandarglielo , ma nessun altra regione e’ minimamente confrontabile con la Lombardia gli altri hanno avuto la bua e la Lombardia un terremoto terribile , come si puo’ fare un confronto !
    La sanita’ tutta si e’ trovata impreparata ad eventi di questo tipo , e lo dimostra l’ Inghilterra gli Usa la Spagna e pure la Francia , con l’ eccezione della Germania , c’era Fontana pure la’ ? Ma che senso ha oggi prendere la Lombardia a schiaffi . Almeno si aspettino eventuali responsabilita’ che la magistratura accertera’ . Poi sto ancora aspettando da Telese e compagni l’ operato del gov. centrale in questa faccenda di cui nessuno parla e credo siano molte .
    ps . non sono un fan di Formigoni , ma che la sanita’ lombarda era una eccellenza prima che arrivasse Maroni e’ un dato di fatto . Solo chi vive in Lombardia puo’ giudicare , anche se in una situazione come questa anche quella avrebbe avuto i suoi problemi , e questo lo conferma lo stesso Formigoni ,.

    "Mi piace"

    • Aggiungerei a questo commento, che costituzione alla mano rammenta che i lombardi non sono italiani e che possono essere giudicati solo da un comsesso di pari, che l’unica magistratura che può essere autorizzata a indagare è quella asburgica, al massimo lombardo veneta.

      Piace a 1 persona

      • magari tutta la magistratura italiana dimostrasse l’efficienza come quella lombarda . .
        Il suo commento criptico e’ vagamente razzista . In quale porto delle nebbie vive lei , ce lo dica .
        Qui nessuno ha salvacondotti , non so lei

        "Mi piace"

      • Vorrei rammentare la clinica degli orrori & Co. sotto l’amministrazione
        Formigoni
        Condannato in via definitiva a 5 anni e 10 mesi di reclusione per corruzione, è stato detenuto nel carcere di Bollate dal 22 febbraio al 22 luglio 2019, quando gli è stata concessa la detenzione domiciliare, in quanto ultrasettantenne, come richiesto dalla difesa.[1]

        "Mi piace"

    • Il modello Formigoni non era migliore nè peggiore, il modello Formigoni è quello tuttora in vigore.

      Che cosa sarebbe mai successo in Lombardia di così tremendo, rispetto alle altre regioni e al resto del mondo? Ti ricordo che, in rapporto alla popolazione, ha avuto un tasso di mortalità che si è piazzato tra i primi posti (se non primo assoluto) nel al mondo intero, che cosa è mai successo, di così tremendo e soprattutto di inevitabile in Lombardia, che non sia successo altrove? Per me proprio un bel niente (di evitabile invece parecchio), ma se vuoi provare a sottoporre qualche elemento che mi può essere sfuggito, sono qua per ascoltare.

      Io non aspetto certo la magistratura con i suoi tempi biblici per potermi fare un’idea e giudicare di conseguenza, di elementi a comporre il quadro ce ne sono parecchi e sono anche molto chiari, sono lì da vedere e chiunque si informi a sufficienza può fare altrettanto, non solo i cittadini Lombardi.

      Il modello Formigoni (+ privato – pubblico in cambio di mazzette) non è mica fallimentare in senso assoluto: finchè non capita di dover gestire un’emergenza, per certi versi, si può davvero prendere a modello di eccellenza (se per eccellenza, però, intendiamo unicamente la qualità del servizio offerto).
      Purtroppo, in caso di pandemia, il fatto che tale modello abbia portato a una generale riduzione, ad esempio, dei posti letto in terapia intensiva (dimezzati in due decenni), si è rivelato disastroso, e così capita che l’eccellenza tangentara di ieri venga pagata anche coi morti di oggi.
      Di questo qualcuno dovrà pur rendere conto. Se non penalmente dei morti (il modello cinese, per esempio, ha fatto fucilare anche dei ministri in tempi recenti, perchè avevauno causato la morte di concittadini, con colpa ma senza dolo), almeno chi ha sostenuto e, incredibilmente, ancora sostiene l’eccellenza di questo modello, dovrebbe prendersi la responsabilità politica di ammettere che il modello, diversamente da altri, non ha retto alla prova dei fatti.

      Per quello che vale, la mia esperienza da lombardo, che è del tutto simile a quella di tutta la mia sfera di conoscenze, è che in lombardia la sanità funziona bene, però se paghi funziona meglio, ed ogni volta che non hai tempo, voglia o possibilità materiale di aspettare (dipende da come stai), basta pagare per fare le cose da privatista e, voilà, la lista d’attesa di sei/otto mesi per qualunque cosa (dall’operazione a qualunque esame appena meno banale di una radiografia), magicamente diventa l’appuntamento per settimana prossima, spessissimo pure nella stessa struttura e con le stesse apparecchiature.

      Questo è davvero un modello, però non sanitario: questo è un modello affaristico.

      Piace a 2 people

      • @Jonny Dio
        “…basta pagare per fare le cose da privatista e, voilà, la lista d’attesa di sei/otto mesi per qualunque cosa (dall’operazione a qualunque esame appena meno banale di una radiografia), magicamente diventa l’appuntamento per settimana prossima, spessissimo pure nella stessa struttura e con le stesse apparecchiature…”
        Caro Jonny, bisogna che ti aggiorni ( fa anche rima,…). Quello che tu addossi alla sanità lombarda è ciò che lamentano tutti gli italiani e in tutte le regioni. Le liste di attesa ci sono da tutte le parti e dappertutto con la cosiddetta “intra-moenia” , pagando si salta la fila. Giustamente dici che la pandemia ha evidenziato le carenze nella disponibilità di terapie intensive ma questo è reale e a fattor comune dappertutto come dappertutto sono stati chiusi ospedali ( vedi alla voce Zingaretti nel Lazio). Onesta intellettuale vorrebbe che ci si ricordasse dei 100.000 pazienti delle regioni meridionali che annualmente approdavano alle cure della sanità lombarda.
        P.S. Per mia esperienza personale conosco abbastanza bene la realtà Emiliana, Toscana e pugliese – un certo spaccato, insomma.

        "Mi piace"

      • Cara Adele, non ho nessun problema nel riconoscere che questa situazione non sia esclusiva della Lombardia, così come ho già riconosciuto che, se si considera solo la qualità del servizio offerto, il sistema sanitario è davvero eccellente, e i pazienti che vengono a curarsi dalle altre regioni sono lì a testimoniarlo, come hai giustamente ricordato.

        Però, se mi parli di onestà intellettuale, coloro che sono sempre i primi ad intestarsi i meriti di un sistema quando questo funziona, dovrebbero essere anche i primi a prendersi la responsabilità quando lo stesso sistema fallisce, oltretutto in maniera così clamorosa.
        E invece niente, non solo non c’è la minima traccia di una qualsiasi assunzione di responsabilità da parte di chi di dovere, ma se solo si prova a raccontare come stanno le cose hanno anche il coraggio di offendersi.
        Solo chi ha la coda di paglia può ritenersi offeso dalla verità, e, al di là delle responsabilità dei singoli (che verranno accertate in sede giudiziaria), la verità è che la sanità è di esclusiva competenza regionale, per cui è solo lì che vanno cercati i responsabili di un fallimento tanto catastrofico quanto inaspettato.

        "Mi piace"

    • Mio caro Ferro3 Lei ha la memoria corta ! Gli è’sufficiente ricordare, se lombardo, quello che è’ accaduto
      alla clinica di Santa Rita un po’ di tempo fa per far crollare tutto il castello di carte da Lei sostenuto e difeso
      sulla non responsabilità’ della Sanita’ privata , e non, della Lombardia !!!

      "Mi piace"

    • @ferro 3
      Miiii!!… che palle! Direbbe Aldo Baglio.
      Ma chi si nasconde dietro il nick “ferro 3″… un fratello di Formigoni, o un cugino, o lo zio?
      Ma non basta tutta la merda che è uscita fuori nel processo al Celeste e ai suoi complici perchè
      si astenga dal ragliare tutte le cretinate che riesce a scrivere nei suoi ripetitivi quanto inverosimili
      commenti?
      Nessuno prende né può prendere a schiaffi la Lombardia (ma che senso ha una frase del genere?)
      ma è assolutamente doveroso prendere non a schiaffi ma a calci in culo tutti quelli che, a cominciare da
      Formigoni e Maroni per finire con gli attuali Gianni e Pinotto, hanno fatto del servizio pubblico della
      Sanità un “servizietto” prestato a quella privata.

      "Mi piace"

  3. e’ solo uno squallido attacco politico , solo politico quello che sta avvenendo tutti i giorni , con a capo i noti facinorosi mediatici senza un minimo di rispetto per i morti ancora caldi e le loro famiglie . Il paese non ha bisogno di queste speculazioni incendiarie specie dopo i tanti lutti . Qui si rischia un odio lacerante che rischia di spaccare il paese in mille pezzi e tornare indietro a qualche decennio Mi auguro che intervenga Intervenga il pdr . quanto prima .

    "Mi piace"

  4. Claudio Pezzullo.
    L’ospedale anti-Covid della Fiera di Milano finisce in un fascicolo giudiziario: il procuratore Maurizio Romanelli, a capo del pool che si occupa dei reati nella pubblica amministrazione, ha aperto un’inchiesta dopo aver ricevuto, martedì 19 maggio, un esposto del sindacato Adl Cobas Lombardia.
    Sulle donazioni (21,6 milioni di euro da parte di oltre 5 mila privati e aziende) e sul loro utilizzo, che secondo l’esposto costituisce “uno spreco di risorse”in cui “ha prevalso la necessità propagandistica”rispetto “alla prioritaria tutela della salute”.
    L’Astronave –la definizione è di Guido Bertolaso –è una struttura da 221 posti letto di terapia intensivae ha ospitato finora 25 pazienti, che sono dunque costati, secondo l’esposto, 840 mila euro ciascuno.
    Dopo mesi di polemiche hanno fornito una prima, parziale, rendicontazione delle spese sostenute, ma non include i nomi delle ditte che vi hanno lavorato, né i singoli importi. Non compare neanche il costo delle apparecchiature
    medicali, lettini, respiratori eccetera. Non è un dettaglio da poco.
    Per avere un termine di paragone si può considerare la struttura gemella inaugurata a Civitanova Marche sabato scorso. Lì, per 90 letti di terapia intensiva, sono stati spesi 6,9 milioni per opere civili e altri 11,6 per attrezzature mediche. A Milano, per 221 letti: 17,2 milioni per opere civili e non si sa quanto per le attrezzature. Di sicuro non si tratta di una cifra trascurabile, visto che un singolo respiratore può costare tra i 20 e i 30 mila euro. Per mesi il presidente della Regione Attilio Fontana e Bertolaso hanno difeso la struttura in Fiera definendola un ospedale vero e proprio, con “sale operatorie complete e funzionanti ”. Ora si scopre invece che non sono altro che ambulatori, sale operatorie NISBA ! .
    Quindi, se uno dei sei pazienti ricoverati avesse avuto bisogno di un intervento cardiovascolare, avrebbe dovuto essere trasportato al Policlinico.
    Ce ne sarebbe abbastanza per disintegrare di domande scomode il cazzaro verde ed i suoi scagnozzi onnipresenti nelle TV di proprietà di delinquenti condannati (tutte) , nelle radio di proprietà di delinquenti condannati (tutte) e della RAI occupata dai delinquenti della lega e del PD.
    Ma sappiamo bene che i lacchè dei suddetti delinquenti condannati (grubber, floris, gabanelli, ranucci, merlino, formigli, panella, mentana , porro, del debbio, palombelli, sardoni,mosca, etc. mi scusino i lacchè che ho dimenticato ) sono troppo impegnati ad inventarsi menzogne ed insinuazioni contro gli unici che non ci derubano, ragion per cui continueranno come fanno da 70 anni a scappellarsi e inginocchiarsi alla presenza dei loro invitati politici ladri e mafiosi, cancellando con un colpo di spugna tutte le loro ruberie e collusioni mafiose , chiedendo a loro, come fanno da 10 anni, solo cosa ne pensino degli incompetenti , impreparati 5S , e quando reputino probabile una loro fine imminente.
    La spegnete sta cazzo di TV sì o no ? li volete far fallire tutti questi delinquenti sì o no ?
    Chi guarda queste TV e legge questi giornali è complice della corruzione e della mafia, perché così facendo li tiene in vita.

    Piace a 2 people

  5. @ferro3
    Ah il mio commento è vagamente razzista? Invece il suo lo è conclamatamente.
    E i salvacondotti ahimé li troverete, anche in questo siete efficienti come nessun altro popolo.

    "Mi piace"

    • e non ce lo dice dove vive lei ? dove sarebbe razzista il mio commento ? Dove , quando perche’ mi faccia capire

      . Oltretutto sono pugliese , non lombardo
      I salvacondotti li troverete dice lei , confermo lei non e’ vagamente , ma proprio razzista col fiocco saluti .

      "Mi piace"

      • Roma, perché non dovrei dirlo? Non capisco cosa cambia.
        Lei pensa che solo i lombardi possano giudicare i lombardi, lo ha scritto lei: ecco la costituzione non li contempla i lombardi, sono italiani, STOP.
        Poi se il Lazio si fosse trovato nelle condizioni della Lombardia sarebbe già stato commissariato da chi ieri invocava rispetto per i morti solo perché si parlava di un disastro, ma sotto gli occhi del parlamento è peccato mortale.

        "Mi piace"

  6. il giudicare si riferiva alla differenza della gestione Formigoni-Maroni . E chi se non i lombardi potevano conoscere la differenza e giudicare . Comunque con lei ho chiuso spero faccia altrettanto ,

    "Mi piace"

    • Certo, sulla gestione Maroni Formigoni solo i lombardi possono giudicare, e giudicano così bene che dalla padella Maroni sono passati alla brace Formugoni. Perché no? Si erano trovati così bene col leghista che il ciellino era naturale conseguenza. Noi terroni, o diversamente italiani come ci permettiamo di giudicare? In base a cosa? Alla cronaca giudiziaria? Ma roba da pazzi.

      P.s. Lei ha chiuso così con me? Senza preavviso, la prego mi dia un’ultima possibilità, io che non vivo più di un’ora senza ferro3, come posso stare una vita senzo ferro3..,

      Piace a 3 people

  7. “A nome di tanti che non voterebbero mai Lega, né hanno mai votato per Berlusconi o Formigoni, vrrei dire all’onorevole Ricciardi che mai avevo ascoltato in’aula parlamentare un intervento così squallido e vergognoso, che per colpire i suoi avversari identifica in una regione martire con gli la amministra e bolla entrambi, arbitrariamente e con aperta soddisfazione, per il numero di morti. Se non fosse un eletto, le direi che è un coglione, ma temo di essere querelato dagli incolpevoli testicoli” (Mentana su Fb)

    LA CADUTA IN BASSO DI MENTANA- Viviana Vivarelli.

    Mentana è sempre stato considerato uno dei migliori direttori di tg, ma col suo post ingiurioso su Facebook contro Ricciardi che non ha fatto altro che enumerare i gravissimi fatti prodotti in Lpmbardia da due pessimi amministratori, si è squalificato per sempre. Non è servito che dopo un’ora lo cancellasse e anzi invitasse a La7 lo stesso Ricciardi, il quale si è scusato per avere detto ‘soldi pubblici’ a proposito dell’ospedale in Fiera e ha completato il suo discorso, interrotto dalle urla delle belve in Parlamento, discorso in cui avrebbe precisato che il Veneto, pur essendo sempre a guida leghista, ha visto il contaggio governato molto meglio. Con le sue frasi calunniose e ingiuriose, Mentana ha svelato quanto sia servile e protervo verso i suoi padroni e quanto odi i 5stelle. Del resto aveva anche ripetuto la frase della Meloni su Conte ‘criminale’ e qualche sospetto lo aveva già dato. E si era del tutto scoperto quando Conte rispondendo a un giornalista che gli chiedeva se avesse già firmato il Mes “col favor delle tenebre” e Conte aveva risposto di nom che non era vero, erano solo frasi di Salvini e Meloni e a quel punto il caro Mentana aveva detto che, se avesse saputo di questa risposta di Conte, nonl’avrebbe mandata in onda. Con il post contro Ricciardi Mentana si è buttato nel fango definitivamente. Il web, quando sbagli, non perdona. Se apri bocca e ne fai uscire delle oscenità, sei bollato per sempre.
    E una volta di più chiediamo, di fronte a questi casi di servilismo palese e infido, un codice deontologico per qualunque operatore delll’informazione che metta ordine e dia leggi coercitive e stringenti perché si sono raggiunti dei picchi di disonestà e di cattiveria per cui il settore dell’informazione è diventato un campo di libera calunnia, di diffamazione e di proterva gara a chi dice più menzogne e lancia più insulti.
    E questo becerume sempre più squallido deve finire!

    Piace a 1 persona

    • Mentana?
      Per essersi ridotto così devono avergli sequestrato moglie e figli e tenerlo sotto la minaccia di tagliar loro la gola se non si comportasse come si comporta ora e non dicesse le cose che dice ora.
      O forse gli hanno fatto il lavaggio del cervello… e poi se lo sono dimenticato steso al sole, così s’è ritirato e infeltrito come una maglia di lana.
      Comunque sono mesi e mesi che ho eliminato pure il tasto 7 dal telecomando dopo aver già disattivato
      il 2, il 3, il 4, il 5, il 6.
      Mi rimane (ancora per poco) il tasto 1… dopodiché potrò serenamente buttare il televisore nel cassonetto.

      P.S.: Per carità! Niente cassonetto! L’ultima frase va cambiata in: “dopodiché caricherò il televisore in macchina e lo smaltirò nell’apposita area ecologica di raccolta rifiuti speciali”. Va meglio così?🙄

      "Mi piace"

  8. Per ferro 3 e compagni di merenda

    Promemoria:
    25 anni di scandali in Lombardia

    1993: DUILIO POGGIOLINI (DC): tangenti da case farnaceutiche : 39 miliardi di lire

    1997: GIUSEPPE POGGI LANGOSTRELLI (cliniche private) : rimborsi illeciti da RegioNe. GIANCARLO ABELLI (Formigoni): false fatture 60 miliardi di lire

    2007-11: PIER PAOLO BREGA MASSONE (Clinica Santa Rita): rimborsi illeciti, omicidio volontario. PIERLUIGI DACCO’: finte consulenze. DON LUIGI VERZE’: crac fondazione San Raffaele. ROBERTO FORMIGONI:

    Non voglio infierire ricordando i contagiati scaricati nelle case per anziani e i 12.000 morti. Comunque, se è questo il modello di sanità che vi piace, spero che la mia vita non si incroci mai con qualcuno di boi perché dai delinquenti spero sempre di stare lontana.

    "Mi piace"

  9. Mi sono dimenticata…
    il danno per gli ultimi episodi di corruzione lombarda è di 3 miliardi e mezzo
    Ma se a ferro e ai suoi compari questo sembra poco……

    "Mi piace"

  10. Caro Mentana (caro si fa per dire). Io voto 5 stelle e non mi sento ‘testicola’ di nessuno. Poi, se qualcuno, per fare il servo di qualche padrone, fa il ‘cazzone’ sono problemi suoi.

    Caos lombardo sulle mascherine. 14 milioni ferme in magazzino. La scoperta dopo un accesso dei 5 Stelle agli atti. Per quei dispositivi la Regione ha speso 8 milioni di euro. Ma ovviamente non si può dire nulla sul ‘sistema Lombardia’.
    E naturalmente guai a dirlo in Parlamento! E se qualcuno lo dice, Mentana gli darà di coglione!
    .
    Mi raccomando, se avete rubato, corrotto, imbrogliato o anche fatto migliaia di morti, non pentitivi mai! Non rimediate mai! Urlate, insultate, spaccate qualche microfono! Fate come la Lega! La prepotenza e l’arroganza si sposano sempre con la protervia e la dissolutezza!

    Lo scandalo non è fare il male, lo scandalo è denunciarlo. Il sistema Lega è peggio della mafia.

    Piace a 1 persona

  11. LETTERA DI UNA RAGAZZA DI BERGAMO

    Egregio (si fa per dire) Avvocato Fontana,
    sono una ragazza di Bergamo, città epicentro del Covid-19, se lo ricorda ancora il conoravirus, si?
    Ecco, le scrivo perchè proprio oggi ho letto che lei avrebbe affermato che dorme sonni tranquilli perchè non si sente assolutamente responsabile di quello che è successo.
    Sa che se il mio papà non fosse morto a causa delle sue, e quelle dei suoi compagni di merenda, scellerate scelte, oggi, appena l’avessi chiamato, si sarebbe fatto due belle risate con me?
    E guardi, noi due andavamo d’accordo su tutto, tranne che sulla politica, perchè lui, a certe cose che voi dite, ci credeva pure, io no, sia ben chiaro, ma penso che a questa sparata non avrebbe proprio resistito.
    Ho letto molti commenti riferiti alla sua destabilizzante frase di persone che si sono indignati, ma sa che invece io non sono indignata? Perchè, pensandoci, a me non è mai passato per l’anticamera del cervello che lei potesse avere una coscienza, cioè uno che parla di razze inferiori e superiori come potrebbe averla? Ed è solo un esempio, sia chiaro.
    Lei come il suo amico Gallera, Assessore alla Sanità (che fa già ridere di suo) e il welfare, che tre settimane fa si faceva un selfie dopo una bella corsetta all’aria aperta, la simpatia proprio, mentre c’erano migliaia di persone morte, intubate e malate a casa.
    Lo sa cosa avrebbe fatto il mio papà, che ha sempre lavorato come piastrellista, spaccandosi la schiena e le ginocchia, mantenendo la sua famiglia degnamente e pagando fior fiore di tasse alla Regione che lei ora sta vergognosamente amministrando?
    Si sarebbe dimesso, avrebbe ammesso il fallimento totale, su tutto la linea e no, lui non avrebbe dormito sonni tranquilli, perchè avete mandato a morire una generazione di uomini e donne che hanno sempre lavorato, come piace a voi, abbassando la testa, come piace a voi, pagando le tasse, come piace a voi, andando a votare, come piace a voi, ma, attenzione, i figli di questa generazione siamo noi, e sappiamo cosa avete fatto e come lo avete fatto e non siamo più disposti ad abbassare la testa, risponderete di questo scempio, non resterete impuniti perchè non sarebbe giusto, non sarebbe giusto per tutte le morti e tutta la sofferenza che avete causato.
    Cordiali (ma proprio per niente) saluti.

    Fonte: https://www.valseriananews.it/…/egregio-fontana-mio-padre-…/

    "Mi piace"

Rispondi a Santina Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.